GP Monaco F1 2015, risultati gara: Mercedes affossa Hamilton, vince Rosberg, Vettel secondo [FOTO]

Nel finale di gara il team va nel pallone e rovina la gara dell'iridato

da , il

    Succede l’impensabile a Montecarlo. Una gara dominata da Lewis Hamilton, ma il Gran premio di Monaco 2015 lo vince Nico Rosberg. Il momento chiave accade al giro 65, quando un eccellente Verstappen prova l’attacco su Grosjean, ma va a sbattere pesantemente a Sainte Devote. Viene mandata in pista la safety car e un errore da dilettanti del muretto Mercedes fa rientrare il leader della gara, Hamilton, per un cambio gomme inutile. RIentra in pista dietro Rosberg e Vettel, che erano staccati nettamente prima dell’incidente e, ovviamente, non avevano alcun bisogno di sostituire le gomme. GLi ultimi 8 giri sono un rabbioso tentativo di recupero per il campione del mondo, che però non può far nulla sulle stradine del Principato!

    La cronaca della gara

    a cura di: @fabianopolimeni

    CLASSIFICA GP MONACO F1 2015

    78/78 – Tris a Montecarlo di Rosberg! Certo non meritato, ma questo è il risultato. Secondo Vettel, terzo Hamilton, poi Kvyat, Ricciardo, Raikkonen, Perez, Button, Nasr e Sainz. A Ricciardo hanno correttamente chiesto di restituire la posizione a Daniil, sempre davanti duranta la gara.

    75/78 – A discolpa di Kvyat, va detto che il russo ha gomme con 45 giri percorsi, Ricciardo le supermorbide da 13 giri

    73/78 - Ricciardo ha usato le maniere forti al Mirabeau, simile alla manovra di Alonso, bravo Ricciardo comunque. Vettel riesce a conservare la posizione, Ricciardo è una furia: passa Kvyat alla chicane del tunnel. Che azzardi ha preso l’australiano! E’ sotto indagine però

    72/78 - Rosberg va via, Vettel si cura di tenere dietro Hamilton. Sul dritto apre il DRS Lewis, ma è lontano e non riesce ad attaccare. Kvyat è dietro ai due. Il pericolo per Vettel è tutto sul tunnel, in frenata. Ma riesce a mantenere un po’ di margine in trazione dal Portier. Sono attaccatissimi e dietro Ricciardo ha fulminato Raikkonen, quinta piazza per Daniel: bravo.

    71/78 – Riparte il Gran Premio di Monaco! Vettel prova ad attaccare Rosberg, ma resta davanti Nico e dietro c’è Hamilton indiavolato e con gomme nuove. Dietro è bagarre tra Ricciardo e Raikkonen, ma Kimi conserva la posizione.

    69/78 – Si stanno portando in coda le macchine doppiate, passerà un altro giro almeno dietro SC. Sarà gara da 8 giri e anche meno, ma la vittoria per Hamilton si fa difficilissima da agguantare, dopo un dominio totale di Lewis

    67/78 – Errore da dilettanti quello del muretto, assurdo! Incapacità totale di gestire gli imprevisti in Mercedes

    66/78 – E ora? Convinceranno Rosberg alla sosta regalando la prima posizione a Vettel?

    65/78 – Al box anche Hamilton, Perez e Button hanno conservato le posizioni. Hamilton torna in pista dietro Rosberg e Vettel! strategia folle in Mercedes, follia!

    65/78 - Safety Car in pista, tutti allertati ai box ma non si ferma nessuno. Sainz entra nella top ten, Grosjean è arretrato in 12ma. Ci ha provato Verstappen. Perez, Button e Massa al box

    64/78 - Buona gara di sostanza per Perez, scattato settimo e di conserva a mantenere la posizione. Bandiera gialla a Sainte Devote, Verstappen prova il sorpasso, ma vola con l’anteriore sinistra sulla posteriore destra e va contro le barriere. Virtual Safety Car esposta.

    61/78 – La cosa più bella del Gran Premio di Monaco 2015: il doppiaggio di Vettel su Grosjean e Verstappen che prova l’esterno al Loews, ma la manovra non gli riesce. L’olandese sta girando senza paratia laterale da inizio gran premio.

