GP Monaco F1 2015: incidente di Verstappen su Grosjean, pilota sta bene ma è penalizzato [FOTO]

L'olandese della Toro Rosso ha lasciato il centro medico beccandosi due punti in meno nella patete e 5 posizioni in meno sulla prossima griglia di partenza

da , il

    Max Verstappen ha provato in tutti i modi a diventare protagonista del suo primo Gran Premio di Monaco di Formula 1. E l’edizione 2015 della corsa di Montecarlo passerà alla storia proprio per il suo incidente con Grosjean e la conseguente safety car che ha ribaltato l’ordine di arrivo dei primi 3 classificati Rosberg, Vettel e Hamilton. A motori spenti, il pilota della Toro Rosso si è visto togliere 2 punti dalla patente e si è beccato un arretramento di 5 posizioni nella prossima griglia di partenza come ulteriore penalità. Fortunatamente, il giovane olandese ha lasciato in fretta il centro medico senza accusare particolari problemi fisici.

    Verstappen:”Mi sento bene”

    Il botto frontale contro le barriere è stato tanto violento quanto spettacolare. A Max Verstappen, vista la dinamica dell’incidente con Romain Grosjean, poteva andare molto peggio. Ad esempio, la sua Toro Rosso poteva prendere il volo e schizzare chissà dove. Ovviamente un po’ scombussolato, il 17enne è stato trasportato al centro medico per poi essere prontamente dimesso. “Mi sentivo bene con la macchina, avevo un gran ritmo e nelle prime fasi sono riuscito a passare Maldonado e raggiungere Perez - ha dichiarato l’olandese dopo il GP di MonacoPurtroppo c’è stato un problema con il primo pit stop che mi ha fatto perdere delle posizioni. Abbiamo cercato di recuperare ma al mio rientro sono rimasto bloccato dietro a Bottas ma quando ho rimesso le supersoft ho ritrovato un gran passo. Nella lotta con Grosjean l’ho toccato ed ho finito contro le barriere. E’ stato una bella botta ma sto bene”.

    Verstappen penalizzato per l’incidente con Grosjean

    Stavolta Grosjean non c’entra niente. I commissari danno tutta la colpa dell’incidente a Max Verstappen che partirà nel prossimo GP del Canada cinque posizioni più indietro rispetto al risultato delle qualifiche. “Non è stata una delle mie manovre migliori. Anche nel giro prima avevo frenato in quel punto ma stavolta l’auto davanti a me ha rallentato prima”, ha commentato cercando invano di discolparsi. A causa di questa manovra, il 17enne della Toro Rosso si è visto scalare anche 2 punti dalla propria patente più altri 2 “congelati” con la condizionale per i prossimi 12 mesi.