GP Monaco F1 2012, prove libere del giovedi: Lotus favorita?

da , il

    Montecarlo GP Monaco

    Riuscire a comprendere qualcosa dalla prima giornata di prove libere del Gran Premio di Monaco è impresa assai ardua. Al mattino, calma piatta per gran parte della sessione, poi, si è intravisto un Grosjean consistente e un Alonso che ha strappato il miglior tempo. Un po’ poco per trarre delle conclusioni. Si attendevano risposte sul comportamento delle monoposto nel secondo turno del pomeriggio, ma la pioggia ha giocato a nascondino e ha disturbato il lavoro di tutti i team. Una costante tra le due sessioni è stata la Lotus. Fortune alterne al mattino per Grosjean e Raikkonen, quest’ultimo con un solo giro d’installazione all’attivo, mentre nel secondo turno il francese è rimasto a pochi decimi da Button quando si è girato sull’asciutto e l’inglese ha marcato il miglior tempo con le gomme supermorbide.

    Tutto rinviato a sabato mattina, almeno per avere un quadro chiaro di cosa possiamo attenderci dalla gara di domenica.

    Red Bull, Webber: tanto lavoro da fare

    Non sembra troppo fiducioso Mark Webber, almeno in vista delle qualifiche, che poi significa una buona fetta della gara. «Non è stata una giornata semplice per noi, abbiamo ancora del lavoro da fare nelle prossime 24 ore. Ci sono alcune macchine molto veloci e dobbiamo migliorare», il commento a caldo di Mark dopo le libere del pomeriggio. «Non abbiamo fatto tutti i giri che avremmo voluto, come tutti gli altri d’altronde. Monaco ti mette davanti alcune sfide e ne abbiamo un paio da risolvere al momento». Sulle chance di ottenere la pole: «Sarà molto difficile, c’è del lavoro da fare».

    Impressioni positive in Ferrari

    Fernando Alonso è apparso subito in grado di copiare i tempi fatti dai migliori stamane, mentre al pomeriggio il quadro generale è uguale per tutti: indecifrabile. «Stamane abbiamo svolto il nostro programma senza problemi. Non siamo riusciti al pomeriggio a montare le supermorbide, adesso guardiamo alle evoluzioni meteo per sabato mattina: se sarà asciutto faremo più giri del solito, viceversa dovremo lavorare guardando alla gara anche con il bagnato».

    «Quanto alla F2012, le prime impressioni sono positive: tutto sembra rispondere come ci aspettavamo. Abbiamo apportato piccole modifiche all’assetto, provando a migliorarlo, ma è troppo presto per tracciare delle conclusioni».

    Anche Felipe Massa è fiducioso sulle reazioni della F2012 a Montecarlo. «C’è un buon bilanciamento in tutte le condizioni e anche la trazione è leggermente migliore di quanto non ci aspettassimo. Anche con le intermedie tutto è andato bene. C’è ancora del lavoro da portare avanti, con degli affinamenti sul setup, ma avremo tutto un giorno extra per pensare su cosa fare per migliorare».

    Lotus da tenere d’occhio

    Una giornata travagliata quella di Kimi Raikkonen, che al mattino ha perso l’intera sessione, mentre al pomeriggio si è dovuto scontrare con il maltempo. «Non ero a mio agio con lo sterzo stamattina, così il team l’ha sostituito. Si tratta di modifiche che si fanno normalmente a Monaco e non c’è modo di sapere come risponde prima di scendere in pista», ha spiegato Raikkonen. «Al pomeriggio la macchina sembrava a posto, sebbene fosse piuttosto scivoloso. Mi sarebbe piaciuto passare più tempo dentro l’abitacolo, ma conosco abbastanza bene la pista. Vediamo cosa accadrà sabato».

    Molto meglio è andata al suo compagno di squadra, Romain Grosjean che è apparso tra i più in forma nei pochi giri sull’asciutto visti oggi. «Credo che la macchina si adatti piuttosto bene e io amo Monaco. Stiamo lavorando nella direzione giusta, purtroppo un po’ di pioggia al pomeriggio non ci ha permesso di completare il programma, ma la base è comunque buona. Siamo messi bene in tutte le condizioni meteo».

    McLaren, Button: Lotus da battere

    Miglior tempo al pomeriggio grazie al tempismo giusto che gli ha permesso di sfruttare al meglio le gomme supermorbide, Jenson Button si sbilancia in pronostici. «Le macchine che sono sembrate molto veloci sono le Lotus. Sono la squadra da battere in questo week end». Anche Hamilton si è allineato al pronostico di Button, aggiungendo che «la Ferrari è molto veloce». Un’analisi più specifica del comportamento della McLaren ha portato Button a dire che «dalla prima sessione di libere alla seconda è migliorata molto, visto che c’erano alcuni dettagli che non mi erano piaciuti al mattino. Abbiamo provato qualcosa di diverso e ha funzionato. Sono contento di come si comporta adesso anche se non siamo ancora a posto».

    E per la sessione di sabato mattina, l’inglese avverte come sarà fondamentale «provare a completare un long run con le gomme, cosa che credo nessuno abbia svolto oggi con il pieno di benzina».

    Rosberg e la Mercedes “nella giusta direzione”

    Corre sulle stradine di casa Nico Rosberg, che si attende un Gran Premio in cui essere tra i protagonisti. «E’ un buon avvio di week end, sono piuttosto contento della macchina e stiamo andando nella giusta direzione. La tipologia di curve che c’è a Montecarlo potrebbe aiutarci, dipenderà molto anche da come sfrutteremo le gomme: se saremo quelli che riusciranno a portarle nella giusta finestra di funzionamento».