GP Malesia F1 2013, Ferrari: modifiche sulla F138 per non soffrire il gran caldo [FOTO]

Per il Gran Premio di Malesia 2013 la Ferrari F138 accoglie piccole modifiche per resistere al gran caldo

da , il

    ferrari f138 raffreddamento gp malesia

    Non c’è tempo in Malesia per produrre novità importanti sulla Ferrari F138. Quelle, arriveranno nel Gran Premio di Cina. Piuttosto a Sepang sarà il caldo a dettare delle modifiche alle monoposto, prevalentemente nel campo del raffreddamento.

    Nel giovedì pre-gara si sono intravisti sulla rossa due accorgimenti in tal senso: uno già svelato nei test, l’altro per la prima volta. Accanto al cockpit sono state montate le griglie di evacuazione del calore dall’abitacolo così da migliorare il raffreddamento anche delle centraline presenti. Nella zona degli scarichi, invece, sono state aperte le feritoie più esterne sui condotti, per evitare surriscaldamenti pericolosi.

    ferrari sfoghi abitacolo

    Oltre alle monoposto, anche i piloti sono chiamati a una sfida ai limiti, con la resistenza fisica messa dura prova. Fernando Alonso si è allenato a tutta con la bici in questi giorni sul circuito, con tanto di foto via Twitter a testimoniare l’impegno e il sudore speso con Massimo Rivola, direttore sportivo della Rossa. Poi ai giornalisti spiega come si sta in abitacolo, per i 56 giri del gran premio: «Con questo caldo e umidità non c’è una grande differenza, perché noi in macchina non sentiamo molto più caldo. Che sia Melbourne con 26 gradi o qui con 32, quando sei a 300 km/h l’aria che entra nell’abitacolo non è male. Non senti il calore così tanto. Infatti il problema lo si avverte maggiormente quando ti fermi ai box per tutto il calore generato dalla monoposto».

    Nel 2012 arrivò la vittoria. Inattesa, figlia del caso e di condizioni particolari. Dopo il primo assaggio del mondiale, verrebbe facile pronosticare una Ferrari in lizza per la vittoria, nonostante lo stesso Alonso si sia detto sorpreso se avvenisse nelle prime gare. Poi ammette: «Credo non ci sia paragone con l’anno scorso, quando non eravamo neanche riusciti a entrare in Q3 e non eravamo dove avremmo voluto essere. Quest’anno, da questo punto di vista va un po’ meglio e abbiamo una vettura più o meno competitiva. Nel fine settimana cercheremo la conferma che la vettura si comporta bene. Dopo le sensazioni positive nei test invernali e poi in Australia, questo weekend è un test molto importante per noi. La speranza è che un podio possa essere ancora un buon obiettivo. Se riusciamo a centrarlo, possiamo essere molto contenti».

    Ammette la superiorità della Lotus a Melbourne, ma ci tiene a fare dei distinguo: «Il passo della Lotus era molto buono, ma non era per noi impossibile, non era al di fuori della nostra portata. Hanno avuto una gara pulita, senza traffico, quindi credo che possiamo lottare con loro un po’ più da vicino».

    Massa e le sensazioni per il GP di Malesia

    E’ un Felipe Massa galvanizzato dalla bella prestazione in qualifica e in gara a Melbourne, quello che si avvicina all’appuntamento malese. «La monoposto è dieci volte migliore, sono contento e mi trovo molto più a mio agio rispetto allo stesso periodo un anno fa, quando faticavo nel comprendere la vettura. Quest’anno posso essere molto più costante e la vettura è più facile da guidare, il che è positivo per la squadra e anche per me», ha dichiarato.

    Bando tuttavia ai facili entusiasmi, perché le condizioni particolari dell’Australia potrebbero aver disegnato un quadro non troppo realistico dei valori in campo. Poi c’è da misurare la F138 sul giro secco in una qualifica regolare, per capire qual è il distacco effettivo dalla Red Bull: «Ricordate, in qualifica eravamo un secondo più lenti, anche se le condizioni della pista non erano omogenee, quindi è difficile dire dove siamo realmente».

    A quanti, poi, si chiedono se si sarebbe potuta scegliere la stessa strategia della Lotus, Massa è chiaro: veloci sì, ma meno gentili sulle Pirelli. «In gara il nostro passo era eccellente, forse il migliore, quando le nostre gomme erano in buone condizioni. Il nostro livello di degrado degli pneumatici è stato più elevato di quello di Kimi, ma era ragionevole rispetto alle altre monoposto, il che è decisamente positivo».

    BUON COMPLEANNO AYRTON

    Fanta F1, secondo appuntamento in Malesia

    fantaf1

    La nuova stagione della Fanta F1 2013 ha debuttato in Australi. Appena una settimana e siamo di nuovo a parlare del pronostico per il week end del Gran Premio di Malesia. Il gioco consiste nell’indovinare la pole position e i primi 8 classificati di ogni Gran Premio di Formula 1. Pensi di poter azzeccare il pronostico? Allora cosa aspetti: clicca qui per partecipare, , mentre se vuoi leggere il regolamento, lo trovi in quest’altro link. Cosa aspetti: il Fanta F1 aspetta solo te!

    C’è tempo fino alle 24:00 di venerdì per pronosticare chi otterrà la pole position, mentre entro la stessa ora del sabato dovrete indicare la vostra top eight in gara.