GP Malesia F1 2017, anteprima: Ferrari, al via la (difficilissima) rimonta

A Sepang, ultima volta della Formula 1, Vettel deve iniziare il recupero su Hamilton, tutt'altro che semplice

da , il

    GP Malesia F1 2017, anteprima: Ferrari, al via la (difficilissima) rimonta

    E’ un finale di campionato di Formula 1 che può guardarsi da due prospettive: quella del tifoso irriducibile, oppure con gli occhi di un realismo che, per la Ferrari, prospetta in salita la rimonta nel mondiale Piloti. Il Gran Premio di Malesia F1 2017 sarà la prima tappa del dopo-Singapore, della gara che doveva riportare Vettel in testa al mondiale e, invece, ha affossato le speranze del titolo Costruttori e compromesso enormemente quelle nella classifica Piloti. Il tifoso e l’ottimista fanno bene a sperare nel miracolo, perché in Mercedes non hanno più motori nuovi da giocarsi fino ad Abu Dhabi e una mancanza di affidabilità può sempre capitare e compromettere un week end di gara. Le piste all’orizzonte, a cominciare da Sepang, non saranno spiccatamente favorevoli alla Ferrari come lo è stata Singapore, quindi, ogni evento sarà una lotta sul filo. Come Spa, probabilmente. E qui entra in gioco l’altra variabile: la prestazione in qualifica. CLICCA QUI per seguire LIVE in diretta web la gara del GP Malesia F1 2017 con risultati e classifica.

    Mercedes imbattibile al sabato vuol dire una posizione di partenza agevolata. In Malesia dovrebbe arrivare la quarta power unit Ferrari, evoluta, che dovrà ricucire ancora un po’ il divario. Da due anni manca la vittoria delle Frecce d’argento, sarebbe potuta arrivare nel 2016, facilmente, se non fosse stato per il cedimento del motore sulla monoposto di Hamilton. Una strada mostruosamente in salita, quella che dovrà affrontare la Ferrari. Il pacchetto è competitivo, può sfidare Hamilton e Bottas, ma per tornare in partita, con 28 punti di ritardo nel mondiale Piloti, servirà più di una serie di vittorie. Matematicamente basterebbe anche un filotto di successi di Vettel nelle prossime quattro gare con Hamilton sempre secondo per mettere in pari il confronto.

    Vettel-Hamilton a Sepang, Suzuka, Austin e Città del Messico. Specialmente quest’ultima appare chiaramente favorevole alla Mercedes e anche Austin è storicamente pista che ha premiato i tedeschi. Difficilmente, poi, ritroveremo Red Bull in mischia come lo è stata a Singapore. Arrivano piste sulle quali la power unit riveste un peso importante, forse troveremo più vicina del solito la RB13 a Interlagos e Abu Dhabi, ma non scommetteremmo su una competitività tale da sfidare alla pari Ferrari e Mercedes per la vittoria.

    Alle porte abbiamo un back-to-back di gare asiatiche dopo il quale si potrà tirare una linea e scoprire il “saldo” di punti che separano Vettel da Hamilton. Sepang e Suzuka saranno passaggi cruciali, per capire se da quei 28 punti la Ferrari sarà stata in grado di limare il gap e valutare, realisticamente, quali chance avrà per il titolo Piloti a 4 gran premi dalla conclusione del campionato e con 100 punti disponibili sul tavolo.