GP Messico F1 2016, qualifiche Mercedes. Hamilton: “Nico scontento dell’assetto, ora li abbiamo uguali”

GP Messico F1 2016, qualifiche Mercedes. Hamilton: “Nico scontento dell’assetto, ora li abbiamo uguali”

Rosberg recupera la prima fila in extremis, dopo due eliminatorie molto difficili

da in Circuito Città del Messico F1, Formula 1 2017, GP Messico F1, Interviste Piloti F1, Lewis Hamilton, Mercedes F1, Qualifiche F1
Ultimo aggiornamento:
    GP Messico F1 2016, qualifiche Mercedes. Hamilton: “Nico scontento dell’assetto, ora li abbiamo uguali”

    Come a Austin, il primo momento clou del week end non lo sbaglia. Hamilton in pole nelle qualifiche del Gran Premio del Messico, condizione necessaria per scattare bene domani, dal lato pulito della pista e girare davanti a Rosberg alla prima curva. Sarà una lunga strada prima di arrivare in staccata, nella quale tenere d’occhio gli specchietti e chi prenderà la scia. Potrebbe essere Nico, anche se pagherà il lato sporco del circuito, o Max Verstappen, causa traiettoria gommata e mescola supersoft. E’ la grande differenza tra Mercedes e Red Bull, in grado di incidere sulla gara. Per il momento Lewis si prende la pole e commenta: «E’ sempre una battaglia dura, si deve mettere insieme il giro perfetto ed è sempre difficile con queste gomme, a volte funzionano al primo giro, a volte al secondo. La pista è migliorata molto rispetto a un anno fa, c’è più aderenza e domani sarà ancora migliore». Per seguire la gara del GP Messico F1 2016 LIVE in diretta web, BASTA CLICCARE QUI!

    Ha una marcia in più in Messico, finora. Rosberg è arrivato in extremis a prendersi la posizione attesa, la prima fila. Così in prospettiva gara è difficile capire quale potrà essere il rendimento di Nico. «Mi sento molto forte con la macchina, con le procedure e quel che abbiamo fatto. Mi sto divertendo al volante ed è tutto quel che posso fare: divertirmi e guidare al massimo delle mie capacità. Sarà quel che sarà, fortunatamente ho fatto il lavoro che serviva in questo week end e devo continuare domani», aggiunge un Hamilton che non può far altro che puntare la vittoria e sperare in un aiuto da parte dei rivali, Ferrari e Red Bull, perché si frappongano tra lui e Rosberg.
    Resta il nodo della partenza. E’ andata bene a Austin, domani ci sarà molta più strada prima della staccata. «Sono sembrate positive finora le partenze, ho in programma di riuscirci anche domani.

    E’ stato un week end insolito finora, Nico ha faticato ma alla fine ha centrato l’obiettivo. Non era contento dell’assetto, ora li abbiamo identici, ed è stato in grado di spingere e fare un buon lavoro nell’ultimo giro di Q3».

    Qualifiche: Hamilton strappa la pole, Rosberg la prima fila. Ferrari non concretizza | Vettel: “Sono incazzato! La Q2 è stata una passeggiata”

    Nico riconosce di aver trovato in ritardo la quadratura del cerchio anche se sul suo giro finale di Q3 non si esalta: «Eccezionale è troppo, ho preso 2 decimi e mezzo da Lewis, il suo è stato un giro eccezionale. Quando contava sono riuscito a mettere insieme il giro, mi sono assicurato la prima fila e mi dà ottime opportunità per domani. Questo week end ci ho messo di più a trovare la strada giusta, la macchina è stata nervosa, in generale a causa dell temperature delle gomme, ma alla fine ci sono riuscito e va bene così. La gomma supersoft sarà ok in partenza ma poi si disintegrerà del tutto, trasformandosi in uno svantaggio», dice nello spiegare la scelta delle gomme morbide in Q2, con le quali partirà domani.

    603

    GP Messico F1 2016, il QUIZ: sei un esperto?

    Domanda 1 di 9

    Il circuito di Città del Messico è intitolato ai fratelli Rodriguez. Qual era il loro nome di battesimo?

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Circuito Città del Messico F1Formula 1 2017GP Messico F1Interviste Piloti F1Lewis HamiltonMercedes F1Qualifiche F1
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI