GP Malesia F1: la Red Bull non annaspa

Pochi i big sopravvissuti nelle qualifiche del terzo appuntamento del Mondiale 2010 di F1

da , il

    Sono pochi i big sopravvissuti alla pioggia nelle qualifiche del terzo appuntamento del Mondiale 2010 di F1. La giornata di sabato ha visto letteralmente naufragare molti piloti già nel corso delle Q1, e così la griglia di partenza del gran premio di Sepang vedrà la maggior parte dei favoriti di questa stagione costretti a partire dalle retrovie. Solo le Red Bull di Mark Webber e Sebastian Vettel sono riuscite a rimanere in pista e a conquistare la vetta della classifica. Pole position per il pilota australiano e terzo posto per il giovane pilota tedesco.

    In prima fila partirà anche la Mercedes di Nico Rosberg, mentre il compagno di squadra Michael Schumacher resiste nella top ten piazzandosi ottavo. Bene sul bagnato la Force India di Sutil, quarto, e la Williams dell’esordiente tedesco Nico Hulkenberg. È ancora la Red Bull dunque a tenere botta in cima alla classifica, anche se stavolta Vettel ha passato il testimone al compagno di squadra.

    MARK WEBBER. Giornata difficile per il pilota australiano, che ha però sapientemente sfruttato l’ultima parte delle qualifiche approfittando anche dell’uscita di scena di gran parte dei rivali più temibili, mettendo così a segno la sua prima pole della stagione. “Riuscire a tenere tutto sotto controllo oggi era davvero un’impresa” ha commentato il driver della Red Bull alla fine della sua prova. “Ma grazie al mio ingegnere, Ciaron, e alla decisione di rischiare con le gomme intermedie, sono riuscito a centrare la pole position, nonostante il tracciato fosse insidioso in molti punti”.

    NICO ROSBERG. Ottimo lavoro anche per la Mercedes GP di Nico Rosberg, che è riuscito a piazzarsi tra le due Red Bull. “Sono davvero contento del risultato di oggi. Partire in prima fila è grandioso, e tutto il team e la Petronas sono davvero soddisfatti” ha commentato entusiasta il pilota tedesco. “Non era per niente facile rimanere in pista con un tempo del genere… Nelle Q3 ho dato il meglio e ho fatto segnare un buon tempo nel corso del primo giro veloce. Dal secondo le gomme hanno iniziato a deteriorarsi, quindi non era più possibile migliorare. Sono sicuro che domani faremo un’ottima gara, asciutta o bagnata che sia, non vedo l’ora!”.

    ADRIAN SUTIL. In quarta posizione partirà invece la Force India di Sutil, che da oggi in poi probabilmente verrà soprannominato il “mago della pioggia”, dal momento che il pilota tedesco ne aveva previsto l’arrivo all’ora esatta in cui questa ha cominciato a scendere. “L’avevo detto ieri!” ha esordito il driver della scuderia indiana, soddisfatto del suo piazzamento in qualifica. “Il tempo in pista continuava a cambiare ed è stata una dura lotta, in cui la scelta delle gomme si è rivelata essenziale. Sono davvero felice. È un gran traguardo per il team che ha lavorato sodo e si meritava questo risultato”.