GP Malesia F1: Ferrari alla deriva

Qualifiche decisamente da dimenticare per la Ferrari a Sepang

da , il

    Alonso qualifiche Malesia

    Tempo abbastanza scontato in Malesia nelle qualifiche del sabato, ma griglia di partenza decisamente insolita per quello che domenica si appresta ad essere un Gran premio con la “g” maiuscola. La pole position è andata di nuovo in casa Red Bull, ma questa volta è stato Mark Webber a mettere a segno il miglior tempo, mentre il compagno di squadra Vettel partirà in terza posizione (e magari stavolta gli porterà più fortuna). In prima fila accanto a Webber ci sarà invece la Mercedes di Rosberg. Se si scorre la classifica oltre la terza posizione, a parte Schumacher all’ottavo posto, viene da chiedersi se i piloti che solitamente occupano la top ten si siano dimenticati di presentarsi all’appello…

    QUALIFICHE GP MALESIA. Sul circuito di Sepang la pioggia ha infatti ribaltato completamente la situazione e la maggior parte dei big non sono riusciti nemmeno a passare alla Q2. Testacoda degni di un ottovolante, scivolate nella sabbia, gomme sbagliate, e i piloti abituati alle prime file relegati sul fondo della classifica. Così anche le Ferrari di Alonso e Massa, che partiranno rispettivamente in diciannovesima e ventunesima posizione. A fargli compagnia almeno, ci sarà la McLaren di Hamilton, ventesimo, e una fila più avanti quella di Jenson Button. Per i piloti del cavallino nemmeno le prestazioni nelle libere del venerdì erano state particolarmente brillanti, ma nessuno in Ferrari sembrava preoccupato dai risultati del primo giorno, privi di significato secondo Alonso. Certo è che in gara, specialmente viste le condizioni meteo, tutto può accadere, ma i due ferraristi stavolta saranno impegnati in un bel po’ di sorpassi.

    STEFANO DOMENICALI. A confermare lo scontento generale del team del cavallino è stato il team principal Stefano Domenicali, che ha dichiarato l’errore fatto dalla squadra nel fidarsi delle previsioni meteo. “Quando siamo scesi in pista siamo stati travolti da una pioggia battente. Con il senno di poi è facile dire che non avremmo dovuto aspettare ad uscire. È davvero un peccato perché avevamo tutte le carte in regola per fare un buon piazzamento mentre ora dobbiamo prepararci a una dura lotta dal fondo della griglia”. Domenicali è comunque fiducioso e attende la gara di domani, dove sarà vitale riuscire a portare a casa il maggior numero di punti possibili.

    FERNANDO ALONSO. Anche il pilota spagnolo ha spiegato come la strategia ai box li abbia portati ad attendere più a lungo di quanto fatto dagli altri piloti. “Ci aspettavamo che smettesse di piovere, ma quando siamo usciti in realtà ha cominciato a diluviare e non è stato possibile migliorare i tempi” ha commentato il ferrarista a fine qualifiche. “La pioggia ha sicuramente il “merito” di rendere il tutto più spettacolare e inaspettato, ma in questo modo la sessione è stato un vero terno al lotto. Partire dal fondo della griglia non ci aiuta ma, come abbiamo già visto a Melbourne, in gara può succedere di tutto e la partita è ancora aperta”.

    Foto: motorsport.com