GP Malesia F1 2015: Toro Rosso sugli scudi, Williams appannata

Toro Rosso in ascesa dopo il Gran premio di Malesia 2015. Verstappen davanti a Sainz, entrambi davanti alle Red Bull. In Williams, invece, passi indietro rispetto ai primi.

da , il

    Ferraristi a parte, un plauso per come hanno interpretato il Gran premio di Malesia 2015 va alla Toro Rosso, a Verstappen e Sainz. Entrambi hanno lottato, con strategie diverse, e specialmente lo spagnolo ha brillato per la capacità di gestire le gomme e andare su due soste, contro le tre dell’olandese. Sotto la bandiera finirà davanti Max, ma il bilancio è estremamente positivo per il team di Faenza, in odore di acquisizione da parte della Renault. «Mi sono divertito davvero, sono molto contento di aver ottenuto i primi punti in Formula 1, abbiamo fatto un gran lavoro come team», commenta Verstappen.

    Le parole dei protagonisti

    | FERRARI: LE PAROLE DI VETTEL, RAIKKONEN E ARRIVABENE |

    «I primi giri sono stati insidiosi perché ero in difficoltà con le gomme medie, così abbiamo anticipato il pit per passare sulle dure, e ha funzionato alla perfezione, la macchina rispondeva alla grande. Abbiamo battagliato con gli altri ed è stato divertente», aggiunge.

    Segnali molto interessanti erano giunti a Melbourne da Sainz, che conferma un avvio di mondiale positivo, finendo in scia al compagno di squadra: «Una strategia a due soste, su un circuito come Sepang, non è mai semplice, ma ha funzionato bene alla fine e mi ha fatto dimenticare il risultato in qualifica».

    | LEGGI ANCHE: CRONACA GRAN PREMIO MALESIA 2015 |

    Si mettono alle spalle la Red Bull e appaiono più consistenti oggi di quanto non sia il team ex campione del mondo. La dimensione reale della Toro Rosso è questa, perché la Williams non sembra essere alla portata nel breve termine. Massa e Bottas hanno affrontato un week end difficile, con una FW37 mai competitiva e in grado di impensierire Ferrari e Mercedes. «Penso che siamo arrivati nella miglior posizione possibile per la nostra squadra; forse io no, perché ho perso 2″ nell’ultimo pit e mi ha distrutto il vantaggio che avevo su Bottas, arrivato a 3 giri dalla fine vicino e non all’ultimo», spiega un Felipe Massa sorpassato nell’ultimo giro.

    Sul risultato Ferrari, commenta: «Non è bello, cioè per loro sì, ma noi abbiamo perso tanto dalla Ferrari per recuperare una situazione che vista la loro gara non sarà facile. Quel che hanno fatto è una bella gara, chi ha scommesso sulla Ferrari ha vinto tanti soldi…».

    Fabiano Polimeni