GP Monaco F1 2013, Hamilton: “Spero le nuove Pirelli aiutino Mercedes” [FOTO]

da , il

    hamilton, gp monaco 2013

    Non potevano non esserci le gomme Pirelli e le annunciate modifiche dal Gran premio del Canada al centro delle domande nella conferenza stampa del mercoledì a Montecarlo.

    Romain Grosjean e Lewis Hamilton, ovvero, due che sul tema la pensano necessariamente in maniera opposta. La Lotus del francese che tanto bene sfrutta il materiale a disposizione e la Mercedes di Hamilton, arrivato nello scorso gran premio di Spagna lontano anni luce dalla seconda piazza conquistata in qualifica.

    «Non è facile risolvere i problemi di gomme, stiamo lavorando per capire cosa è andato male a Barcellona: temperatura, degrado. Non credo che da qui in avanti andrà allo stesso modo», risponde fiducioso Hamilton.

    A conferma quasi dell’unicità del Montmelo e della sua particolare aggressività sugli pneumatici. Se nuove gomme saranno, per la Mercedes saranno le benvenute. «Spero aiutino la Mercedes, per noi non può andare peggio», dice Hamilton che poi prova a riequilibrare il pensiero: «I cambiamenti, se ci saranno, saranno per aiutare tutti. Cambieranno il modo di correre le gare».

    Decisamente scettico sull’opportunità di modifiche in corsa, invece, Grosjean. «Non è facile cambiare in corso di campionato, non sappiamo come interverranno, il team sta lavorando bene adesso».

    Accantonato il week end spagnolo, il Principato può essere l’occasione migliore per le frecce d’argento di agguantare la vittoria: Schumacher in pole l’anno scorso, Rosberg sul podio. Se partiranno davanti a tutti, per le Mercedes dovrebbe essere relativamente semplice gestire la situazione.

    Quelle qualifiche fondamentali, valgono l’80% della vittoria nel Gran Premio di Monaco. Eppure, c’è chi non la pensa proprio così, dopo aver visto le prime cinque gare di quest’anno. Adrian Sutil lascia la porta aperta a sorprese di gestione delle mescole più morbide portate dalla Pirelli. «Superare è difficile ma non credo che le qualifiche siano così importanti», dice il tedesco. «In gara, guardando le ultime corse, ci sono stati molti piloti partiti dietro e arrivati davanti. Mercedes ha avuto grossi problemi in gara, le gomme durano molto poco e io sono qui per correre e i punti vengono dati in gara», dice fiducioso.

    Uno spiraglio lo lascia anche Grosjean: «Qui più che altrove, le qualifiche sono importanti. Superare è difficile, a meno che non ci sia maggior degrado rispetto al passato con diverse strategie».