GP Messico F1 2016: Ricciardo a podio, Verstappen: “Vettel un idiota”

Finale e dopogara movimentati in casa Red Bull, con Ricciardo terzo dopo la decisione dei commissari

da , il

    GP Messico F1 2016: Ricciardo a podio, Verstappen: “Vettel un idiota”

    Un Gran Premio del Messico 2016 con una lunga coda polemica e di provvedimenti, che cambiano per due volte il risultato in pista. Red Bull sotto i riflettori, nel bene e nel male. Verstappen esagera, non dà la posizione a Vettel e nel dopogara lo accusa senza mezze misure. Ricciardo prova a conquistarsi la posizione in pista, con una battaglia leale, ma viene chiuso dalla Ferrari. E la manovra finisce sotto le attenzioni dei commissari di gara, che la reputano in contrasto con l’ultima nota del regolamento in materia di difesa della posizione. Così, se sul podio di Città del Messico sale Sebastian Vettel, poche ore dopo quel gradino va a Daniel Ricciardo, “l’ultimo” del terzetto che ha vivacizzato il finale di gara. «E’ stata una gara molto divertente negli ultimi 10 giri. Con Seb per me lui ha lasciato un po’ di spazio e mi basta appena un po’ per provarci, il mio stile è così e ha funzionato negli ultimi 3 anni. Ho provato il sorpasso, Sebastian ha girato in frenata, questo non è giusto, per tutto l’anno tutti erano furiosi con Max per queste cose, Sebastian oggi per me ha fatto lo stesso», le parole di Ricciardo nel dopogara.

    Preludio della penalizzazione di 10″ inflitta al ferrarista in seguito. «Ovviamente sono contento di prendermi i punti che credo significhino per me andare al terzo posto nel campionato piloti, ne sono fiero. Di certo sarebbe stato bello salire sul podio e godermelo, ma questa è stata la situazione. E’ chiaro che voglio correre, avere penalità dopo la gara non è ideale, ma sentivo oggi che andavano richieste».

    Poi c’è Max Verstappen e la sua spiegazione dei fatti che l’hanno visto protagonista, insieme a Vettel. Non lesina le offese al pilota tedesco – un altro che dall’appellativo “idiota” molto facile -. Perché non ha restituito la posizione subito? Max spiega così il colloquio via radio: «Non erano sicuri, non era stato confermato e se riguardiamo le immagini, per quel che è successo al primo giro, alla prima curva (il taglio di Hamilton; ndr), mi hanno detto di tenerla e che non avrei avuto la penalità».

    Non sente di dover fare autocritica per il comportamento che ha in pista, Verstappen: «Non il mio comportamento, credo sia giusto criticare quello di Sebastian, urla alla radio come un’idiota, oggi è stato un idiota. Poi per il comportamento con Ricciardo, continuando a girare in frenata, io non ho mai fatto queste cose, non in quel modo, continuando a ostacolarlo. Credo che prima devo chiarire le cose con i commissari prima di parlare con Sebastian».