GP Malesia F1 2012: vince un magico Alonso! Sul podio Perez e Hamilton

Formula 1: cronaca e commento al Gran Premio di Malesia di F1 2012

da , il

    Gp Malesia, Sepang 2012  vince Alonso con la Ferrari

    E’ incredibilmente Fernando Alonso il vincitore del Gran Premio di Malesia di Formula 1 2012. Lo spagnolo della Ferrari è autore di una gara strepitosa caratterizzata da asfalto bagnato sin dal via e fino alle ultime fasi. Alonso mette le mani sulla vittoria grazie ad una strategia perfetta della Ferrari e alle solite doti magiche di guida. Così riesce a sfruttare al meglio l’occasione datagli dalle pessime condizioni meteo di Sepang. Sul podio sale un sorprendente Sergio Perez con la Sauber che a pochi giri dalla fine rischia persino di sorpassare l’asso di Oviedo e Lewis Hamilton che, anche stavolta, non riesce a capitalizzare la pole position. Delusione per Jenson Button che scivola nelle retrovie per un contatto con una HRT. Karthikeyan mette fuori dalla top ten anche il campione del mondo in carica Sebastian Vettel procurandogli una foratura.

    PARTENZA. Lewis Hamilton è in pole position. A fargli compagnia in prima fila c’è l’altra McLaren di Jenson Button. Seguono Michael Schumacher, Mark Webber, Sebastian Vettel, Romain Grosjean, Nico Rosberg, Fernando Alonso, Sergio Perez e Kimi Raikkonen. A pochi minuti dal via cominciano a cadere delle gocce di pioggia sul circuito di Sepang. Tutti decidono di partire con gomme intermedie. Allo spegnersi dei semafori il gruppo scatta senza problemi ma dopo poche curve un contatto tra Schumacher e Grosjean crea scompiglio. I due riprendono la pista ma scivolano indietro. Al termine del primo giro Hamilton comanda seguito da Button, Webber, Vettel, Alonso, Rosberg, Maldonado, Raikkonen, Kobayashi e Massa.

    GIRO 01. La pioggia sembra aumentare di intensità. Sergio Perez entra ai box e tenta la carta delle gomme full wet.

    GIRO 04. Anche Felipe Massa monta pneumatici Pirelli da bagnato pesante. Grosjean esce di pista e si insabbia. Per la seconda volta consecutiva il suo Gran Premio dura una manciata di giri.

    GIRO 05-06. I piloti decidono di passare alle gomme Blu Wet della Pirelli. Alonso e Button sono i primi tra i big. Li seguono Hamilton, Webber, Vettel, Rosberg, Schumacher e tutti gli altri ad eccezione dei soli Jean Eric Vergne con la Toro Rosso e Karthikeyan e De La Rosa con la HRT.

    GIRO 07. La pista è sempre più allagata. La direzione gara decide di far uscire la safety car congelando le posizioni nel seguente ordine: Hamilton, Button, Perez, Webber, Alonso. Vettel, Vergne, Massa, Rosberg e – incredibile ma vero – Karthikeyan con la HRT. Il pilota indiano ed il francese della Toro Rosso sono riusciti a scalare la classifica non effettuando nessun pit stop fino a quel momento.

    GIRO 09. Il regime di safety car dura poco. La pioggia è troppa e, secondo le previsioni, cadrà ancora per molto. Il direttore di gara decide, quindi, di esporre bandiera rossa e congelare il Gran Premio. I piloti si schierano sulla griglia di partenza ed attendono che il meteo sia più clemente.

    GIRO 10. Si riparte dopo circa mezz’ora.

    GIRO 14. La safety car esce di pista. Ripartenza con molti piloti che corrono a montare gomme intermedie.

    GIRO 15-16. Tutti hanno effettuato il pit stop e la classifica vede il balzo in avanti della Ferrari di Fernando Alonso che è perfetto nella strategia seguito da Perez, Hamilton, Rosberg, Vettel, Raikkonen, Webber, Rosberg, Di Resta e Vergne. Pasticciano, invece, le McLaren. In particolare Button tampona Karhikeyan ed è costretto a fermarsi nuovamente per sostituire il musetto. L’inglese esce dalla top ten.

    GIRO 23-25. Rosberg in difficoltà viene superato da Vettel, Raikkonen e Webber.

    GIRO 27. Anche Massa è in crisi. Ne approfittano Di Resta, Vergne e Senna che scalano posizioni.

    GIRO 28. A metà gara Alonso ha un vantaggio di 6 secondi su Perez, 14 su Hamilton, 24 su Vettel. Completano la top ten Raikkonen, Webber, Di Resta, Vergne, Senna e Hulkenberg.

    GIRO 30. La pista si asciuga. Daniel Ricciardo è il primo a montare gomme slick.

    GIRO 40-41-42. Tutti passano alle slick. Perez è in grande rimonta su Alonso.

    GIRO 47. Foratura per Vettel. Il pilota Red Bull viene toccato da una HRT durante una fase di doppiaggio esce fuori dalla top ten.

    GIRO 50. Perez esce di pista ma riprende. Il messicano era ormai nei tubi di scarico di Alonso che, grazie all’errore del rivale, riesce a prendersi un margine di sicurezza fino alla bandiera a scacchi.

    GIRO 56. E’ Fernando Alonso il primo a passare sotto alla bandiera a scacchi del Gran Premio di Malesia di F1 2012. Lo spagnolo e la Ferrari sono perfetti nell’interpretare pista, tattica, strategia e condizioni meteo su un circuito a lungo tempo bagnato. Sul podio Sergio Perez fa gioire la Sauber. Il messicano sfiora persino l’impresa della vittoria ma un erroraccio a pochi giri dalla fine lo costringe al secondo posto. Sul podio anche Lewis Hamilton. A punti Webber, Raikkonen, Senna, Di Resta, Vergne, Hulkenberg e Schumacher. Restano a secco di punti Jenson Button e Sebastian Vettel. L’inglese della McLaren perde il primato nella classifica piloti a favore dell’asturiano.

    Gp Malesia F1 2012: ordine di arrivo

    1. Alonso Ferrari 2h44:51.812

    2. Perez Sauber-Ferrari + 2.263

    3. Hamilton McLaren-Mercedes + 14.591

    4. Webber Red Bull-Renault + 17.688

    5. Raikkonen Lotus-Renault + 29.456

    6. Senna Williams-Renault + 37.667

    7. Di Resta Force India-Mercedes + 44.412

    8. Vergne Toro Rosso-Ferrari + 46.985

    9. Hulkenberg Force India-Mercedes + 47.892

    10. Schumacher Mercedes + 49.996

    11. Vettel Red Bull-Renault + 1:15.527

    12. Ricciardo Toro Rosso-Ferrari + 1:16.800

    13. Rosberg Mercedes + 1:18.500

    14. Button McLaren-Mercedes + 1:19.700

    15. Massa Ferrari + 1:39.300

    16. Petrov Caterham-Renault + 1 lap

    17. Glock Marussia-Cosworth + 1 lap

    18. Kovalainen Caterham-Renault + 1 lap

    19. Maldonado Williams-Renault + 2 laps

    20. Pic Marussia-Cosworth + 2 laps

    21. Karthikeyan HRT-Cosworth + 2 laps

    22. De La Rosa HRT-Cosworth + 2 laps