GP Malesia F1 2016, il Processo alla gara di Sepang

GP Malesia F1 2016, il Processo alla gara di Sepang

Rottura inammissibile per Mercedes, Vettel ancora un eccesso di foga

da in Circuito Sepang F1, Formula 1 2017, GP Malesia F1
Ultimo aggiornamento:

    Un Gran Premio di Malesia 2016 ricco di episodi clamorosi, quello che a Sepang ha visto trionfare Daniel Ricciardo. Scenari destinati a condizionare pesantemente il campionato, non solo per la lotta in testa Rosberg-Hamilton, ma anche per l’importante secondo posto nel mondiale Costruttori, dove una Ferrari in netta situazione di inferiorità tecnica sembra incapace di rispondere alla Red Bull. Il Processo alla gara vive su tre protagonisti, condotte da valutare in modo più o meno critico, a seconda di come la si pensi.

    ACCUSA – Ancora una volta esagera in partenza. Le gare non si decidono alla prima curva e, dopo la chiusura ottimistica effettuata a Spa, andando addosso a Raikkonen, a Sepang Sebastian era determinato a girare davanti alle Red Bull in curva 1. Ha calcolato male gli spazi, allungato la frenata e distrutto la propria gara. C’è ansia da prestazione in Ferrari e in particolare è riposta su Vettel. Il fatto di trovarsi un Raikkonen competitivo come raramente lo abbiamo visto nelle ultime stagioni ha costretto il tedesco ad alzare l’asticella del gioco, lui sul quale tante speranze ripongono i tifosi. La necessità di confermare le attese sta giocando brutti scherzi al tedesco. Serenità e calma per ripartire.

    DIFESA - Un incidente di gara quello in curva 1. E’ giustificato il tentativo di passare le Red Bull in partenza, altrimenti sarebbe stata una gara a inseguire, avendo Verstappen e Ricciardo un passo gara molto competitivo. Bisognava azzardare e giocarsi le proprie carte subito. E’ andata male, pazienza. Con la macchina che si ritrovano tra le mani Seb e Kimi, certi azzardi sono necessari per provare a fare il risultato.

    Le pagelle del GP di Malesia

    ACCUSA – Una macchina da guerra inarrestabile, ma fragile.

    O meglio, una sola delle due Mercedes è fragile, stranamente sempre quella di Hamilton. Possibile che Rosberg riesca a girare sul 1’36″ nel finale, per allungare su Raikkonen e Hamilton con un passo da 1’38″ veda il motore andare in fumo? C’è qualcosa che non va e il mondiale viene condizionato dalla scarsa affidabilità dei componenti montati sulla macchina di Lewis.

    DIFESA – Da stupidi immaginare che possa telecomandarsi una rottura. C’è una sfortuna enorme in quel che è successo quest’anno a Hamilton, tuttavia, non si può dimenticare come la stessa Mercedes sia stata l’artefice dei due titoli precedenti, assicurando una monoposto arma totale. Quando si tira il progetto al limite e si ha la miglior power unit del lotto, le rotture fanno parte del gioco. Certo, la stranezza della casistica che vede sempre la Mercedes numero 44 rallentata dai guasti è difficile da far passare, ma in assenza di prove è altrettanto assurdo parlare di sabotaggio per favorire Nico Rosberg.

    ACCUSA - L’augurio è che siano totalmente concentrati sul progetto 2017 a Maranello, perché se davvero si sta sviluppando ancora la SF16-H (a Sepang sono stati provati diversi turning vanes sotto al muso), allora la direzione è di sicuro sbagliata. La competitività latita, Ferrari chiaramente terza forza del lotto, salvo alcuni frangenti nei quali Raikkonen riusciva a girare su tempi vicini a quelli dei migliori. Speriamo davvero che non siano state destinate risorse in questa fase sulla monoposto, più preoccupante dell’assenza di risultati è avere sviluppi che non funzionano.

    DIFESA – L’inferiorità tecnica è evidente, non clamorosa ma è lì nella tabella dei tempi. I piloti fanno il possibile con il materiale a disposizione e la riorganizzazione interna voluta da Marchionne dovrà dare i suoi frutti nel 2017, già pronti per essere consumati. Passi pure che le ultime gare di quest’anno vengano corse in prospettiva futura, per sperimentare soluzioni in pista da introdurre il prossimo anno. Tra il secondo e terzo posto nel mondiale Costruttori, premi in denaro a parte, non cambia poi molto. I vincitori sono comunque altri.

    687

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Circuito Sepang F1Formula 1 2017GP Malesia F1