GP Monza F1 2012: vince Hamilton, Ferrari sul podio con Alonso! Vettel e Button Ko!

Formula 1: diretta live del GP di Monza 2012

da , il

    hamilton,gp monza f1 2012

    E’ Lewis Hamilton il vincitore del Gran Premio di Monza di Formula 1 2012! Il pilota McLaren comanda con autorevolezza la corsa sin dalle prime fasi. Va male a Button e Vettel. Due degli attesi protagonisti sono costretti al ritiro. La Ferrari si salva con Fernando Alonso che sale sul terzo gradino del podio dopo una bella rimonta nei primi giri e grazie all’aiuto di Felipe Massa. Il secondo posto è di Sergio Perez che con una strategia opposta a quella dei top driver si trova a guidare con gomme morbide nella seconda parte del Gp di Monza e riesce a recuperare con facilità delle posizioni. A punti vanno anche Raikkonen, Schumacher, Rosberg, Di Resta, Kobayashi e Senna. Ritiro nel finale per Webber. Red Bull completamente a secco.

    GIRO 52. E’ Lewis Hamilton il primo a passare sotto alla bandiera a scacchi del GP di Monza 2012. Dietro di lui si piazza Sergio Perez, velocissimo nel finale e capace di scavalcare le due Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa. A punti vanno anche Raikkonen, Schumacher, Rosberg, Di Resta, Kobayashi e Senna. Si devono ritirare Webber, Button e soprattutto Vettel! Il GP d’Italia ribalta completamente il risultato del GP del Belgio. A fare festa sono quelli che una settimana fa erano rimasti a mani vuote.

    GP Italia F1 2012: ordine di arrivo

    1. Hamilton McLaren-Mercedes 1h19:41.221

    2. Perez Sauber-Ferrari + 4.356

    3. Alonso Ferrari + 20.594

    4. Massa Ferrari + 29.667

    5. Raikkonen Lotus-Renault + 30.881

    6. Schumacher Mercedes + 31.259

    7. Rosberg Mercedes + 33.550

    8. Di Resta Force India-Mercedes + 41.057

    9. Kobayashi Sauber-Ferrari + 43.898

    10. Senna Williams-Renault + 48.144

    11. Maldonado Williams-Renault + 48.682

    12. Ricciardo Toro Rosso-Ferrari + 50.316

    13. d’Ambrosio Lotus-Renault + 1:15.861

    14. Kovalainen Caterham-Renault + 1 lap

    15. Petrov Caterham-Renault + 1 lap

    16. Pic Marussia-Cosworth + 1 lap

    17. Glock Marussia-Cosworth + 1 lap

    18. De la Rosa HRT-Cosworth + 1 lap

    19. Karthikeyan HRT-Cosworth + 1 lap

    20. Webber Red Bull-Renault + 2 laps

    21. Hulkenberg Force India-Mercedes + 3 laps

    22. Vettel Red Bull-Renault + 6 laps

    Giro più veloce: Rosberg, 1:27.239

    GIRO 51. Piove sul bagnato in casa Red Bull: Webber va in testacoda all’uscita della variante Ascari. Riesce miracolosamente a riprendere la via della pista ma si deve ritirare dopo aver completato un giro a bassa velocità.

    GIRO 47. Ritiro per Vettel! Il tedesco, primo inseguitore di Alonso in classifica mondiale, era sesto. Dal box gli viene chiesto con una certa urgenza di fermare la macchina immediatamente per non danneggiare il motore. Schumacher, intanto, è in rimonta: supera prima Di Resta e poi Webber e sale in sesta posizione.

    GIRO 45. Perez svernicia anche Alonso che non oppone alcuna resistenza. Lo spagnolo a questo punto deve sperare che il pilota della Sauber va a prendersi anche Hamilton che, però, a 7 giri dalla fine, ha ancora un vantaggio di 11 secondi.

    GIRO 43. Perez supera Massa, sale sul podio e si mette nella scia di Alonso. Il messicano è scatenato ma sta girando con gomme medie. Per quanti altri giri gli consentiranno di tenere questo ritmo?

    GIRO 39. Massa lascia la seconda posizione ad Alonso. Perez, intanto, va come un forsennato e recupera sui primi 3 al ritmo di quasi 2” al giro. Hamilton guida la gara con 13” su Alonso, 15” su Massa, 18” sull’arrembante messicano, 27” su Raikkonen, 31” su Vettel, 33” su Webber, 35” su Kobayashi, 39” su Schumacher

    GIRO 37-38. Dopo un duello prolungato, Perez scavalca Raikkonen e sale quinto. E’ battaglia, intanto, tra Webber e Vettel per l’ottava posizione. Schumacher effettua il secondo cambio gomme quando è risalito in quarta posizione per scivolare in decima. Rosberg, il giro seguente, imita Perez e supera il finlandese della Lotus per poi fermarsi a cambiare pneumatici e rientrare in 13ma piazza.

    GIRO 33. Button parcheggia la McLaren sull’erba e si ritira! Sembra un problema di pescaggio di carburante. Nel giro di pochi minuti arrivano due ottime notizie per i tifosi Ferrari. Nonostante le dichiarazioni pepate nei confronti del pubblico di Monza, l’inglese riceve applausi dai tifosi sugli spalti. Vettel, intanto, sconta il drive through di penalità e rientra in nona posizione alle spalle del compagno Webber.

    GIRO 31. Arriva l’ufficializzazione: drive through di penalità per Sebastian Vettel a causa della scorrettezza ai danni di Alonso.

