GP Montecarlo F1 2017, qualifiche Red Bull. Verstappen: “Fatto del mio meglio, siamo il terzo team”

I risultati delle qualifiche del Gran Premio di Montecarlo F1 2017 mettono in mostra un ottimo Verstappen, Ricciardo rallentato dal traffico

da , il

    GP Montecarlo F1 2017, qualifiche Red Bull. Verstappen: “Fatto del mio meglio, siamo il terzo team”

    Le prestazioni di un anno fa sono un ricordo, Red Bull da seconda fila nelle qualifiche del Gran Premio di Montecarlo F1 2017. Verstappen e Ricciardo approfittano dell’assenza di Lewis Hamilton, ma sulla RB13 chi fa la differenza è l’olandese. Problematica la Q3 di Ricciardo, che recrimina sul traffico e le scelte del muretto, a mandarlo in pista troppo vicino ad altre macchine, quando invece avrebbe voluto una migliore pianificazione.

    Verstappen che finora ha mostrato tutta la maturazione avvenuta in 12 mesi, dai tre botti del 2016 a un 2017 a Monaco finora immune da errori. Velocissimo, a 3 decimi dalla pole e con mezzo secondo rifilato al compagno di squadra. Sarà difficile puntare al podio, si gioca tutto in partenza l’olandese. E con quest’idea chiara in mente per tutti i primi cinque, il via in gara si annuncia critico. «Credo che il risultato sia lineare, le Ferrari sono state molto veloci per tutto il week end. Io ho dato del mio meglio e siamo quarti, purtroppo Valtteri si è messo in mezzo ma bisogna essere realisti e al momento siamo il terzo team», analizza Max. Clicca qui per seguire LIVE in diretta web la gara del GP Montecarlo F1 2017!

    Terzo team, con un divario inferiore al solito per il minor contributo richiesto alla power unit. Ma se lo scorso anno, con uguale deficit di potenza, Ricciardo staccava la pole, oggi alla Red Bull manca ancora qualcosa sul telaio.

    «Credo ci sia stato un piccolo miglioramento, ma qui a Montecarlo non dipende solo dagli aggiornamenti, devi far funzionare al meglio le gomme. Dobbiamo essere realisti, è stata una buona qualifica, soprattutto nel confronto con lo scorso anno, dall’essere fuori in Q1 a essere quarto».

    Spiega cosa non ha funzionato nella sua qualifica, Daniel Ricciardo. «In qualifica è andata meglio, Q1 e Q2 mi sentivo meglio con la macchina, non era perfetta ma nulla lo è qui. Una pista difficile ma bella. In Q3 abbiamo pensato di fare il tempo al primo giro, non un secondo per scaldare le gomme, l’ultimo run di Q3 non è stato possibile spingere forte nel giro di lancio, perché ho trovato traffico e non sono riuscito a far di più.

    Non sono contento, perché avevo tanto spazio alle mie spalle e non so perché il box mi abbia fatto uscire nel traffico». Scherza guardando alla gara. La vittoria? Perché no, a una condizione: «Se fai nessun pit-stop allora è possibile vincere… oggi abbiamo perso una grande opportunità».