    60/78 - Verstappen è il più rapido in pista, gira sul 19.5-19.8 con supersoft nuove. Raikkonen ha quasi preso Kvyat, è a 1.5

    57/78 – Altra sosta di Bottas, ora è 15mo.

    56/78 – Furbissimo Verstappen, passa anche Bottas grazie al doppiaggio di Vettel al Mirabeu basso. Bravissimo l’olandese, se riuscirà a stare attaccato alla Ferrari potrà provare la stessa manovra con Grosjean

    55/78 – Bottas dice di avere problemi alle gomme posteriori, dal muretto gli dicono che devono provare ad andare fino all’arrivo se vogliono sperare nei punti. E’ 11mo a 4.1 da Grosjean.

    Il ritiro di Alonso è da attribuire al cambio. Sainz si fa doppiare da Vettel, ma lascia passare anche Verstappen che era in scia alla Ferrari. Raikkonen imbestialito via radio, chiede le bandiere blu per i doppiati.

    51/78 – Un soporifero Gran Premio di Monaco si avvia nelle battute conclusive, con la ben misera “emozione” di un fuel saving massivo imposto a Perez dal muretto box

    47/78 - Altro stop di Verstappen, monta di nuovo le supermorbide. E’ 13mo, dietro Sainz. Peccato per le vicissitudini che hanno rallentato le Toro Rosso oggi, dopo una qualifica da protagonisti

    44/78 - Il ritiro fa entrare nei punti Grosjean, che deve guardarsi da Bottas, 11mo e staccato di 1.1. Altro contatto “ravvicinato” quello Rosberg-Vettel, con 1.5 a dividerli

    43/78 – Hanno fatto due soste Massa, Hulkenberg ed Ericsson. Si ritira Alonso, bloccaggio a Sainte Devote e parcheggia. Disastro McLaren

    41/78 – Giro record di Rosberg: 1.19.504, Vettel gli cede 3 decimi, Hamilton 5

    40/78 - Potrebbe venir penalizzato Merhi, ha tagliato la linea gialla in uscita dai box, a Sainte Devote.

    38/78 - Pit anche di Hamilton, in tranquillità, torna in testa, senza lasciare il comando nemmeno per il cambio gomme.

    Abbiamo quindi Hamilton, Rosberg, a 8.4, Vettel a 9.7, Kvyat a 20.3, Raikkonen a 25, Ricciardo a 25.7, Perez a 36 secondi, Button a 41, Alonso a 56, Nasr a 59 secondi.

    37/78 – Sosta di Rosberg, Raikkonen fa il T1 record, Vettel il settore centrale. Entra anche Raikkonen al box, un giro dopo Ricciardo. Esce e guadagna la posizione su Ricciardo! Ottima prestazione del box. Vettel purtroppo è a 5 decimi da Rosberg, che conserva la seconda piazza.

    36/78 - Pitstop di Button, rientrerà davanti ad Alonso e dietro Kvyat.

    Attenzione, pit di Vettel. Monat le morbide e torna in pista senza difficoltà nella sosta. E’ seguito da Ricciardo e Perez. Raikkonen può spingere adesso e provare a balzare davanti alla Red Bull. Vettel conserva la posizione su Kvyat.

    33/78 - Sosta di Alonso, era nono. Monta le gomme morbide e torna in pista nella stessa posizione, pur avendo scontato lo stop&go di 5″

    30/78 - Gara alle ortiche per Verstappen, un problema alla posteriore destra lo ha rimandato in pista 13mo. Altro giro record di Hamilton. Kvyat, intanto, nel primo giro veloce con gomme soft fa un crono di 1.20.4, segno che la mescola nuova non dà un vantaggio immediato sulle supersoft e andare lunghi potrebbe dare chance di recuperare posizioni

    29/78 - Raikkonen è in scia a Ricciardo. Hamilton martella e porta il vantaggio a 8.1. Sosta di Verstappen in questo giro, era settimo

    28/78 – Va via Hamilton, ha 5.7 su Rosberg, invischiato ora nei doppiaggi e con Vettel a soli 9 decimi.

    Ai box Kvyat, tra i primi è il più lesto a fare la sosta. Gomme morbide, rientra nono.

