GP Malesia F1 2013, Alonso: Massa competitivo è miglior notizia per la Ferrari [FOTO]

Le qualifiche del Gran Premio di Malesia 2013 restituiscono in casa Ferrari un Massa più veloce di Alonso

da , il

    GP Malesia F1 2013,

    AP/LaPresse

    Due a zero e volante al centro. Lo scorso anno sarebbe stato il parziale in qualifica di Alonso su Massa. Quest’anno si invertono le parti. Sulla griglia del Gran Premio di Malesia il brasiliano partirà nuovamente davanti, confermando il suo momento positivo ma, ancor più importante, la facilità di guida di una F138 lontana parente della monoposto 2012. La prima fila va anche oltre i migliori auspici, del tifo come del muretto Ferrari, poiché in condizioni di asciutto avremmo visto là davanti anche Raikkonen – attualmente dai commissari per chiarire una manovra che avrebbe ostacolato Rosberg -.

    La prima curva domani la vedranno più da vicino di quanto non sia accaduto a Melbourne i ferraristi, trampolino ideale per programmare una gara fatta di regolarità sul passo e usura delle gomme accettabile rispetto agli avversari.

    Conoscendo la voglia innata di primeggiare sempre e comunque, Fernando Alonso non dev’essere troppo contento di trovarsi davanti Massa. In realtà è una nota lieta, colta anche dallo spagnolo, indiscusso numero 1 dentro al team: «E’ la miglior notizia per la scuderia, abbiamo bisogno di avere una competizione tra piloti, condividere informazioni, confrontare e analizzare tutti i dati a disposizione. Spingiamo noi stessi al limite», commenta. Un avvio positivo questo della Ferrari che non si registrava da parecchio, buono per dare all’ambiente la tranquillità necessaria. «Anche nel 2010 eravamo partiti bene, negli ultimi tre anni questo è l’avvio più rilassato, con la macchina competitiva tutto è più facile e non serve inventare cose strane. Per la gara, il ritmo è buono per battere la Red Bull, con la pioggia siamo più competitivi ma diventa una lotteria rischiosa. La macchina è veloce su asciutto e bagnato, siamo pronti per entrambe le condizioni», dice Alonso, che poi conclude: «Anche se nella Formula 1 di oggi la partenza non è la cosa più importante cercheremo di iniziare bene, di mantenere le posizioni o provare anche a passare Vettel alla prima curva. Poi si vedrà: il passo di gara dell’Australia e il long run di venerdì ci permettono di essere abbastanza ottimisti».

    Da parte sua Massa è innamorato della F138: «Mi piace molto la macchina quest’anno. Quando sei a tuo agio, puoi fare un buon giro e sfruttarla al massimo. So quanto posso essere veloce, l’ho dimostrato molte volte in passato. Credo in me stesso e insieme al team stiamo andando in una buona direzione».

    Un risultato condizionato dal meteo, perché il brasiliano ammette: «Non so se saremmo stati in grado di fare secondo e terzo sull’asciutto. Avevamo altre macchine veloci: Webber, Kimi, forse le Mercedes. Abbiamo fatto la scelta giusta a fermarci, cambiare le gomme e fare un giro veloce. La pioggia penso ci abbia aiutato un po’ oggi».

    Chissà se domani vedremo un nuovo “duello” in casa, con la resistenza di Massa agli attacchi di Alonso. Sarà importante non perder tempo e scappar via dal gruppetto, mettendo pressione a un Vettel che dovrà gestire attentamente le Pirelli, prevedibilmente impossibilitato a segnare da subito giri velocissimi. Ammesso che dopo la prima curva i primi tre in griglia siano nelle rispettive posizioni.

    FOTOGALLERY QUALIFICHE GRAN PREMIO DI MALESIA 2013 – SEPANG