GP Monaco F1 2015: Rosberg ci aggiorna sulla rivalità con Hamilton

Un anno fa a Montecarlo esplose la polemica: come sono i rapporti oggi tra i due ex-amici?

da , il

    L’inizio della fine dell’amicizia tra Hamilton e Rosberg può essere ricondotto alle qualifiche del Gran Premio di Monaco di un anno fa quando il pilota tedesco fece un errore molto “furbo” nel suo secondo giro lanciato e causò l’esposizione delle bandiere gialle che impedirono al compagno di squadra di migliorarsi nel tentare di soffiargli la pole position. Da lì in poi, gli episodi di tensione, allontanamento e riavvicinamento, si sono susseguiti. Com’è la situazione quest’anno? A raccontarlo è Nico Rosberg subito dopo aver appreso che Lewis Hamilton ha rinnovato il contratto con la Mercedes per altri 3 anni. Per seguire la gara LIVE in diretta web da Monaco, BASTA CLICCARE QUI!

    Rosberg: “Con Hamilton situazione neutra”

    “Il nostro rapporto va avanti tra alti e bassi ma al momento la situazione è neutra. Stiamo lavorando bene insieme e ci spingiamo l’uno con l’altro a migliorare per arrivare a livelli sempre più alti”, ha dichiarato Nico Rosberg nel paddock di Montecarlo. “La battaglia è il sale delle competizioni e sono contento di potermi sfidare ancora con lui nei prossimi anni ma dobbiamo renderci conto che nella lotta sta entrando anche la concorrenza esterna”, ha aggiunto il tedesco facendo riferimento al fatto che il dominio Mercedes non durerà in eterno.

    Hamilton troppo distratto dal glamour

    Si dice che Rosberg possa battere Hamilton facendo leva sull’incostanza del pilota inglese e su alcune sue distrazioni extra-pista che lo possono portare a non dare sempre il 100%. Il successo del tedesco in Spagna è stato spiegato da alcuni addetti ai lavori proprio citando quanti chilometri abbia coperto l’inglese in giro per il mondo, 27 mila in meno di 3 settimane, prima di atterrare a Barcellona. A tal proposito, è interessante il consiglio che arriva al campione del mondo in carica dal connazionale Damon Hill:“Ho avuto l’impressione che non fosse concentrato come al solito in Spagna. Il jet lag è debilitante e non consente di essere in perfetta forma – ha spiegato al Daily Express – Nico, invece, è rimasto a casa e si è concentrato su cosa era meglio fare. Anche se ha grande talento. Lewis non può regalare nulla ad un rivale come Rosberg. Non deve sottovalutare il suo avversario e deve aspettare se vuole godersi la vita perché tutto quello che ha e che può avere nasce dalla sua capacità di vincere le gare. Non deve dimenticarlo”.

    Hamilton rinnova, Bottas resta out!

    Il rinnovo di Lewis Hamilton ha chiuso definitivamente le porte della Mercedes a Valtteri Bottas. Il finlandese vede i propri interessi curati da un certo Toto Wolff per cui l’idea che potesse approdare a Brackley era tutt’altro che campata in aria. Tuttavia, il 25enne della Williams deve ora sperare, semmai, in una chiamata della Ferrari per fare il salto di qualità. Nell’attesa, Wolff cerca di tenere alto il valore del suo pupillo:“Ha un grande futuro davanti e se si pensa alla nuova generazione di piloti contiamo al suo livello Ricciardo e forse Kvyat nell’attesa che cresca anche Max Verstappen. È normale, quindi, che i top team inizino a mettergli gli occhi addosso. Lui è un potenziale candidato”. Il capo del team Mercedes ha comunque smentito che ci siano trattative tra Bottas e la Ferrari:“Se fosse in lui e non potessi andare in Mercedes o Ferrari, vorrei assolutamente restare in Williams”, ha concluso.