GP Monaco F1 2012, Schumacher penalizzato: “Punto a vincere lo stesso”

Formula 1: Michael Schumacher commenta le qualifiche del GP di Monaco e racconta le sue ambizioni per la gara che, senza la penalizzazione, lo avrebbe visto protagonista assoluto

da , il

    GP Monaco F1 2012, Schumacher al top in qualifica: più gioia che rimpianto

    Michael Schumacher è il nome che non ti aspetti nelle qualifiche del Gran Premio di Monaco di Formula 1 2012. Il pilota Mercedes GP si è nascosto fino all’ultimo esponendo, casomai, molto più il compagno di squadra Nico Rosberg. Primo e terzo posto al termine della Q3 rappresentano un risultato ottimo per l’orgoglio teutonico. Norbert Haug, boss della casa di Stoccarda, pensa soprattutto al sette volte iridato e dichiara:“Credo che molti saranno contenti per Michael. Anche in Italia. Ha guidato per molto tempo con la Ferrari ed ha ancora molti tifosi ma ora è con la Mercedes. Questa è la giusta risposta alle critiche che ha ricevuto. Purtroppo la penalità di cinque posizioni si farà sentire. Ma disputerà comunque una grande gara”. E’ proprio la penalità rimediata per l’incidente con Senna nello scorso GP di Spagna che ora torna d’attualità. Il diretto interessato, però, non ammette rimpianti e si gode il gran momento. In fin dei conti, dopo due anni e mezzo di incertezze, ha già ottenuto la sua vittoria.

    Michael Schumacher: “Punto a vincere lo stesso”

    Si può dire che Michael Schumacher abbia già ottenuto la sua vittoria. Per il pilota Mercedes è arrivata la tanto attesa rivincita nei confronti degli scettici e dei critici. Il fatto che sarà retrocesso di 5 posizioni in griglia, non appare un gran problema per il sette volte iridato. “Sono emozionato per aver fatto la pole a Monaco che è una delle piste più prestigiose del calendario della Formula 1 - ha dichiarato Schumacher in conferenza stampa – dopo quello che mi è successo in questi due anni e mezzo, è favoloso! Ho già detto che avrei provato a vincere comunque e lo farò partendo dalla sesta posizione. Questa pole - ha aggiunto il fenomeno di Kerpen – conferma quello che ho provato a fare per molto tempo: si tratta di riuscire a mettere insieme tutto quanto del pacchetto della vettura. Sono grato alla Mercedes per la fiducia che mi ha dato ed ora posso finalmente restituire qualcosa”.

    Mark Webber: “Siamo tutti molto vicini”

    Mentre Sebastian Vettel si perde tra le regolazioni della sua Red Bull, Mark Webber si conferma un animale da muretti. In una qualifica tiratissima riesce ad ottenere la pole position reale. “E’ stato incredibile, eravamo tutti molto vicini. Nella Q3 eravamo attaccati ed è stata una bella battaglia. Schumacher ha fatto un ottimo giro ma partirò io davanti domani. Qui è molto importante avere questa posizione”. L’australiano dovrà stare attento a non beccare una delle sue partenze al rallentatore. Nico Rosberg è in agguato:“Sapevo che dovevo migliorarmi per ottenere la pole position rispetto al mio miglior tempo. Forse non ho tirato fuori tutto il potenziale dalla macchina nel mio ultimo giro. Ho comunque una buona posizione di partenza”, ha detto il tedesco nell’incontro con i giornalisti.