GP Malesia F1 2014, Raikkonen: sensazioni migliori, a mio agio con la Ferrari

Ferrari in forma nel venerdì del Gran premio di Malesia 2014

da , il

    Le prove del Malaysian Grand Prix a Sepang

    AP/LaPresse

    Sembra un’altra Ferrari, quella vista a Sepang. Il week end del Gran premio di Malesia 2014 è solo all’inizio e non è detto che le sensazioni positive emerse al venerdì si convertano automaticamente in un risultato importante domenica.

    La F14 T è apparsa con piccole modifiche visibili, ad esempio la griglia ampliata sul dorso del cofano motore, così da agevolare lo smaltimento di calore dal vano. Nient’altro di evidente. Quel che invece è diverso rispetto a Melbourne è il feeling di Kimi Raikkonen con la macchina. Decisamente più a suo agio, in grado anche di migliorare tra le due sessioni là dove al mattino – il primo settore di pista – non riusciva a esprimersi al meglio.

    «E’ stata una giornata positiva, ho avuto sensazioni migliori rispetto al venerdì di Melbourne», conferma il finlandese, secondo a un pochi centesimi da Rosberg.

    «Mi sento più a mio agio con la F14 T e pur non avendo avuto problemi sappiamo che c’è ancora molto da fare. Il programma era concentrato sull’assetto e la prova delle mescole Pirelli: la guidabilità sembra buona anche se, come è emerso dalla simulazione gara, dovremo fare attenzione al degrado, particolarmente elevato. Adesso studieremo tutti i dati raccolti per migliorare», spiega Raikkonen esente dai bloccaggi in frenata che ne avevano contrassegnato la guida al debutto a Melbourne.

    [sondaggio id="421"]

    Chi non dà spunti di analisi è, invece, Fernando Alonso. Si trincera dietro al solito “non sappiamo cosa hanno fatto gli altri” e aggiunge che si è ancora nella fase di apprendimento. Giusto il tempo di carpire un «le gomme saranno un fattore molto importante per le temperature», che si unisce al coro unanime di quanti hanno saggiato le Pirelli a Sepang, completato da un’indicazione sull’impiego delle mescole: «le dure sembrano andar meglio sul long run, ma è ancora presto per parlare di qualifica e strategia di gara».

    Il perché del degrado elevato, pur con gomme più dure rispetto al 2013, lo spiega Pat Fry: «Sono gomme più dure ma sono ancora sottoposte a uno stress elevato da carichi laterali nelle curve veloci e gestire il degrado sarà un fattore chiave. Anche se siamo a pochi centesimi dal primo nella classifica dei tempi, come ogni venerdì è impossibile fare una valutazione effettiva: il vero ordine in campo lo vedremo domani in qualifica».

    Continua la Fanta F1 di Derapate!

    Dopo l’Australia si va in Malesia per la FantaF1, il tradizionale gioco on line di Derapate.it. Se pensi di poter indovinare chi otterrà la pole e i primi otto classificati di ogni Gran Premio, allora non perdere tempo: farlo è semplicissimo, basta cliccare in questo link, mentre il regolamento del gioco, lo trovi qui. Gioca insieme a noi, puoi essere il vincitore dell’edizione 2014 del Fanta F1!