GP Montecarlo F1 2017, Button e Hulkenberg snobbano Indianapolis

A Monaco rientra in F1 Button grazie all'impegno di Alonso nella 500 Miglia, che non appassiona Jenson e Nico

da , il

    GP Montecarlo F1 2017, Button e Hulkenberg snobbano Indianapolis

    C’è attenzione e curiosità su quel che saprà fare Jenson Button nel Gran Premio di Montecarlo F1 2017. Torna al volante della McLaren-Honda, ma è tutta un’altra macchina rispetto a quella lasciata ad Abu Dhabi. Più larga, anzitutto, purtroppo anche più fragile. Non ha voluto girare nei test dopo il Gran Premio in Bahrain, sessione che ha ritenuto non indicativa in vista del Principato: «Passare mezza giornata in Bahrain era inutile, perché una pista totalmente diversa, ho parlato con il team e ho pensato fosse più utile girare al simulatore. Gran parte delle cose sono uguali, ci sono dettagli diversi con i nuovi regolamenti, alla fine resta una macchina da corsa, solo un po’ più larga. Basta che tu capisca come funziona la macchina, ho ricevuto tutte le informazioni, e sono le cose chiave da capire per scoprire il funzionamento della macchina e le ho fatte. Ci vorrà un po’ di lavoro per capire come funzionano le gomme, devo impegnarmi il più possibile e alla fine spero di uscire vincitore da questa sfida». Clicca qui per seguire LIVE in diretta web la gara del GP Montecarlo F1 2017!

    E’ nel Principato per “godersi” l’esperienza, riassaporare la Formula 1 dopo sei mesi nei quali si è dedicato alla sua grande passione, il triathlon. Assicura che «non c’è pressione, sono molto rilassato ed emozionato. E’ interessante tornare in questa gara, ho guidato per 17 anni e vinto una volta, è emozionante ma non sento nessuna pressione». Jenson è a Montecarlo grazie a una combinazione che renderà unico il week end alle porte. Domenica il Gran Premio di Montecarlo, poi la 500 Miglia di Indianapolis. Non è tra le opzioni che lo attirano, racconta l’inglese: «Indy non è tra le opzioni che ho mai considerato. Sono rimasto sorpreso che Fernando abbia deciso d’andarci, a livello personale mi piacerebbe molto di più andare a Le Mans, correre la Nascar in futuro, ho visto alcune gare e mi sono divertito tantissimo. L’Indy non mi ha mai attratto particolarmente, per vari motivi». Gli fa eco Nico Hulkenberg: «Non c’è nulla che mi colpisca o che mi emozioni nella 500 Miglia di Indianapolis. Per il momento non ci andrei, Le Mans potrebbe accadere di nuovo in futuro. Sono contento di quel che faccio».

    Hulkenberg, bene gli sviluppi Renault

    In Renault arrivano con il buon risultato di Barcellona, Hulkenberg sesto e contento di come sta procedendo l’avventura: «Credo che lo sviluppo della power unit stia procedendo bene, il passo avanti dall’anno scorso è stato grande, dai commenti che ricevo dai tecnici e altri piloti. Ci stiamo avvicinando alla potenza di Ferrari e Mercedes, stiamo rispettando il programma di sviluppo. A Barcellona soprattutto è andata bene, in gara, anche se i ritiri ci hanno aiutato. La mentalità del team è molto positiva, arrivano aggiornamenti a ogni week end e siamo nella posizione di battagliare costantemente per i punti».