GP Monza F1 2013: Ferrari multata! Alonso e Massa fanno lavori diversificati [FOTO]

Fa caldo nella prima giornata del weekend di Monza

da , il

    GP Monza F1 2013: Ferrari multata! Alonso e Massa fanno lavori diversificati [FOTO]

    Fa caldo nella prima giornata del weekend di Monza. Le prove libere del venerdì del Gran Premio d’Italia 2013 di Formula 1 non vedono brillare le Ferrari. Poco conta. Fernando Alonso e Felipe Massa hanno effettuato un lavoro differenziato su diverse configurazioni di carico aerodinamico per poi dedicarsi a delle simulazioni di gara. Le note negative, semmai, arrivano dall’affidabilità e dalle decisioni dei commissari. In entrambi i casi è stato protagonista il pilota brasiliano: fermo a poco meno di un quarto d’ora dal termine per un problema al cambio e poi multato per essere uscito dalla pit lane a tempo ormai scaduto.

    GP Monza, prove libere: Ferrari al lavoro nell’ombra

    La seconda e più importante sessione di prove libere del venerdì ha visto Fernando Alonso non andare oltre il quinto tempo con 1’25”330 e Felipe Massa accontentarsi addirittura dell’ottavo con 1’25”519. Sebastian Vettel ha segnato il primato con uno strepitoso ed impressionante 1’24”453 che la dice lunga nonostante il diretto interessato abbia poi provato a minimizzare. La sessione è iniziata con le gomme Hard per poi passare alle Medium dopo trenta minuti. Le prove di assetto portato Alonso a girare con un’ala posteriore più carica rispetto a Massa. Il profilo dello spagnolo era più marcato in entrata e più sottile del solito nel prosieguo. L’impressione è che i tecnici del Cavallino stiano cercando di massimizzare la capacità di trazione in uscita dalle curve lente della F138. La parte finale, invece, è stata impiegata da entrambi i piloti della Ferrari per simulare il comportamento della vettura in gara. Peccato – discorso che vale per tutti – che difficilmente domenica si avrà il caldo di oggi con temperature che hanno superato a tratti i 30°C.

    Multa per la Ferrari!

    Multa di 10.000 Euro alla Ferrari e nessuna ulteriore sanzione per il pilota in quanto non è stato ottenuto alcun vantaggio sportivo. Felipe Massa è uscito dalla pit lane per effettuare una prova di partenza pochi secondi dopo che il semaforo era diventato rosso segnalando la fine del tempo a disposizione per le prove. Il brasiliano ha violato l’articolo 31.3 del regolamento sportivo. Le colpe, ovviamente, sono ricadute sul team che ha calcolato male il tempo d’uscita. “Ho visto la luce rossa, ho frenato ma ormai ero oltre la linea”, ha dichiarato il paulista riuscendo a dimostrare la propria buona fede.

    Alonso: “Red Bull molto forte”

    “Le sensazioni sono quelle di tutti i venerdì, né troppo felici né troppo tristi per le prestazioni registrate, perché bisogna vedere come andranno le qualifiche prima di pronunciare un verdetto - ha dichiarato Fernando Alonso sul sito Ferrari - La Red Bull sembra molto forte anche qui e si dovrà lavorare molto per preparare al meglio la qualifica e trovare quei decimi che mancano. Anche se dobbiamo ancora analizzare i dati raccolti oggi, alcuni degli aggiornamenti che abbiamo portato per questa gara sembrano essere andati bene. Qui il degrado delle gomme è molto basso e sicuramente vedremo meno soste rispetto ad altre gare”.

    #monzaderapate – Fotogallery live dal GP d’Italia

    Partecipa anche tu! Per info leggi qui!

    Pirelli: gomme promosse… per ora!

    Paul Hembery, il capo della Pirelli in F1 si mostra tranquillo in merito al comportamento degli pneumatici ed anticipa le possibili tattiche:“Le prestazioni degli pneumatici oggi sono state in linea con le nostre aspettative, su quello che è uno dei circuiti più impegnativi dell’anno. Da quello che abbiamo visto finora, il degrado e l’usura sono ai livelli che avevamo previsto, con un divario prestazionale tra le due mescole di circa un secondo che diminuirà man mano che il circuito evolverà nel corso del weekend. Crediamo che in media ci saranno due pit stop; forse qualche squadra tenterà una sola sosta”.