GP Malesia F1 2016: Pirelli analizza le mescole scelte

GP Malesia F1 2016: Pirelli analizza le mescole scelte
da in Circuito Sepang F1, F1 Tecnica, Formula 1 2017, GP F1, GP Malesia F1, News F1, Piloti F1 2017, Pirelli F1
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    Hembery

    Nel fine settimana la Formula 1 scenderà in pista a Sepang per il GP Malesia F1 2016. Sul circuito asiatico sarà bagarre tra i piloti Mercedes. I due alfieri delle frecce d’argento, in piena lotta per la vittoria del campionato piloti, dovranno fare i conti con le Red Bull e le Ferrari. La Pirelli, fornitore unico degli pneumatici, ha spiegato i motivi per cui ha deciso di portare le tre mescole più dure a disposizione ossia: P Zero Orange hard, P Zero White medium e P Zero Yellow soft. In gara ci sarà l’obbligo di usare la mescola più dura della gamma con due set di hard obbligatori. Per seguire LIVE in diretta web la gara del GP Malesia F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    A Sepang, come a Singapore, ci sarà da tenere in considerazione l’umidità che toccherà picchi intorno all’80%. Questi valori incideranno sicuramente sulle prestazioni degli pneumatici e per questo motivo la Pirelli ha deciso di portare le mescole più dure di gamma. Questo ovviamente inciderà anche sulle strategie dei team che saranno quasi sicuramente su più soste. Il tracciato malese è stato da poco riasfaltato e non dovrebbe dunque avere delle irregolarità, però ci sarà sempre da tenere in considerazione il degrado termico degli pneumatici che sarà alto. Va ricordato inoltre che il rischio di forti acquazzoni improvvisi è sempre dietro l’angolo e anche in passato sono state esposte delle bandiere rosse per degli scrosci battenti. La Pirelli, in una nota ufficiale firmata da Paul Hembery direttore MotorSport Pirelli, ha comunicato: “La Malesia è una gara davvero estrema e rappresenta un vero test per i pneumatici, con temperature elevate e alti carichi nei curvoni veloci. Il meteo inoltre può cambiare di colpo, trasformando la pista in un lago. Questo rende il weekend di Sepang molto vario, ed è difficile seguire l’evoluzione della pista. Quest’anno, poi, c’è la grande incognita della superficie della pista, che è completamente nuova. In passato abbiamo visto un gran numero di pit stop ed è probabile che anche questo weekend assisteremo a più soste per la maggior parte dei piloti: ovviamente, adesso che i team hanno tre mescole tra cui scegliere, questo apre a un ampio ventaglio di variabili in termini di potenziali strategie di gara”. L’anno scorso a vincere fu Sebastian Vettel con una strategia a due soste, partito con le medie, passò di nuovo alle medie nel giro 17, poi alle hard nel giro 37. Riuscirà a ripetersi anche quest’anno?

    480

    PIÙ POPOLARI