GP Messico 2015, si torna dopo 23 anni

Il Gran premio del Messico sembra concretizzarsi: nel 2015 la Formula 1 tornerà sul circuito di Città del Messico

da , il

    GP Messico F1 2015

    La Formula 1 torna in Messico. Nel 2015 avremo il Gran premio del Messico sul circuito Hermanos Rodriguez, opportunamente aggiornato alle esigenze delle monoposto moderne. Resterà il layout della pista da 4.421 metri, seppur con interventi per garantire la sicurezza richiesti da Charlie Whiting dopo un’ispezione.

    L’accordo sarebbe quinquennale (con opzione per altri 5 anni), a fronte di un impegno pari a 30 milioni di dollari per ciascuna stagione. Tra gli uomini che si sarebbero mossi per il ritorno a Città del Messico del mondiale, Tavo Hellmund, già dietro l’appuntamento di Austin. La società Cie e il figlio di Carlos Slim – già finanziatore delle carriera di Sergio Perez attraverso la Telmex – sarebbero le altre figure chiave dell’operazione. Per seguire il LIVE della gara dall’Ungheria, BASTA CLICCARE QUI!

    [sondaggio id="447"]

    Il posizionamento nel calendario vedrebbe la gara inserirsi nel finale di stagione, in quella che oggi è una trasferta con due eventi in sette giorni: il Gran premio di Austin il 2 novembre e quello del Brasile il 9.

    «Sono lieto di annunciare che abbiamo raggiunto un accordo per correre nel 2015, non perdetevi la gara!», ha commentato Ecclestone. Quanto a Hellmund, ha svelato: «Sin da quando ho iniziato a lavorare per la gara ad Austin con Bernie, portare la Formula 1 in Messico era il mio sogno. Negli ultimi anni siamo stati in grado di mettere insieme tutti i pezzi giusti e ciò mi rallegra».

    I primi contatti già nel 2012

    Nel Patto della Concordia 2013-2020, tra i punti presenti nel nuovo accordo c’è la possibilità per Ecclestone di espandere ulteriormente le gare in calendario. Si potrebbe andare verso 22-23 gran premi l’anno, con delle new entry.

    Navighiamo ancora nel campo delle ipotesi, ma tutto fa pensare che un’espansione ulteriore sia inarrestabile: mercati emergenti come la Russia, il Sudamerica, Sud Africa sono aree da sfruttare per far crescere gli incassi.

    Così, mentre il Gran Premio di Francia 2013 sembra aver subito un rallentamento, dopo le parole di Ecclestone che davano tutto per certo e concluso, un altro ritorno si affaccia sul Mondiale del prossimo anno: il Gran Premio del Messico.

    L’ultima gara si disputò nel 1992 – con vittoria di Mansell e il primo podio di Schumacher -, a Città del Messico dove si tornerebbe in caso di un accordo. E’ il quotidiano spagnolo Marca a lanciare la notizia, che avrebbe basi solide su cui poggiare. Con l’exploit di Sergio Perez e gli sponsor che sostengono la Sauber, un gran premio in Messico sarebbe la vetrina ideale per gli investitori. A fare spazio ci penserebbe Valencia, out in virtù dell’alternanza con il Gran Premio di Spagna a Barcellona, mentre l’accordo iniziale – con il benestare degli organismi locali messicani e del presidente – sarebbe per 5 anni.