GP Montecarlo F1 2017, qualifiche Ferrari. Raikkonen: “La pole non garantisce nulla, ma la prendo volentieri”

I risultati delle qualifiche del GP di Montecarlo F1 2017 riportano Kimi in pole, Vettel recrimina su un giro di Q3 non pulito

da , il

    GP Montecarlo F1 2017, qualifiche Ferrari. Raikkonen: “La pole non garantisce nulla, ma la prendo volentieri”

    Risorge, risplende e risponde, alle critiche e i dubbi. Kimi Raikkonen nelle qualifiche del Gran premio di Montecarlo 2017 si tiene tutti dietro, a partire da un Sebastian Vettel al quale girano non poco nel vedersi secondo per 43 millesimi appena, lui che nel giro secco ha sempre dimostrato di avere qualcosa in più su Kimi. Il sabato di Monaco lo vede esprimersi su livelli altissimi, qualcosa che non gli riusciva dal 2008, Gran premio di Francia a Magny Cours allora. Pole position.

    Vale il 90% della vittoria questo risultato della qualifica, da tramutare domani in partenza perfetta, non esitare allo spegnimento dei semafori per non offrire possibilità a chi scatta al tuo fianco e dietro, scenario che potrebbe creare problemi verso Sainte Devote. Chi girerà davanti lì dovrà controllare per 78 giri. Kimi può farcela, lo meriterebbe come ha meritato la pole. E sullo start focalizza l’attenzione anche Maurizio Arrivabene: «Bisogna imparare la lezione di Sochi e fare molta attenzione, domani è un altro giorno. Kimi ha fatto un giro fantastico, peccato per Sebastian che ha sbagliato alla curva 5. Abbiamo due macchine là davanti, ora siamo focalizzati sulla gara. Dobbiamo guardare avanti». Clicca qui per seguire LIVE in diretta web la gara del GP Montecarlo F1 2017!

    Compassato come al solito, più rosso che mai in volto, pendant con la tuta, giacché l’evento nel Principato richiede eleganza totale. Quella espressa in una guida fluida e perfetta tra i guard-rail, maestro per come alla seconda delle Piscine toccava il guard-rail e limava millimetri. «Ovviamente è una sensazione grandiosa, è stato un po’ complicato arrivare a fare il tempo, siamo riusciti a sistemare la macchina per le qualifiche. E’ difficile andare veloce su questa pista, è la miglior posizione di partenza per la gara e speriamo di sfruttarla domani», le prime parole di Kimi, a caldo.

    «Le qualifiche sono andate bene, mi sono divertito tanto, la macchina ha dato belle sensazioni. Possono succedere tante cose che condizionano la gara, siamo contenti di essere nella posizione migliore, speriamo di prendere le decisioni giuste quando conta e sfruttare le condizioni».

    Già proiettato in gara, e ricorda: «La pole non garantisce nulla per la gara, in ogni caso la prendo volentieri. Tutto il week end è andato piuttosto bene, abbiamo faticato un po’ in alcuni punti della pista, poi abbiamo lavorato per capire cosa fare e le qualifiche sono state sufficienti. Se si riguarda il giro si trovano sempre punti nei quali si sarebbe potuti andare più veloci, mi sono sentito bene e mi ha permesso di spingere. Una qualifica positiva, sono contento per me e il team, visto che abbiamo due macchina in prima fila».

    Parla come raramente si ricorda e aggiunge: «La pole in una delle gare in cui è più importante partire davanti. Finora tutto bene, sono contento della macchina, il team mi ha messo in un’ottima condizione, grazie a loro. La macchina è più o meno la stessa delle ultime gare, questa è una pista molto speciale, è stato un po’ complicato far funzionare tutto come volevamo, in qualifica le cose sono andate nel posto giusto, abbiamo azzeccato tutti i dettagli. Abbiamo trovato un buon feeling con le gomme, tutto sommato».

    Qualifiche a Monaco: Raikkonen in pole, Vettel secondo

    Per una volta “dall’altra parte”, Vettel veste i panni del secondo. Sfumature hanno impedito a Seb di prendersi la pole, solo 43 millesimi. Ancora meno quelli grazie ai quali è in prima fila, per 2 millesimi sta davanti a Bottas. «Bravo Kimi, è andato meglio di me. Si può sempre dire che sarei potuto andare più veloce quando non si fa la pole, nel complesso è stato un buon week end. Fino all’ultimo è stata molto incerta, Valtteri h fatto un giro molto competitivo ed è stata una sorpresa, non so che problemi abbiano avuto fino a quel momento.

    Non penso alla posizione di Hamilton, dobbiamo lottare entrambi per la miglior posizione domani. La macchina era buona, forse ho spinto troppo nel primo giro di Q3 e sono andato largo in curva 5, ho esagerato un po’, cercato di fare qualcosa di più invece ho perso il controllo della macchina. Non sono felice, avrei potuto fare forse di più, complimenti al team e a Kimi. Se devo cedere la pole a qualcuno, preferisco Kimi. Avrei dovuto fare un lavoro migliore nel complesso del giro, la macchina era buona e non sono riuscito a esprimere la velocità».