GP Montecarlo F1 2014, Ferrari – Alonso: “Mattiacci? Nessun cambiamento”

Formula 1: Fernando Alonso commenta il lavoro fatto fino ad oggi da Mattiacci in Ferrari spiegando che il nuovo team principal è ancora alle prese con lo studio

da , il

    alonso ferrari mattiacci monaco 2014 f1

    La Ferrari non disputerà un Gran Premio di Monaco di Formula 1 edizione 2014 alla grande. Statene certi. I problemi sulla F14T sono tanti e complicati. Impossibili da risolvere sul circuito di Montecarlo. Impossibile né oggi né mai. Oltretutto, neppure l’arrivo di Marco Mattiacci può veramente dare una scossa immediata all’ambiente. Non è come nel calcio che un allenatore può far sbloccare la testa dei calciatori. I pistoni sono pistoni. E Restano pistoni. Intervistato sul tema da Autosport, Fernando Alonso è molto franco:“Sta ancora studiando. Ci sono tante cose da imparare – ha spiegato parlando del suo nuovo team principal – serve maturare più esperienza per poi prendere decisioni importanti, quindi non penso che farà molto per ora”. In effetti, l’obiettivo che Montezemolo ha dato a Mattiacci è solo quello di prendersi 2/3 mesi di apprendistato full time. Il resto verrà di conseguenza. BASTA CLICCARE QUI!

    “Dal nostro punto di vista come piloti, ingegneri e meccanici non ci sono grosse differenze rispetto a prima per quel che accade nel weekend di gara – ha aggiunto Fernando Alonsolo stesso posso dire per quando mi reco a Maranello per partecipare alle riunioni tecniche o alle prove al simulare. Non ho visto cambiamenti nell’ultimo mese ma si sapeva che sarebbe stato così perché manca ancora di esperienza“.

    [sondaggio id="439"]

    Alonso: “Abbiamo tanti problemi”

    Mentre Eddie Jordan giudica quella della Ferrari come una delle crisi più gravi di tutta la sua storia sportiva, Fernando Alonso non fa molto per fargli cambiare opinione:“Abbiamo più di un problema in questo momento, ma è chiaro che sarebbe molto positivo avere una buona trazione qui. Anche senza avere una trazione da primato, qui a Monaco negli anni scorsi siamo riusciti a fare bene ottenendo anche dei podi – ha dichiarato lo spagnolo nella conferenza stampa di rito – Mi auguro che questo weekend riusciremo ad essere competitivi abbastanza da trovarci nelle prime posizione e portare a casa un buon numero di punti. Dobbiamo aspettare e vedere quale squadra è in grado di adattare meglio la vettura a questo circuito. Come ho già detto altre volte, su questa pista è più importante trovare un assetto che ti dia grande confidenza con la vettura tra le barriere che avere un aggiornamento che ti regala qualche decimo di secondo”.

    Raikkonen: “Spero di prendere punti pesanti”

    Un avvio di stagione molto deludente ed una gara lotteria da affrontare nella quale tutto può, in teoria, succedere. Così Kimi Raikkonen si avvicina al Gran Premio di Monaco 2014:“Molti elementi possono condizionare il risultato qui, questa volta spero di poter fare meglio rispetto alle ultime gare e di riuscire a portare a casa dei punti pesanti. È troppo presto, però, per dire se saremo competitivi, tanto più che le vetture 2014 sono molto differenti da quelle dell’anno scorso”, ha dichiarato. “Nell’ultima gara abbiamo avuto dei problemi, ma la vettura in Spagna era meglio che nei Gran Premi precedenti – ha aggiunto Raikkonen su ferrari.com – Detto questo, resta chiaro che il sesto e il settimo posto non sono i risultati che vogliamo. Stiamo migliorando pian piano perché non è facile risolvere i problemi che abbiamo, ma continuiamo a lavorare duro”.

    Twitter: @pierimanuel