GP Malesia F1 2017, libere Ferrari. Vettel: “Sarebbe bello mantenere questo vantaggio”

Ferrari ampiamente davanti dopo le libere 2 del GP di Malesia F1 2017 a Sepang, Vettel e Raikkonen soddisfatti della SF70H

da , il

    GP Malesia F1 2017, libere Ferrari. Vettel: “Sarebbe bello mantenere questo vantaggio”

    Inizia sotto i migliori auspici, il week end del Gran Premio di Malesia F1 2017 della Ferrari. Le novità introdotte sulla SF70H, tra fondo piatto e deviatori di flusso dietro le ruote anteriori, nonché un airscope specifico con le “orecchie” per un maggior raffreddamento, funzionano. Portano Vettel al comando, con un bel ritmo sia sul giro secco che sul passo gara. Troppo veloce e troppo ampio il margine sulla Mercedes perché sia realistico? Come spesso è accaduto alla Ferrari tra le libere del venerdì e il sabato, Hamilton e Bottas avranno il tempo per apportare modifiche all’assetto della W08 e ripresentarsi in altre condizioni nelle libere 3.

    Vettel e Raikkonen che si limitano a dire che si è trattato di un buon venerdì, senza però lanciarsi troppo in avanti. Saranno le libere 3 a dirci la parola definitiva su quali rapporti di forza avremo verso la qualifica. Una sessione che, se sarà sull’asciutto, vedrà tanti simulare una porzione di long run, mancato completamente oggi. CLICCA QUI per seguire LIVE in diretta web la gara del GP Malesia F1 2017 con risultati e classifica.

    «Stamattina è stata un po’ confusa, non ci sono state tante possibilità di girare. Al pomeriggio è andata meglio, la macchina è sembrata a punto sin dall’inizio, poi abbiamo provato alcune cose ma senza poter fare tutti i giri che avremmo voluto a causa della bandiera rossa», racconta Vettel. Il vantaggio su Hamilton e Bottas è di ben 1″4 e Seb commenta: «Sarebbe bello poter avere questo vantaggio per tutto il week end, ma non so cosa stessero facendo gli altri. E’ strano che entrambi faticassero, al venerdì si può un po’ giocare e provare cose diverse, mi sarebbe piaciuto provare un po’ di cose». Come a dire: prima di dare per spacciata Mercedes, aspettiamo.

    Una Ferrari che deve augurarsi un week end sull’asciutto, vista la forza espressa, mentre sul bagnato si è fatta minacciosa la variabile Red Bull. «Non importa il tempo che ci sarà, abbiamo una buona macchina e sta a noi che funzioni in tutte le condizioni. Sul bagnato sembra che fatichiamo un po’ di più, ma quest’anno solo due volte è stato bagnato, a Monza e qui, non abbiamo tanti dati ma sta di fatto che dobbiamo lavorarci, la Red Bull sembra più competitiva sul bagnato».

    Alle sue spalle ha chiuso Kimi Raikkonen. Molto veloce sul passo gara, nel tentativo di giro veloce su gomma supersoft non ha sfruttato al meglio il potenziale della gomma, tanto da migliorarsi nel primo settore al secondo giro lanciato, prima che la gomma perdesse prestazione nel T2 e T3. I 6 decimi di divario rimediati oggi dovranno ridursi, e tanto, per impedire che nel mezzo arrivino altri incomodi: «E’ un venerdì normale, dipende da quello che fanno tutti. E’ andata piuttosto bene, nelle condizioni di bagnato abbiamo fatto qualche giro, nel pomeriggio è andata meglio anche se c’è stato il problema al circuito che ha accorciato la sessione. Direi che la macchina era buona, ho commesso qualche errore con le gomme nuove ma le prestazioni c’erano».