GP Malesia F1 2016, Hamilton: “Qualcuno o qualcosa non vuole che io vinca quest’anno”

Delusione per Lewis, dominatore del GP fino al ritiro che complica clamorosamente la corsa al titolo

da , il

    GP Malesia F1 2016, Hamilton: “Qualcuno o qualcosa non vuole che io vinca quest’anno”

    Per capire quale sia il clima dopo il Gran premio di Malesia 2016 in Mercedes, bastano le dichiarazioni di Lewis Hamilton. «Le mie domande sono alla Mercedes, abbiamo perso così tanti motori. Ci sono 8 piloti motorizzati Mercedes e il mio è l’unico che si rompe. Qualcuno deve darmi delle risposte e non è accettabile. Qualcosa o qualcuno non vuole che io vinca quest’anno». Parole di fuoco, alla BBC, come le fiamme uscite dal posteriore della W07 Hybrid, mentre era in testa, a spingere per aprire un divario sufficiente alla seconda sosta e restare in lotta con le Red Bull per la vittoria. Il titolo è un’impresa sempre più difficile da mettere a segno, Rosberg va a +23, niente di irrecuperabile, ma servirà un filotto di vittorie fino ad Abu Dhabi per centrare il quarto mondiale.

    «Era un motore nuovo, ho fatto una gara appena. Ho corso le libere 3, la qualifica ed era uno dei tre nuovi che avevo. Su qualcosa come 43 motori Mercedes, solo il mio è andato», ripete Lewis nel dopogara. E non è contento nemmeno Niki Lauda, che si sente idealmente responsabile di quanto accaduto: «Capisco la delusione di Lewis, sono molto triste per lui, sono cose che non dovrebbero capitare di solito. Ora Nico è 23 punti davanti nel campionato ed è molto difficile. Nelle prossime gare Nico può guidare con la testa pensando al campionato. La rottura del motore di Lewis è colpa nostra, questo il mio problema». Ai dubbi di Hamilton su quanto accaduto si affiancano altre sensazioni: «Dolore. Abbiamo lavorato tantissimo, un week end grandioso, fatto tutto quello che avremmo dovuto, a fine gara ci sono 8 piloti motorizzati Mercedes che arrivano in fondo e solo uno che esplode: il mio. E’ successo in rettilineo, senza avvisaglie di un problema, stava andando benissimo. E’ difficile, non c’è niente che possa fare, tenere la testa giù e continuare a fare quel che ho fatto in questo week end».

    Sorti invertite a fine gara rispetto a quanto si era profilato in partenza, con Rosberg centrato da Vettel e costretto a rimontare. Sull’incidente, Lauda ha commentato: «Quando Verstappen ha fatto la stessa cosa a Spa, tutti hanno detto che era pazzo. Vettel oggi ha fatto la stessa cosa, un errore di Seb».

    Ricciardo trionfa, Hamilton tradito dal motore| Raikkonen: “Mancata velocità pura”| Ricciardo: “Dopo Monaco, è il karma”

    Nico, dal canto suo, è deluso per la mancata vittoria, ma può festeggiare visto il ritiro di Hamilton: «Pensavo che fosse tutto finito alla prima curva, sono molto contento di essere riuscito a reagire, è stato grandioso. Mi aspettavo una giornata migliore in generale, ma è andata così. A parte la stanchezza, è un buon momento in generale, attendo impaziente la prossima gara, nella quale attaccherò al massimo. Seb era troppo veloce all’interno, è andato dritto, anche noi avevamo staccato al limite. Non è stata una buona mossa da parte sua e mi ha rovinato la gara. Poi ho lottato e ci ho messo tutto quel che avevo, guerra con Kimi e non pensavo mi avrebbero dato la penalità. E’ stata una buona rimonta. Volevo vincere, terzo dopo una gara così, certo, bei punti, conosco bene la sua situazione, che rompe la macchina in una fase così del mondiale non è una bella cosa».