    25/78 – Sainz ha preso Ericsson, ora dovrà passarlo. Lo spagnolo è partito dalla pitlane e ha anticipato la sosta, puntando ad arrivare fino all’arrivo. Se li ritrova davanti Hamilton

    23/78 - Si avvicina la finestra per la sosta e le Mercedes spingono. Hamilton 1.19.807, record. Rosberg 1.20.020, Vettel risponde: 1.20.042

    22/78 - Gran giro di Hamilton, è record con 1.19.869, dà 2 decimi a Rosberg e Vettel. Raikkonen si porta a 9 decimi da Ricciardo.

    20/78 – Traffico per le Mercedes, dal box dicono a Rosberg di spingere per chiudere il gap da Hamilton, ora di 3.9, mentre Vettel è a 1.6 alle sue spalle

    17/78 – E’ sintomatico quando le Mercedes non stiano facendo la differenza. Ora Hamilton fa il record in 20.077, ma il divario su Perez, per dirne uno, è solo di 9 decimi. Verstappen gira in 20.3, Button in 20.7, stesso tempo di Rosberg. Si ferma adesso Grosjean.

    16/78 - Pochissimo divario nel tempo sul giro tra i primi 5: dal 20.4 di Hamilton al 20.697 di Ricciardo.

    15/78 – Confermati i problemi ai freni di Hamilton, che chiede al box cosa può fare per migliorare la situazione all’anteriore. Vettel è a 1.5 da Rosberg, ha recuperato. Si Fermano Bottas ed Ericsson. Raikkonen è a 1.1 da Ricciardo. Sono i gap più bassi tra i 19 in pista

    14/78 - Azzardo Toro Rosso. Sainz è 16mo e ha anticipato il pit, andando su gomme morbide e puntando a non fermarsi più. Davanti Vettel gira forte, 1.20.2 ed è il più rapido. le Mercedes fanno 20.5

    10/78 - C’è solo un gruppetto di piloti staccati da meno di 1″. Bottas ha 7 decimi su Ericsson e a sua volta ha 6 decimi su Sainz: lottano per la 13ma piazza.

    Le McLaren sono in zona punti, Button nono e Alonso decimo. Hamilton ha qualche problema sui freni anteriori, surriscaldati e Rosberg spinge a fondo nei primi due parziali, senza guadagnare molto però

    9/78 – Torna a spingere Hamilton e fa il giro record: 1.20.187. 4 decimi più veloce di Rosberg e 2 decimi rispetto a Vettel

    7/78 - Si ritira Maldonado. La paratia dell’ala è ancora in pista. Hamilton conserva 2.3 su Vettel, poi Vettel a 2.5 da Rosberg, Kvyat a 2″ da Vettel, Ricciardo a 2.5 dal russo. Raikkonen ha 1.2 da Ricciardo.

    6/78 – Verstappen attacca Maldonado a Sainte Devote, con l’ala danneggiata, ma il venezuelano ha problemi ai freni. Verstappen ora è ottavo, Button proverà a fare la stessa manovra. Bandiere gialle alla chicane del tunnel, c’è un pezzo d’ala di Verstappen

    5/78 – Giro record di Hulkenberg, fa 1.20.220 con gomme supersoft, alle quali è passato dopo il contatto al Mirabeau. Due centesimi più lento Hamilton, che ora ha 2.2 su Rosberg e 4.4 su Vettel. Maldonado ha problemi ai freni, gli dicono di raffreddare l’impianto. Stop&go di 5″ inflitto ad Alonso per il contatto con Hulkenberg

    3/78 – E’ partito alla grande Kvyat, quasi a insidiare Vettel e con un bloccaggio che quasi tamponava la Ferrari. Hamilton ha 1.5 su Rosbeg, Vettel 1″ da Nico e con 1.1 su Kvyat. Inizia il trenino consueto di Monaco.

    2/78 - Si è fermato per il pit Hulkenberg e anche Massa ha un problema sul musetto, sostituito. Hamilton fa la lepre è ha 8 decimi su Rosberg.

    1/78 – Via al Gran Premio di Monaco 2015! Hamilton parte bene e tiene la prima posizione, Vettel assalta la posizione di Rosberg ma resta per un pelo terzo. Kvyat e Ricciardo alle sue spalle, poi Raikkonen., Perez, Maldonado e Verstappen. Subito bandiere gialle, Hulkenberg sbatte al Mirabeau, fa manovra e riparte senza ala davanti. Ha avuto un contatto con Alonso, aggressivo al Mirabeau.

