GP Monaco F1 2015, qualifiche Ferrari. Raikkonen: “Uno schifo”

Sul risultato di Vettel e Raikkonen pesa la temperatura bassa

da , il

    Il “freddo” ha giocato un brutto scherzo alla Ferrari. Dopo l’exploit nelle libere 3, in qualifica Vettel e soprattutto Raikkonen non sono riusciti a graffiare. Il Gran Premio di Monaco 2015 sarà tutto in salita, perché dalla seconda fila c’è poco da inventare, se non una grandissima partenza. Più difficile ancora sarà per Raikkonen, sesto e dietro alle due Red Bull, causa problemi di traffico che si sono sommati a quelli della difficoltà nel mandare in temperatura le gomme.

    Il bilancio di Maurizio Arrivabene non può essere certo troppo positivo: «Sebastian ha fatto un buon lavoro questa mattina, aspettavamo un po’ di sole e la temperatura alta ci avrebbe aiutato molto, in ogni caso è lì. Raikkonen si è trovato nel traffico, non ha tenuto la distanza corretta e poteva fare molto molto di più. Vediamo domani in gara, sappiamo che le Mercedes sono forti in qualifica, noi in gara, anche se qui è difficile». Inventarsi qualcosa e giocare con la strategia sarà impossibile o quasi, si doveva ottenere il massimo oggi e quel massimo per la Ferrari è la seconda fila. Per seguire la gara LIVE in diretta web da Monaco, BASTA CLICCARE QUI!

    Le parole dei protagonisti

    «No, non credo di aver tirato fuori il massimo. La temperatura bassa fa fatto faticare un po’ tutti, forse la Mercedes ha avuto meno questi problemi ed è per questo che il gap forse è superiore.. E’ stata una buona sessione con la terza posizione, cercheremo di inserirci tra le Mercedes e fare una gara entusiasmante», dice Vettel. Nel corso della qualifica si sono persi 5° C di temperatura, che hanno innescato le difficoltà anche sul compound più morbido della gamma Pirelli. In Q1 entrambi i piloti hanno risparmiato un set di supersoft, nonostante qualche incertezza guardando ai miglioramenti degli altri piloti: «Sapevo che il tempo sarebbe potuto essere sufficiente in Q1, quando vedi che vai giù in classifica la reazione istintiva è di uscire, ma abbiamo fatto la cosa giusta».

    Che si sarebbe potuto ottenere di più lo conferma indirettamente richiamando la prestazione nelle libere 3: «Sembrava promettente stamane, ci aspettavamo molto più caldo e durante le qualifiche la temperatura è calata. Non sono scuse, dobbiamo lavorare e migliorare, anzitutto ora concentriamoci su domani».

    | LEGGI ANCHE: HAMILTON IN POLE, E’ LA PRIMA VOLTA A MONTECARLO |

    Decisamente negative le qualifiche di Raikkonen, con un problema aggiuntivo oltre quello delle gomme che non andavano in temperatura. «Ho avuto una Toro Rosso davanti, quindi non sono riuscito a migliorare», commenta riferendosi all’ultimo giro di Q3. «Non è stata una qualifica ideale, ho avuto anche qualche difficoltà con le gomme e problemi di traffico: è un risultato schifoso ovviamente, vedremo».

    Smentisce, poi, che lo stop nelle libere 3, causa incidente a Sainte Devote, abbia inciso sul risultato: «L’incidente non ha condizionato le qualifiche, la macchina andava bene e l’unico problema è stato quello di portare le gomme a farle funzionare bene: hai bisogno di qualche giro buono per fare il tempo. Domani vedremo cosa riusciremo a fare, ovviamente non è bello partire dietro tutte queste macchine, è una gran delusione».