GP Monaco F1 2013, risultati prove libere 2: Rosberg prenota la pole a Montecarlo [FOTO]

da , il

    Mette paura a tutti la Mercedes a Montecarlo. Non è un bluff il tempo di Rosberg, ancora primo nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Monaco. Per quelli c’è il Casino, dopo Sainte Devote. Oltre a staccare il miglior tempo (1’14″759), il tedesco mette tra i guard-rail e marciapiedi un ritmo gara costante, veloce, insomma, quel che non t’aspetteresti dalla Mercedes che conosci.

    Montecarlo premia la W04, ma non boccia gli altri. Ferrari, Red Bull, Lotus, sono tutti della partita e la qualifica rivestirà un ruolo fondamentale. Manca il dominatore assoluto, ma quel che è certo è un Rosberg in palla, più di quanto non sia Hamilton, secondo tempo nelle libere. Alonso e Massa concludono in terza e quarta piazza, senza aver potuto sfruttare in maniera ottimale le gomme supermorbide. La prima fila è alla portata delle rosse, forse non la pole. Sabato, nelle ultime libere, la risposta definitiva prima delle qualifiche.

    La cronaca della sessione

    Secondo turno di prove libere a Montecarlo che si preannuncia rovente. Ancora novanta minuti per trovare gli assetti ideali, con Lotus e Red Bull sotto la lente d’ingrandimento, dopo che al mattino non hanno brillato tra i marciapiedi del Gran Premio di Monaco.

    La Mercedes dovrà ripetere le prestazioni sfoggiate da Rosberg nella FP1, di un’inezia davanti a Fernando Alonso. Assisteremo anche alla verifica del ritmo gara, quella che si preannuncia su due soste ai box, rendendo l’unico pit davvero mossa azzardata e destinata a chi partirà indietro in griglia.

    CLASSIFICA PROVE LIBERE 2 – GP MONACO 2013

    1. ROSBERG -Mercedes- 1:14.759

    2. HAMILTON -Mercedes- 1:15.077

    3. ALONSO -Ferrari- 1:15.196

    4. MASSA -Ferrari- 1:15.278

    5. WEBBER -Red Bull- 1:15.404

    6. RAIKKONEN -Lotus- 1:15.511

    7. GROSJEAN -Lotus- 1:15.718

    8. BUTTON -McLaren- 1:15.959

    9. VETTEL -Red Bull- 1:16.014

    10. DI RESTA -Force India- 1:16.046

    11. SUTIL -Force India- 1:16.349

    12. PEREZ -McLaren- 1:16.434

    13. HULKENBERG -Sauber- 1:16.823

    14. MALDONADO -Williams- 1:16.857

    15. GUTIERREZ -Sauber- 1:16.935

    16. RICCIARDO -Toro Rosso- 1:17.145

    17. VERGNE -Toro Rosso- 1:17.184

    18. BOTTAS -Williams- 1:17.264

    19. BIANCHI -Marussia- 1:17.892

    20. PIC -Caterham- 1:18.212

    21. CHILTON -Marussia- 1:18.784

    22. VAN DER GARDE -Caterham- 1:19.031

    diretta a cura di: @fabianopolimeni

    15:25 - Interessante notare come la F138 dello spagnolo, pur restando vicino a Hamilton, non soffra particolarmente il degrado sulle gomme, che restano tutto sommato in buone condizioni, con un’usura distribuita in modo uniforme sia davanti che dietro.

    Montate le morbide, Rosberg giro sul 1’19″ basso.

    Dà buone indicazioni Alonso: al 1’20″0 al 26mo giro. Sono tutti appaiati, solo Rosberg è sembrato avere dei decimi extra in tasca.

    15:20 - Vettel dopo 17 giri è ancora sul 1’20″ medio, Alonso al 24 giro invece fa 1’24″3, dopo l’1’20″5 della tornata precedente.