    14:00 - Partono con gomme morbide Hulkenberg, Alonso, Bottas, Stevens e Merhi. Via al giro di formazione!

    13:55 – Andando verso Saint Devote, Hamilton avrà l’interno, come Vettel alle sue spalle. E’ la linea relativamente più gommata per il poco che può contare a Monaco

    13:49 – Altra mostruosità della F1 2015: niente grid girls, sono rimpiazzate dai grid boys….

    13:48 - Occhio alla temperatura: 35° C sull’asfalto, è il valore più elevato del week end.

    «Immagino faranno 25-30 giri sul primo cambio, la SC potrebbe cambiare lo scenario ma si andrà su una sosta sola», conferma Hembery

    13:45 – Maurizio Arrivabene è realista e fa il punto a pochi minuti dal via: «Non sono una persona che prende scuse, va bene così, vedremo di fare il nostro meglio. La mia partenza perfetta è che quei due davanti si tocchino visto che non si amano ed escano fuori là, Kimi faccia un partenzone e vada dietro Vettel in trenino fino alla fine.

    Riconosciamo la forza delle due macchine che abbiamo davanti, faremo il possibile per dare qualche soddisfazione».

    13:35 - Guardando alla strategia, l’unica sosta dovrebbe posizionarsi intorno al 30mo giro. L’anno scorso approfittarono della Safety Car per fermarsi un po’ prima. Il degrado della gomma non sarà un problema, addirittura è stimato che si potrebbe fare tutta la gara con un set di morbide. Chi scatta dalle retrovie punterà sicuramente a uno stint lunghissimo per approfittare di eventuali colpi di scena

    13:30 – A Montecarlo apre la pitlane, 15 minuti per schierarsi in griglia

    13:12 – Un saggio Niki Lauda dice: «Vincere è difficile, è importante la concentrazione, può capitare un problema tecnico…

    Vettel è in gioco, speriamo che alla fine sia davanti però la Mercedes»

    13:07 – Nella top ten saranno da tenere d’occhio due mine vaganti: Perez e Maldonado. Specialmente il messicano è stato autore di una gran qualifica, relativamente al mezzo che si ritrova. Bravo, ora dovrà portare la macchina al traguardo

    12:50 - La griglia di partenza ha subito due modifiche rispetto al risultato delle qualifiche. Grosjean è stato arretrato di 5 posizioni per aver sostituito il cambio, Sainz partirà dalla pitlane perché durante la Q1 non si è fermato al controllo del peso

    Griglia di partenza GP Monaco 2015

    1. Hamilton

    2. Rosberg

    3. Vettel

    4. Ricciardo

    5. Kvyat

    6. Raikkonen

    7. Perez

    8. Maldonado

    9. Verstappen

    10. Button

    11. Hulkenberg

    12. Massa

    13. Alonso

    14. Nasr

    15. Grosjean

    16. Bottas

    17. Ericsson

    18. Stevens

    19. Merhi

    20. Sainz

    12:45 – In Ferrari si spera nella partenza e in prestazioni migliori, agevolate dal maggior caldo: «Non c’è purtroppo molto spazio per fare qualcosa di magico… Vedremo, speriamo di partire bene, poi la gara è lunga e molte cose possono accadere», dice Vettel.

    12:40 – «Ero un po’ deluso ieri, è sempre positivo attendersi qualcosa di più. Proverò ad arrivare sul podio, sono affamato qui. La partenza è fondamentale, ma se non ci riusciremo proveremo in altro modo, spero di poter fare una bella battaglia con Seb, è da molto che non capita», commenta Ricciardo.

    12:35 – Su Montecarlo splende il sole, potremmo avere un asfalto un po’ più caldo rispetto alle qualifiche. Non ci saranno grandi margini per giocare con la strategia, vista la durata esagerata delle due mescole.

    12:30 - Amici appassionati di Formula 1, buona domenica. Iniziamo la marcia di avvicinamento che ci porterà allo spegnimento dei semafori e al via del Gran Premio di Monaco, previsto alle 14:00