    GIRO 29. Perez si ferma a cambiare le gomme. Rientra in pista in ottavas posizione. Intanto viene ufficializzata l’investigazione dei commissari sul comportamento di Vettel nei confronti di Alonso.

    GIRO 28. Hamilton supera Perez e Alonso riesce a sorpassare Vettel. Tifosi in Ferrari tutti in piedi a salutare l’asso delle Asturie.

    GIRO 26. Arrivati a metà gara abbiamo Perez al comando senza pit stop effettuati. Dietro di lui c’è Hamilton che ha un vantaggio di 8” su Button, 11” su Massa, 14” su Vettel e Alonso, 19” su Schumacher e Raikkonen, 24” su Rosberg e 27” su Webber.

    GIRO 25. Schermaglie tra Alonso e Vettel. Lo spagnolo tenta una manovra di sorpasso analoga a quella subita un anno fa proprio da parte del tedesco ma, anziché lasciare un piccolo spazio, Vettel lo spedisce con 4 ruote sull’erba. Il pilota della Ferrari riesce a restare in pista e si lamenta via radio. Andrea Stella lo rassicura sul fatto che sarà posta la questione ai commissari di gara.

    GIRO 23. Pit stop di Hamilton che ora è secondo. Al comando della corsa sale Perez che non ha ancora effettuati il cambio gomme.

    GIRO 22. Pit stop di Button. L’inglese rientra davanti a Massa, Vettel e Alonso che nel frattempo si sono sbarazzati di Ricciardo ma devono ancora scavalcare Senna.

    GIRO 19. Pit stop simultaneo per Alonso e Vettel. Il tedesco resta davanti per un soffio. Massa conserva la terza posizione. C’è del traffico davanti ai tre. Questo rallenterà i tre e favorirà i due della McLaren che possono spingere a pista libera pur se con gomme usurate.

    GIRO 19. Massa è in crisi di gomme. Button lo supera ed il team effettua il pit stop. Hamilton, intanto, ha visto salire il suo vantaggio a 6 secondi sugli inseguitori. L’anglocaraibico riesce a guadagnare qualche decimo al giro. Nessuno ha il suo passo. Button, Vettel e Alonso restano molto vicini alle sue spalle.

    GIRO 17. Gran sorpasso di Perez ai danni di Raikkonen alla Roggia. Il messicano sale al sesto posto mentre il finlandese fa il primo pit stop.

    GIRO 15. Dopo Rosberg, anche Schumacher cambia pneumatici e monta quelli a mescola dura. C’è fermento nel box Ferrari.

    GIRO 13. E’ Pastor Maldonado il primo a fare il cambio gomme. Il venezuelano è solo 17°. Anche i tempi dei top driver cominciano a far capire che siamo vicini ai pit stop dei migliori.

    GIRO 10. Webber sorprende di Resta all’ingresso della variante Ascari ed entra in zona punti. L’australiano è a 18 secondi dal leader della corsa, Lewis Hamilton.

    GIRO 08. Errore in frenata in fondo al rettilineo principale per Vergne. Il pilota perde il posteriore e la sua macchina va in testacoda. Il francese è il primo a ritirarsi oggi.

    GIRO 07. Webber approfitta di un duello ravvicinato tra Senna e di Resta e scavalca il pilota Williams salendo in 11ma posizione.

    GIRO 05. Alonso riesce a sorpassare Schumacher. Ora è quinto. Hamilton comanda con 3” su Massa, 5” su Button, 6” su Vettel e 8” su lo spagnolo ed il tedesco.

    GIRO 02. Vettel scavalca Schumacher e sale in quarta posizione. Tocca adesso ad Alonso fare altrettanto. Il ferrarista sembra averne di più ma per il momento non trova lo spunto per saltare davanti al Kaiser. Contatto sfiorato tra Rosberg e Senna. Ne approfitta Perez che entra nella top ten. Il tedesco ed il brasiliano scivolano rispettivamente 13° e 11°.

    PARTENZA. Nessun incidente al via. Massa scavalca Button ed è secondo! Hamilton conserva il primato. Quarto è Schumacher seguito da Vettel. Alonso scatenato, supera prima Kobayashi e poi Raikkonen nei due rettilinei principali ed è già sesto al termine del primo giro. Completano la top ten Di Resta e Senna. Webber scivola in 14a posizione.

    LaPresse

    Ore 13.40 – All’autodromo di Monza è tutto pronto per la partenza del Gran Premio d’Italia di Formula 1 2012. Su derapate.it puoi seguire la diretta scritta dell’evento più atteso dagli appassionati di motori del Bel Paese aggiornando manualmente questa pagina minuto dopo minuto. Le monoposto sono schierate in griglia di partenza seguendo il risultato delle qualifiche con Lewis Hamilton in pole position. Al suo fianco, in prima fila, c’è l’altra McLaren di Jenson Button. Seguono, nell’ordine, Felipe Massa con la prima delle Ferrari, Paul di Resta, Michael Schumacher, Sebastian Vettel, Nico Rosberg, Kimi Raikkonen, Kamui Kobayashi e Fernando Alonso per quel che riguarda la top ten. Mark Webber è undicesimo. A venti minuti dal giro di ricognizione, si parla di strategie: 1 o 2 pit stop. Il dubbio è legato all’alzarsi delle temperature che potrebbe riservare delle sorprese rispetto ai dati raccolti nelle prove libere di venerdì e sabato mattina. Solo l’evoluzione della pista e la lettura dei dati in tempo reale da parte dei muretti delle scuderie darà una risposta.