GP Monza F1 2013, Ferrari: tentata tattica disperata! Alonso approva [FOTO]

La Ferrari non ha alternative: deve accontentarsi del secondo posto di Fernando Alonso ottenuto a Monza

da , il

    F1 Gran PrGP Monza F1 2013, Ferrari: tentata tattica disperata! Alonso approva [FOTO]emio di Monza 2013, la gara

    La Ferrari non ha alternative: deve accontentarsi del secondo posto di Fernando Alonso ottenuto a Monza. Dal Gran Premio d’Italia 2013 di Formula 1 non poteva venir fuori niente di più! Gli uomini del muretto c’hanno pure provato a disegnare con lo spagnolo una tattica un po’ diversa ritardando il pit stop nella speranza di poter sfruttare le gomme più fresche rispetto a Vettel nel finale di gara. Ma la mossa non ha funzionato. “Siamo secondi e quarti, abbiamo cercato di dare il massimo. Facciamo i complimenti agli avversari. E’ un peccato che sia andata così, perché volevamo vincere davanti alla nostra gente. Ci consoliamo avendo ripreso il 2° posto nella classifica costruttori e questo deve darci uno stimolo extra per il resto della stagione. Forse Vettel deve avere qualche problemino per farci vincere. E forse lo avrà…”, ha dichiarato Stefano Domenicali. Alonso, intanto, torna uomo squadra e difende la scelta di provare una strategia diversa da quella della Red Bull.

    Alonso: “Non avevamo nulla da perdere”

    Così Fernando Alonso a fine GP di Monza 2013: “La macchina andava bene e le gomme erano a posto. Avevo il problema di superare Mark e Felipe dopo la partenza ma ci sono riuscito. Poi non potevo arrivare a Vettel per cui me la sono giocata con Webber. Questo è il podio più bello della stagione. Spero il prossimo anno di arrivare sul gradino più alto”. Il caso team radio è definitivamente chiuso e, sulla tattica usata dalla Ferrari, nessuna polemica stavolta:“Vincere era difficile. Quando abbiamo visto rientrare Vettel mentre noi riuscivamo a fare ancora dei record negli intertempi, abbiamo provato a spingere tenendo d’occhio Webber e sperando di poter recuperare terreno quando ci saremmo trovati a girare con le gomme più fresche dei nostri avversari. Quando non hai nulla da perdere puoi prendere dei rischi. Io dico sempre la stessa cosa: devo ringraziare il team per tutto quello che fa per me. A volte si genera tensione tra la squadra e il pilota ma non ci sono veri problemi e continueremo a lottare per il campionato. Per il mondiale – conclude Alonso - dobbiamo essere realistici: abbiamo più di 50 punti, mancano poche gare e forse non abbiamo neanche il passo giusto. Però fino al Brasile ci crederemo, perché sappiamo a nostre spese, vedi il 2012, che tutto può succedere. Magari se abbiamo avuto la fortuna che gli altri si ritireranno sarà un bene. Sennò faremo loro i complimenti perché sono stati più bravi”.

    Massa: passo d’addio?

    Alonso spende belle parole per Massa. Parole che sanno quasi d’addio:“Ho un rispetto enorme per Felipe e per tutto il lavoro che fa giorno e notte al simulatore e in pista. Se la squadra pensa che debba rimanere sarò molto contento. Se arriverà qualche altro, per me non ci saranno problemi. Devo restare neutrale di fronte a questa scelta perché non mi riguarda ma tocca al team farla”. Anche il brasiliano si smuove:“Il mio futuro potrebbe non essere in Rosso. La squadra sa bene del mio talento e quello che so fare…” Sulla gara ha aggiunto:”In partenza sono riuscito a passare due macchine. Avevo un buon passo e andavo bene anche con le gomme dure. Ero consistente. L’unico problema è stato quello del pit stop con Webber che mi ha fatto perdere una posizione. Sennò sarei stato lì sul podio. Io non potevo prenderlo perché non avevo carico al settore 2 e non è stato possibile”.

    Prima parole per Allison in Ferrari

    Prima della gara, James Allison ha rilasciato le prime interviste da ritrovato tecnico Ferrari. “Sono arrivato solo lunedì. Posso dire soltanto che sono molto molto contento di essere tornato. Sono stati dolcissimi i miei anni con la squadra e non vedo l’ora di raggiungere di nuovo quei livelli di successo. Per lo sviluppo della macchina attuale e quella del prossimo anno possiamo seguire due strade parallele perché siamo una squadra forte. Da quello che ho visto nei miei primi giorni, il programma 2014 sta andando avanti molto bene”, ha detto a Rai Sport.

    Classifica piloti F1 2013 dopo 12 eventi

    1. Vettel 222

    2. Alonso 169

    3. Hamilton 141

    4. Raikkonen 134

    5. Webber 130

    6. Rosberg 104

    7. Massa 79

    8. Grosjean 57

    9. Button 48

    10. Di Resta 36

    11. Sutil 25

    12. Perez 18

    13. Ricciardo 18

    14. Hulkenberg 17

    15. Vergne 13

    16. Maldonado 1

    Classifica costruttori F1 2013 dopo 12 eventi

    1. Red Bull-Renault 352

    2. Ferrari 248

    3. Mercedes 245

    4. Lotus-Renault 191

    5. McLaren-Mercedes 66

    6. Force India-Mercedes 61

    7. Toro Rosso-Ferrari 31

    8. Sauber-Ferrari 17

    9. Williams-Renault 1