by

GP Monza F1 2012, qualifiche: Hamilton stratosferico, Alonso fermato dalla sospensione

    Gp Monza, il venerdi pregara

    AP/LaPresse

    Le qualifiche del Gran Premio d’Italia a Monza si risolvono con una delusione epica per il tifo Ferrari. Fernando Alonso, atteso Messia che aveva dato dimostrazione di poter lottare per la pole position, deve arrendersi a una barra qualsiasi. Un problema alla sospensione posteriore ha frenato Nando, che non ha potuto fronteggiare lo strapotere di un Lewis Hamilton semplicemente perfetto. L’inglese della McLaren ha marcato il miglior tempo, con un decimo di vantaggio su Button e due su Massa, ottimo terzo.
    «Si è rotto qualcosa in macchina. Peccato perché oggi la pole position era una delle più facili che potessimo fare. Hamilton ha fatto 24″0, noi eravamo molto meglio di quello», ha commentato amaramente Alonso.

    Cronaca qualifiche GP Italia 2012 – Monza
    Q3
    Lotta per la pole che si è aperta con i due ferraristi immediatamente in pista, con gomme medie. Al primo giro Alonso gira lento, per preparare al meglio la mescola e fare il tempo alla seconda tornata. Miglior tempo parziale che va a Massa (1’24″436), mentre Hamilton fa subito 27″2 al primo intermedio e chiude con un grandioso 1’24″010 che gli vale la pole provvisoria dopo il primo tentativo e tre settori record. Secondo posto per Massa, poi Button, Rosberg, Vettel, Alonso, che a dispetto delle impressioni rientra ai box senza chiude il secondo giro veloce consecutivo con le morbide e monta un treno nuovo di gomme medie.

    A 2 minuti dal termine, tutti i migliori dieci in pista. La pole di Hamilton è in cassaforte e la McLaren festeggia la prima fila con Button che arriva a 1 decimo dal compagno di squadra. Alonso non riesce a tirare fuori il massimo dalla Ferrari e con tre intermedi lenti chiude addirittura al decimo posto: una delusione epica per il tifo Ferrari dopo le aspettative delle prove libere. Sembrerebbe che un problema alle barre di torsione posteriori abbia rallentato lo spagnolo.

    Sorprende Paul Di Resta, che stampa il quarto tempo ma verrà penalizzato e partirà nono. In seconda fila scatterà Massa con Schumacher, poi Vettel, Rosberg, Raikkonen, Kobayashi, Di Resta e Alonso.

    Q2
    Il rebus della seconda eliminatoria ha riguardato le gomme da utilizzare, con le medie che non sembrano garantire un gran vantaggio rispetto alle dure. Le Ferrari, Raikkonen e Schumacher sono subito scesi in pista con il composto più morbido, le McLaren hanno atteso pochi minuti in più ai box. Il primo tempo è stato ancora di Di Resta (1’24″668) davanti a Raikkonen. Alonso ha poi marcato due intertempi record, e con il miglior tempo anche nell’ultimo è andato in testa con 1’24″242, al primo giro veloce.

    Ancora lontana la Red Bull: Vettel è a quasi 8 decimi.

    La “novità” parziale a metà Q2 è stato Button, secondo a 13 millesimi da Alonso. Non solo Hamilton, quindi, ma anche Button in lizza per la pole, mentre al mattino Jenson sembrava un gradino sotto a Lewis.
    Alonso, Button, Hamilton, Massa, Rosberg, Di Resta, Schumacher, Raikkonen, Vettel, Maldonado. Questa la classifica dopo il primo tentativo su gomme medie. Interessante notare come non si sia migliorato il tempo fatto con le dure in Q1. A rischio eliminazione Mark Webber, 13mo.

    L’ultimo run della Q2 ha visto protagonisti Di Resta, Raikkonen, Vettel, Maldonado, Senna, Perez, Webber, Kobayashi, D’Ambrosio, Ricciardo e Vergne, alla ricerca del jolly per entrare in Q3. A non centrare l’obiettivo ed essere eliminati sono stati: Webber, Maldonado, Perez, Senna, Ricciardo, D’Ambrosio e Vergne.

    Accedono alla Q3: Alonso, Button, Di Resta, Hamilton, Massa, Rosberg, Schumacher, Kobayashi, Vettel e Raikkonen.

    Q1
    La prima eliminatoria si è aperta con 43° C sull’asfalto, replicando le temperature viste ieri nelle libere. Sul risultato finale delle qualifiche peseranno le decisioni degli steward: Di Resta verrà arretrato di 5 posizioni per aver sostituito il cambio, Maldonado di 10 per i fatti del Gran Premio del Belgio di sette giorni fa.

    Primo pilota a scendere in pista è stato Daniel Ricciardo, con gomme dure, seguito dal compagno di squadra Vergne. Da tener d’occhio Di Resta, stamane veloce e tra i top five, che al primo giro ha ottenuto 1’25″384, segnando la miglior prestazione parziale dopo 5 minuti. Più sfortunato l’altro pilota Force India: Hulkenberg ha rotto il cambio in fondo al rettilineo e si schiererà in ultima posizione domani.
    Alonso ha poi migliorato il crono di Di Resta, facendo il tempo solo al secondo giro veloce consecutivo: 1’24″540.
    Ferrari su due binari alle curve di Lesmo, segno dell’ottimo bilanciamento raggiunto sulla F2012. A differenza delle prove libere, lo spagnolo ha avvicinato i tempi record delle McLaren anche nel primo settore, migliorando ancora addirittura al quinto giro consecutivo: 1’24″175 davanti a Rosberg, Di Resta, Massa, Senna.
    A 8 minuti dal termine della Q1, a rischio eliminazione D’Ambrosio, in 18ma posizione e dietro a Kovalainen.

    La risposta di Hamilton ad Alonso? Non si è fatta attendere: 27″2 nel primo settore, 28″7 nel secondo, 28″2 nel terzo: seconda posizione per 4 centesimi. Lotta così per salvarsi dalla tagliola dell’eliminatoria, con le prime file che vedono: Alonso, Hamilton, Button, Rosberg (+0.5), Di Resta, Massa (+0.7), Vettel, Maldonado, Senna, Raikkonen (+0.9).

    Eliminati Kovalainen, Petrov, Glock, Pic, Karthikeyan, De la Rosa e Hulkenberg.

    Classifica tempi qualifiche GP Italia 2012 – Monza

    1. Hamilton 1’24″010
    2. Button 1’24″133
    3. Massa 1’24″247
    4. Di Resta 1’24″304 (pen. +5 posizioni)
    5. Schumacher 1’24″540
    6. Vettel 1’24″802
    7. Rosberg 1’24″833
    8. Raikkonen 1’24″855
    9. Kobayashi 1’25″109
    10. Alonso 1’25″678
    _____________________
    11. Webber 1’24″809
    12. Maldonado 1’24″820
    13. Perez 1’24″901
    14. Senna 1’25″042
    15. Ricciardo 1’25″312
    16. D’Ambrosio 1’25″408
    17. Vergne 1’25″441
    _____________________
    18. Kovalainen 1’26″441
    19. Petrov 1’26″887
    20. Glock 1’27″039
    21. Pic 1’27″073
    22. Karthikeyan 1’27″441
    23. De la Rosa 1’27″629
    24. Hulkenberg s.t.

    SCRITTO DA Derapate PUBBLICATO IN Circuito Monza F1Formula 1 2015GP Italia F1Qualifiche F1 Sabato 08/09/2012