GP Monaco F1 2012, Senna userà il telaio andato in fiamme a Barcellona

da , il

    bruno senna lalli williams 2012

    Mentre Maldonado agguantava la prima fila a Barcellona, Bruno Senna veniva eliminato in Q1. Mentre Maldonado vinceva la sua prima gara, Bruno Senna chiudeva la sua gara nella ghiaia della prima curva. Per il nipote di Ayrton le cose in Williams, con gli exploit di Maldonado, non vanno esattamente nella giusta direzione. Così domenica prossima, nel Gran Premio di Monaco, il team di sir Frank Williams proverà a dargli una “spinta”. Dopo aver fatto letteralmente fuoco e fiamme mentre era fermo ai box, la scuderia inglese ha pensato bene di riparare quel telaio particolarmente focoso e affidarlo a Senna per la prossima gara.

    Scherzi a parte, il duro lavoro svolto in Williams per rimettere in sesto la vettura danneggiata nell’incendio dopo il Gran Premio di Spagna consentirà di schierare lo stesso telaio al via del prossimo week end di gara. Tanta è stata anche la solidarietà degli altri team, che immediatamente si sono offerti per sostenere i colleghi con le attrezzature e tutto quanto fosse necessario per poter correre a Montecarlo. E Mark Gillan, capo ingegnere, ha ringraziato pubblicamente per le offerte di aiuto giunte.

    Quanto a Bruno Senna, guarda a Montecarlo fiducioso. «E’ molto incoraggiante andare a Monaco con una macchina che ha appena vinto una gara. Sono contento per Pastor, ma come abbiamo visto in questo inizio di stagione aver vinto a Barcellona non significa che saremo vincenti anche a Monaco, anche se lo spero». Senna ad Autosport ha commentato anche le sue chance di vittoria in questa stagione: «Credo arriverà il mio momento». Intanto, sarà meglio concentrarsi sulle insidie del Principato, per evitare l’ennesima brutta figura rispetto al compagno di squadra in stato di grazia.