GP Monaco F1 2016, Ferrari: James Allison torna in pista

Formula 1 2016: James Allison parla sul sito Ferrari delle caratteristiche del Gran Premio di Monaco, sesta tappa della stagione, in cui la Ferrari può aspirare al successo

da , il

    In vista del Gran Premio di Monaco 2016 di Formula 1, James Allison torna a parlare. Lo fa in un video-comunicato di presentazione sul sito Ferrari come preludio di un suo ritorno al muretto box. Il direttore tecnico, tornato operativo dopo il drammatico lutto della moglie Rebecca, spiega quali siano le chiavi di lettura del circuito di Montecarlo, sesta tappa della stagione, una di quelle in cui la SF16-H può aspirare seriamente al colpaccio. Sfortuna permettendo. Per seguire la gara LIVE in diretta del GP Monaco F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    Ferrari, Allison:”A Monaco un weekend lungo da giovedì a domenica”

    “A Monaco non è facile il sorpasso, quindi è molto importante ottenere un buon risultato in qualifica che, tuttavia, non è il semplice risultato di una macchina con un buon carico aerodinamico, o con delle gomme buone - ha dichiarato James Allison su ferrari.com – Per Monaco bisogna considerare tutto il fine settimana, che inizia giovedì e si conclude domenica. La pista cambia ogni volta che il pilota gira in FP1, FP2, FP3. C’è bisogno di un fine settimana pulito ed è importante avere un livello di carico alto, perché si tratta di una pista con curve lente e rettilinei molto corti”. Le squadra si presenteranno nel Principato di Monaco dopo due giorni di test a Barcellona. Il direttore tecnico della Ferrari spiega quanto sia stata utile quell’occasione:“E’ stata un’opportunità molto utile per la squadra per lavorare sul set up della vettura e rispondere ad alcune domande che sono venute alla luce durante il fine settimana del GP. Abbiamo imparato molto e non vedo l’ora di arrivare a Monaco per poter applicare quanto appreso”, ha concluso.

    Raikkonen:”A Monaco fondamentale la qualifica”

    “Il circuito di Monaco è diverso da tutti gli altri. E’ una gara particolare e molto dipende dalla tua posizione di partenza: se sei davanti è un conto, ma se sei dietro è davvero difficile superare”, ha affermato Kimi Raikkonen. “Esattamente come in tutte le altre gare abbiamo molte riunioni, ma dopo si va a dormire, anche se molta gente viene lì per divertirsi - ha aggiunto il finlandese parlando dell’inedita cornice nella quale si disputa la gara – Per la configurazione del tracciato a Monte Carlo c’è un contatto maggiore con gli spettatori: “A fine gara rallentiamo e riusciamo a vedere meglio le persone, ma c’è tanta gente ed è difficile fare attenzione a tutto”.

    Montezemolo: “Schumacher continua a lottare”

    Intervistato dalla CNN, l’ex presidente della Ferrari Luca di Montezemolo ha lanciato nuove dichiarazioni sulla salute di Michael Schumacher smentendo le indiscrezioni che davano la situazione dell’ex-campione ormai critica:“Ho saputo che sta reagendo. E’ una persona eccezionale, dotata di grande forza. Sono sicuro che, grazie alla sua determinazione, riuscirà ad uscire da questa situazione molto difficile. Lui è indubbiamente il più grande pilota della storia della Ferrari”.