GP Monaco F1 2016, qualifiche Red Bull. Ricciardo stellare, Verstappen ingenuo

Pole per Daniel, penultima posizione per il talento olandese, che sbaglia misure in Q1 e va contro le barriere

da , il

    GP Monaco F1 2016, qualifiche Red Bull. Ricciardo stellare, Verstappen ingenuo

    L’ha meritata, e un po’ va a lenire la rabbia per una vittoria negata a Barcellona. La pole di Daniel Ricciardo nelle qualifiche del Gran Premio di Monaco è un giro perfetto, con in più una gestione strategica della qualifica tutta da studiare. In Q2 fa un primo tempo con le ultrasoft, poi torna in pista, più gommata, con le supersoft, riuscendo a migliorarsi e passare in Q3 con il tempo maturato su gomma rossa. Sarà quella da usare domani in partenza e, se sarà asciutto, gli permetterà di fare uno stint iniziale di gara molto lungo, sfruttando la velocità della ultrasoft nella seconda metà di corsa. Già da quel giro in Q2 si capiva che, con gomma ultrasoft e il margine di 8 decimi assicurato dalla mescola più veloce, la pole sarebbe stata assolutamente alla sua portata. Per seguire la gara LIVE in diretta del GP Monaco F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    Ha trovato una Red Bull che lo ha assecondato alla perfezione, ma non va sminuito il ruolo di Daniel, millimetrico mentre Verstappen prendeva in pieno il rail alle piscine, rompeva la sospensione e andava contro le barriere: «Ho avuto un po’ di sfortuna, chiaro che è dura in qualifica, è un peccato. Certo sarà una gara molto difficile, spero che il tempo sia diverso, magari la pioggia potrebbe aiutarmi, ma sarà dura. Non è che stessi rischiando troppo, stavo cercando i fare il mio giro, poi ho anticipato la curva ma non stavo spingevo troppo. Certo il week end è compromesso, non sono contento». Da osannato per la vittoria in Spagna a errore da principiante nel momento chiave del sabato.

    Leggi anche | Ricciardo in pole, firma la prima a Montecarlo| Vettel: “Sono molto deluso, mancava aderenza”

    Non poteva fare la prima pole in un posto migliore, l’australiano: «Sicuramente è in un posto speciale, sapevo a inizio week end che avrei avuto una possibilità. Sin dal giovedì tutto si è messo al meglio. A Barcellona, e nelle ultime corse in generale, ho guidato sempre bene ma senza avere il premio che mi meritavo. Ho affrontato con fiducia questo week end», commenta a caldo. Quel premio che significa la vittoria negata al Montmelo, causa strategia sbagliata dal box, mentre per Verstappen la strada verso la vittoria veniva spianata.

    Domani avrà un gran premio unico per rifarsi.