GP Monaco F1 2013, Ferrari: c’è voglia di stupire dopo le prove libere

F1 2013, GP Monaco: tutte le dichiarazioni dal circuito di Montecarlo dopo le prove libere degli uomini Ferrari

da , il

    GP Monaco F1 2013, Ferrari: c'è voglia di stupire dopo le prove libere!

    E’ una Ferrari ancora più in palla di quello che non ti saresti aspettato guardando la classifica dei tempi delle prove libere del giovedì del Gran Premio di Monaco 2013 di F1. Sul circuito di Montecarlo, Fernando Alonso e Felipe Massa sembrano in grado di tenere il passo delle formidabili Mercedes anche sul giro secco. Basti dire che, al termine della seconda sessione, non hanno potuto neppure sfruttare al meglio le gomme supersoft. Tuttavia la storia di questo mondiale 2013 di Formula 1 ci ha insegnato anche che altri temibili personaggi, vedi le Red Bull, adorano giocare a nascondino. Staremo a vedere. Intanto, il morale nel box italiano è molto alto. “Sono contento perché siamo riusciti a completare tutto il programma previsto per oggi: qui non è sempre facile perché può succedere di tutto! Anche se le sensazioni sono positive e siamo riusciti ad evitare qualsiasi tipo di problema”, ha dichiarato Fernando Alonso.

    Alonso: “Qualcuno si è nascosto”

    “Non abbiamo ancora un’idea chiara dei valori in campo – ha precisato lo spagnolo della Ferrari - Scopriremo solo più avanti dove sono realmente tutti i nostri avversari, perché anche qui fino al sabato nessuno spinge al cento per cento: le barriere costituiscono un pericolo troppo elevato per rischiare già nei primi turni di libere. Qui non c’è mai tempo per fare un reale confronto tra le gomme, ne abbiamo provata solo una ed i risultati non hanno rivelato nulla di sorprendente: le Super Soft sono un po’ più veloci ed hanno un maggior degrado, quindi non rimane che dedicare tutto il tempo disponibile all’analisi dei dati raccolti alla ricerca della migliore strategia per qualifiche e gara”.

    Domenicali: “Lavoro differenziato”

    Stefano Domenicali, team principal della Ferrari, evita accuratamente di fare previsioni sulla competitività della F138 a Monaco. L’imolese spiega, però, come è stato impostato il lavoro:“Sia Fernando che Felipe hanno completato il maggior numero di giri possibile, al fine di prendere confidenza con un circuito tanto particolare. Al mattino ci siamo concentrati sull’assetto della vettura per adattarla alle curve lente e sinuose che caratterizzano il layout di questo tracciato. Nella sessione pomeridiana abbiamo lavorato sul confronto tra le due mescole”.

    Massa: “Importante trovare il compromesso tra qualifica e gara”

    Felipe Massa è arrivato a Montecarlo con grandi motivazioni. Il podio della Spagna ha sancito la sua rinascita. “La macchina si è comportata sempre bene e sono riuscito a trovare un buon passo. In entrambe le sessioni sono finito tra i primi cinque in classifica - ha ricordato – qui è fondamentale avere una macchina che allo stesso tempo sia competitiva in qualifica e abbia un rendimento costante in gara. La Mercedes ha dimostrato di avere un passo molto buono e non sarà facile stargli davanti in qualifica, ma sono certo di avere i numeri per lottare”.

    FAI IL NOSTRO QUIZ SUL GP DI MONACO!

    Come ogni weekend che si rispetti, ecco a voi il nostro quiz sul GP di Monaco. Dopo esservi ripassati la storia in questo articolo non dovreste avere problemi a rispondere alle nostre domande, per cui non perdete tempo: cliccate sul bottone sottostante “inizia il quiz”, e mettetevi alla prova con il nostro questionario!

    15 domande, 4 possibili risposte, e scoprirete se siete delle Wikipedia viventi oppure dei finti appassionati della domenica! Se la Saint Devote e la Rascasse sono posti che conoscete come le vostre tasche, CLICCA QUI PER INIZIARE IL QUIZ!