    Le supersoft hanno tenuto per 27 giri con Rosberg. I tempi sono stati costanti, sarà un brutto cliente per la vittoria domenica, più di Hamilton, a cui è stato chiesto via radio di fare un giro lento per abbassare le temperature al posteriore.

    15:08 - I primi riscontri da Alonso non sono straordinari. La Ferrari si allinea alla Mercedes, con 1’31″9 al primo giro, seguito da 20″4, 20″3, 20″8, 20″0, 20″5. Da segnalare Rosberg, autore al 18mo giro di 19″7 e 19″8 quello successivo. Consistente come non mai questa Mercedes. Resta il punto interrogativo di quanto degraderanno le gomme supersoft nei primissimi giri di gara, quando le monoposto saranno con il pieno di carburante.

    Anche Vettel sembra della partita: 1’20″3, 26″7, 20″4, 19″4, 19″5.

    15:02 – Tanto graining sull’anteriore sinistra per le Mercedes. Ma se Rosberg tiene l’1’20″5, Hamilton si stabilizza a 1’21″ medio-alto.

    Webber ha un buon ritmo con le supermorbide: inizia con 1’20″7, poi 29″9, 20″8, 20″3, 20″6, 25″7.

    Il primo decadimento delle gomme Hamilton ce l’ha al settimo giro, quando inizia a fare 21″5, 21″7, 21″7. Rosberg resiste ancora su 20″4, 20″7 e 20″8.

    14:57 - 45° C la temperatura dell’asfalto. Webber inizia il long run con gomme morbide.

    Rosberg inizia a 1’20″7, seguito da 26″5, 20″8, 20″5, 20″4, 20″5 e gomme con 13 giri sulle spalle. Hamilton fa 1’20″5, poi 19″9, 20″6, 20″5, 20″1, 20″5. Gomme con 14 tornate per l’inglese

    14:53 - Massa migliora il suo tempo con le supersoft (al 7° giro), passa quarto con 1’15″278. Intanto Le due Mercedes sono al quarto giro del long run, tra poco vi racconteremo le prime impressioni sui tempi ottenuti da Rosberg e Hamilton.

    Ci smentisce subito il ferrarista, che toglie ancora 1 decimo, realizzando 1’15″196 con gomme supersoft decisamente sfruttate. Fa comunque il record nel T1 19″558. Mercedes in simulazione gara su supersoft.

    14:47 - Che rischio per Alonso! Alla Rascasse trova Hulkenberg e un gran traverso quasi fino a toccare il guard-rail. Gomma bruciata ormai, difficilmente lo vedremo migliorare l’1’15″303

    Via radio arriva la conferma di quanto si sospettava: il primo giro è per riscaldare la gomma, il miglior tempo arriva al secondo. Ad Alonso dal box dicono: «Il primo giro cronometrato serve per il warmup, poi vedremo come sarà».

    14:41 – Riparte la sessione. Bandiera verde

    I migliori parziali finora sono tutti per Rosberg, autore di 19″6 nel T1, 34″9 nel T2 e 20″1 nel T3. Si lavora sul cordolo di sinistra alla prima chicane delle Piscine.

    BANDIERA ROSSA, CORDOLO DANNEGGIATO ALLA CURVA 13

    14:35 – Bandiere gialle in pista. Sulla Ferrari, i due decimi di miglioramento ottenuti da Alonso non sembrano essere indicativi, lo spagnolo ha dimostrato di poter fare il tempo al secondo giro.

    Incidente di Grosjean a Sainte Devote, la Lotus va a muro e la sospensione anteriore sinistra è distrutta. Probabilmente prove finite per il francese. Massa abortisce il giro veloce, al pari di Alonso, che al primo tentativo con supermorbide aveva segnato 1’15″303.

    14:31 – Ferrari in pista con le supersoft. Hamilton fa 1’15″077 al primo giro, lontano dal tempo di Rosberg. Sembra soffrire del sottosterzo l’inglese.

