GP Malesia F1 2014, Renault: possibili nuovi problemi per i motori

Renault guarda al Gran premio di Malesia 2014 annunciando le possibili trappole di Sepang

da , il

    Melbourne Australian Grand Prix, il giovedì pre gara

    AP/LaPresse

    Non serve uno sciamano per capire come il Gran premio di Malesia 2014 sia una pericolosa trappola per i motoristi. Le temperature torride, lo stress di un circuito decisamente più esigente di quanto non sia stato l’Albert Park, sono solo alcune delle insidie da schivare, per portare a termine la gara.

    In Renault mettono le mani avanti, ammettendo le criticità che potrebbero parcheggiare più di una monoposto con il V6 transalpino; certo è che nemmeno gli altri possono dormire sogni tranquilli: i test al caldo del Bahrain sono ben altra cosa rispetto allo stress di un week end di gara, in cui spingere dal venerdì fin sotto la bandiera a scacchi.

    [sondaggio id="421"]

    Abbiamo imparato a conoscere Remi Taffin, capo delle operazioni in pista Renault, il quale spiega come siano state ricreate al banco prova le condizioni che hanno portato ai ritiri di Melbourne: «In gran parte sono stati risolti mentre i problemi rimanenti saranno sotto controllo a partire da venerdì».

    «Anticipiamo che potrebbero verificarsi ulteriori contrattempi, sui quali saremo in grado di reagire prontamente per ridurre il loro impatto», aggiunge Taffin. Sembra mettere le mani avanti, quasi consapevole che la strada verso l’affidabilità totale è ancora lunga.

    Tradizionalmente il Gran premio di Malesia non è mai stato un severo test per i motori, ma con i cambiamenti regolamentari tutto cambia: «Sepang è tra le piste i cui requisiti tecnici variano con le nuove norme. Fino allo scorso anno era un circuito che si posizionava nella parte centrale tra quelli più esigenti sui motori, ma adesso diventa una delle gare più dure. Tra tutti i componenti della power unit, quello più stressato sarà il motore termico. L’umidità solitamente agevola i motori aspirati, con una conseguente diminuzione di potenza, compensando così l’impatto dei due lunghi rettilinei. Quest’anno non sarà così: con il turbo l’aspirazione è controllata in tutte le fasi, indipendentemente dalle condizioni ambientali e quei rettilinei faranno davvero male».

    Riparte il Fanta F1 di Derapate!

    Gp Valencia 2012, la gara

    Dopo l’Australia si va in Malesia per la FantaF1, il tradizionale gioco on line di Derapate.it. Se pensi di poter indovinare chi otterrà la pole e i primi otto classificati di ogni Gran Premio, allora non perdere tempo: farlo è semplicissimo, basta cliccare in questo link, mentre il regolamento del gioco, lo trovi qui. Gioca insieme a noi, puoi essere il vincitore dell’edizione 2014 del Fanta F1!