GP Monaco F1 2015, prove libere Ferrari. Vettel: “Buone sensazioni”

Raikkonen si lamenta delle gomme anteriori che non si attivano subito

da , il

    In casa Ferrari le prove libere del giovedì hanno detto che c’è ancora del lavoro da fare per trovare grip in vista del Gran Premio di Monaco 2015. Situazioni differenti tra Raikkonen e Vettel, entrambe emerse al mattino, quindi con un asfalto ancora per nulla indicativo di quello che sarà in qualifica, momento chiave nel quale farsi trovare pronti.

    Anteriore difficile, poca aderenza e sottosterzo per Raikkonen, attenzione maggiore al posteriore, invece, per Vettel. Mancano i riscontri con gomma supermorbida, che consentirà di guadagnare parecchio, così come la gommatura progressiva porterà probabilmente a diminuire questi effetti. Per seguire la gara LIVE in diretta web da Monaco, BASTA CLICCARE QUI!

    Le parole dei protagonisti

    Che bilancio può tirarsi, quindi, dopo le libere? «La situazione è la stessa per tutti, sappiamo che le previsioni sono migliori per i giorni successivi. La macchina ha dato buone sensazioni, sembra a posto. Dovremo aspettare sabato. Credo che qui, anche per il tipo di pista, non si può prendere come punto di riferimento ma spero di essere più vicino», commenta il tedesco, relativamente alle chance di avvicinarsi alle Mercedes e ridurre il gap consistente che si è visto a Barcellona.

    | LEGGI ANCHE: CRONACA PROVE LIBERE 1 GP MONACO 2015 | ROSBERG: GOMME MORBIDE TROPPO DURE | CRONACA PROVE LIBERE 2 |

    Terzo crono per lui, 2 decimi più veloce di Raikkonen nei 25 minuti pomeridiani. Kimi è schietto nell’analisi della giornata e dice: «Non abbiamo imparato molto, abbiamo fatto il meglio possibile. Ancora è un po’ difficile montare le gomme e farle funzionare, il feeling con la macchina è più o meno buono, abbiamo faticato un po’ a far funzionare le gomme anteriori». Le temperature sono state tutto il giorno basse e sabato dovrebbero essere in deciso aumento, circa 4° C in più nell’ambiente, con riscontri benefici sull’asfalto, soprattutto se il cielo sarà sereno.