    Il box comunica a Vettel dei problemi al Kers.

    14:27 - E’ Rosberg il primo sotto l’1’15″: 1’14″759 con supersoft. Un secondo di miglioramento con la mescola più morbida.

    A conferma dell’importanza di mandare in temperatura le gomme, Raikkonen abbassa ancora il suo tempo e fa 1’15″511. Primo giro veloce, giro lento e miglior prestazione al terzo.

    14:22 - Raikkonen è il primo tra i big a montare le supermorbide. Da 1’17″088 passa a 1’16″066 nel primo giro.

    14:19 - Vettel, al momento ancora senza tempo, sfoggia un casco speciale per Monaco. Eccolo:

    casco Vettel

    Importante la comunicazione dai box a Rosberg, sulla gestione delle gomme: ok per il long run. Il tedesco risponde: «Non sono del tutto contento, ma va bene».

    14:16 - Alonso balza in testa con 1’15″519, poi Grosjean, Rosberg, Hamilton, Webber, Massa, Button, Raikkonen, Sutil e Di Resta nella top ten

    Tanto traffico in pista, Hulkenberg si lamenta di Massa, al momento quarto con 1’16″301, mentre Alonso è 1 millesimo più rapido

    14:08 - I 43° C dell’asfalto sembrano andare incontro a Raikkonen, già due decimi sotto al tempo della FP1. Grosjean stacca subito 1’26″0, davanti a Rosberg, Raikkonen e Di Resta.

    Tra i temi della qualifica ci sarà anche l’innesco della temperatura ottimale sulla gomma. Montecarlo è pista notevolmente più corta rispetto alle altre del mondiale e alcuni potrebbero optare per due giri di lancio prima di staccare il tempo.

    14:05 - Chilton ha il miglior tempo dopo 5 minuti: 1’22″121. Vettel, Webber e Alonso devono ancora scendere in pista.

    Parlando di gomme e delle modifiche attese in Canada, sembrerebbe che solo la Force India sarebbe contraria a ogni intervento. Dopo le vicende regolamentari, la Pirelli potrebbe apportare modifiche unicamente alle gomme posteriori per evitare la delaminazione del pneumatico. Vedremo come andrà a finire.

    14:00 - Gutierrez e Hulkenberg ancora i primi a scendere in pista

    L’asfalto schizza ben oltre i 40° C, tema che dovrebbe facilitare quelle macchine che hanno sofferto del sottosterzo, oltre a impattare sugli assetti delle monoposto, con meno ala davanti. Massa stamane si era lamentato a inizio sessione del sottosterzo sulla F138

    13:57 – In Ferrari, come le altre scuderie, si ricerca il massimo carico aerodinamico. E’ interessante notare il profilo ondulato, sul bordo d’attacco dell’ala posteriore, sfoggiato dalla F138.

    ala posteriore f138

    13:54 – «Non è andata male la FP1, la macchina sembrava bilanciata anche se dobbiamo aspettare quando gli altri saranno più leggeri. La Red Bull era più pesante, vediamo e ci prepariamo per sabato», dice Massa a pochi minuti dal semaforo verde

    FAI IL NOSTRO QUIZ SUL GP DI MONACO!

    F1 Grand Prix of Monaco   Race

    Come ogni weekend che si rispetti, ecco a voi il nostro quiz sul GP di Monaco. Dopo esservi ripassati la storia in questo articolo non dovreste avere problemi a rispondere alle nostre domande, per cui non perdete tempo: cliccate sul bottone sottostante “inizia il quiz”, e mettetevi alla prova con il nostro questionario!

    15 domande, 4 possibili risposte, e scoprirete se siete delle Wikipedia viventi oppure dei finti appassionati della domenica! Se la Saint Devote e la Rascasse sono posti che conosci come le vostre tasche, CLICCA QUI PER INIZIARE IL QUIZ!