GP Malesia F1 2013, Raikkonen: “Non siamo a 1 secondo dalla Red Bull in qualifica” [FOTO]

Kimi Raikkonen è stato il protagonista della conferenza stampa del giovedì a Sepang

da , il

    conferenza stampa sepang

    A Sepang il week end del Gran Premio di Malesia si apre con la conferenza stampa dei piloti. Oltre al protagonista del gran premio d’Australia, Kimi Raikkonen, la ribalta è stata per i cinque debuttanti: Chilton, Van der garde, Gutierrez, Bottas e Bianchi. La curiosità principale era tutta per il finlandese della Lotus e cosa dobbiamo aspettarci dalla gara di domenica.

    Come di consueto non c’è troppo entusiasmo nelle dichiarazioni, e quando Sky Sport F1 gli chiede dei 200 gran premi raggiunti da Fernando Alonso, giustamente replica: «E’ solo un numero, non cambierà niente nella sua carriera e non ha niente a che vedere con me».

    Non si proietta troppo in là con gli obiettivi e se gli chiedi del titolo mondiale per la Lotus, ci va cauto: «Se avremo la possibilità di essere davanti fino alla fine dell’anno, andrà bene anche per il titolo. Intanto guardiamo a questo week end». Gran Premio di Malesia, ovvero, la prima vittoria in carriera nel 2003, una pista da considerare “amica”, se non fosse per il caldo torrido: «E’ stato bello vincere la prima corsa, non mi piacciono caldo e umidità ma il circuito è bello. Speriamo di ottenere un altro bel week end».

    Per caratteristiche climatiche e tecniche, Sepang è da ritenere un banco di prova impegnativo, sul quale la Lotus può aspirare a un altro gran risultato: «L’anno scorso siamo andati abbastanza bene e faceva caldo. Ancora non abbiamo corso con la E21 col caldo, aspettiamo e vedremo».

    Al pari della Ferrari, anche per la Lotus c’è l’incognita del reale valore in qualifica, là dove ha rimediato oltre un secondo di distacco dalla Red Bull. Non se ne preoccupa troppo Raikkonen (e il risultato del gran premio non può che dargli ragione): «Nelle qualifiche c’era una situazione anormale, altrimenti saremo più vicini. Non credo che in condizioni normali saremo a 1 secondo». Infine, a chi lo dipinge come la lepre, il leader che tutti terranno d’occhio, non si scompone più di tanto e dice: «Non ho nessun bersaglio addosso, non faremo niente di diverso da quanto fatto l’anno scorso. Per noi non fa differenza se qualcuno pensa che siamo i leader: speriamo di ottenere dei buoni punti».

    I rookies di Melbourne

    Insieme a Raikkonen, in conferenza stampa c’erano i piloti debuttanti nel mondiale. Miglior risultato tra tutti a Melbourne è stato quello ottenuto da Gutierrez, mentre in Williams si è rimasti sotto le attese. Nonostante ciò, Bottas può dirsi soddisfatto dopo aver messo dietro il più esperto Maldonado. «Non ho avuto grandi problemi anche se ci aspettiamo molto di più. La macchina ha del potenziale, dobbiamo cercare di estrarlo».

    Quando guidi una Marussia, difficile poter ambire a grandi traguardi. Per Jules Bianchi, esser saltato in macchina all’ultimo momento a Barcellona e andare subito più forte della Caterham e del compagno di squadra, è certo un buon punto di partenza. «Gran bel week end in Australia, anche se mi hanno chiamato in ritardo. Sono piuttosto contento, con un risultato positivo. La prima volta che ho guidato la Marussia son rimasto sorpreso, le aspettative erano molto inferiori; adesso cerco di migliorare me stesso e la macchina, proverò a fare il mio meglio».

    Chi ha delle pressioni particolari nel finesettimana malese è Esteban Gutierrez, specialmente guardando al risultato clamoroso di Perez nel 2012: «Ci sono pressioni, è ovvio, ma non ci penserò. Il meteo sarà molto variabile, cercherò di fare del mio meglio e migliorare passo dopo passo».

    FOTOGALLERY ANTEPRIMA GRAN PREMIO DI MALESIA 2013 – SEPANG