GP Malesia F1 2015, prove libere Mercedes: Hamilton alla ricerca del setup perfetto

Hamilton miglior tempo, Rosberg terzo. Le Mercedes nel Gran premio di Malesia restano le favorite, ma non sono immuni da problemi di affidabilità. Le parole dei protagonisti.

da , il

    L’apparenza (i tempi del venerdì) inganna? Lo scopriremo domani, intanto il Gran premio di Malesia 2015 ha detto di una Mercedes non immune da problemi di affidabilità e tutt’altro che in palla con le gomme medie e la gestione del ritmo gara. Hamilton ha perso l’intera sessione del mattino per un problema al motore, e solo dopo mezz’ora delle libere 2 è potuto scendere in pista. Appena 16 giri all’attivo, quanto basta per issarsi in testa alla classifica dei tempi e copiare il passo gara di Raikkonen. «Tutto risolto con il motore, la squadra ha lavorato benissimo», dirà l’inglese dopo le prove. Aggiungendo: «Le Ferrari sembrano forti, lo sono davvero. E’ sorprendente vedere quanto siano buoni i loro tempi, vedremo se proseguiranno nel corso del week end». Per seguire il LIVE della gara del GP Malesia F1 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    I commenti

    E’ davanti di nemmeno 4 decimi, ma a differenza di Raikkonen ha potuto fare un giro pulito, sfruttando il meglio della gomma media. Certo, l’assetto non è ancora a punto e si dovrà lavorare a fondo prima delle qualifiche: «So che il mio giro non è stato spettacolare, ho alcuni miglioramenti che posso apportare al bilanciamento, il setup è quello dell’ultima gara: sono certo rivedremo qualcosa e progrediremo un po’», assicura Lewis.

    | LEGGI ANCHE: FERRARI, C’E’ MARGINE PER MIGLIORARE |

    Più in difficoltà è apparso Rosberg, con la macchina che si muoveva molto nel giro veloce con gomme medie, per poi andare sul long run senza impressionare. «Abbiamo gomme diverse quest’anno e in teoria soffrono un po’ meno, ma non sembrerebbe al momento», dice lasciando intendere la poca aderenza assicurata sull’asfalto a 60° C. «Sentivo il calore dell’asfalto attraverso il telaio e i 60° C arrivavano dritti al cockpit, è estremamente caldo in macchina».

    | CRONACA PROVE LIBERE 2 |

    Sulle mescole, aggiunge: «Le prime (gomme dure; ndr) saranno le gomme per la gara e dovremo vedere quanto a lungo riusciamo a stare fuori con le morbide (le medie; ndr)». Si giocherà anche su questo fronte la gara: gestire le gomme meglio degli altri potrà dare un netto vantaggio allontanando la sosta ai box.

    Fabiano Polimeni