GP Monza F1 2013, gara: Vettel favorito ma previsioni meteo protagoniste [FOTO]

nelle qualifiche del Gran Premio d’Italia 2013 di Formula 1 a Monza c’è un Sebastian Vettel stellare da onorare

da , il

    Detto tutto il possibile sul team radio tra Fernando Alonso e la Ferrari nelle qualifiche del Gran Premio d’Italia 2013 di Formula 1 a Monza c’è un Sebastian Vettel stellare da onorare. Con questo stato di forma suo e della Red Bull, il pilota tedesco può mettere la definitiva ipoteca sul quarto titolo mondiale consecutivo. Il suo avversario più ostico non sarà Mark Webber, mai veloce a Monza, non sarà la Ferrari. Sarà l’incognita meteo. Le previsioni danno fino ad un massimo di 35% di possibilità di pioggia. Non tante. Ma nemmeno poche. Restate sintonizzati sul nostro sito per aggiornamenti costanti a partire da un’ora prima dell’inizio della gara.

    Vettel: “E’ andata meglio del previsto”

    Sebastian Vettel dimostra di avere pienamente la situazione sotto controllo dopo la pole position: “E’ andata meglio del previsto. Ho fatto due giri ottimi. Può essere una sorpresa essere due davanti a tutti in una pista dove storicamente abbiamo spesso avuto dei problemi. Abbiamo cercato sempre di migliorare qui. A volte ci siamo riusciti altri anni un po’ meno. Stavolta abbiamo una macchina molto forte anche se è molto leggera e scivola un po’ dappertutto. Spingere oltre il limite può essere un rischio. Sono contento che sia venuto fuori questo ottimo risultato. Monza è sempre una pista speciale per via dei ricordi che ho del 2008. Sono nella miglior posizione per partire bene. Speriamo di non avere problemi alla prima chicane”.

    Webber: “Non è una buona pista per me”

    Mark Webber spera di chiudere sul podio ma non ha ambizioni di vittoria:“Monza non è mai stata una buona pista per me. Questo è un buon primo passo. Ho faticato a trovare la prestazione ma è venuta fuori quando contava cioè nella Q3. Se Vergne non fosse uscito di pista davanti a me non credo che avrei potuto raggiungere Sebastian anche se sicuramente mi ha distratto per un momento. Siamo all’ultimo GP in Europa della mia carriera in F1 e voglio fare un bel weekend come vorrò fare nelle prossime gare. Non ho già smesso di correre…”

    Hulkenberg: “Non me l’aspettavo”

    Nico Hulkenberg sta dove non te l’aspetti: “E’ stata una bella sorpresa. Non me l’aspettavo soprattutto dopo un venerdì difficile. Il team ha fatto un ottimo lavoro e mi ha dato una macchina molto competitiva che è andata migliorando dopo il Q1 e il Q2. Ho deciso di fare un solo giro secco ed è arrivata questa sorpresa. Lo scorso anno la Sauber è salita sul podio ma era uno scenario diverso perché la macchina era molto più competitiva. Spero che il passo sia buono. Non possiamo puntare troppo in alto se non a fare dei buoni punti”.

    GIornata nera per la Mercedes

    Lewis Hamilton reduce da 4 pole consecutive stavolta è fuori dalla top ten:“E’ stata una giornata storta. A volta capitano. Non ho altro da dire…” Chissà che questo non aiuti quel geniaccio di Ross Brawn a cucirgli addosso una tattica in grado di far saltare il banco. Nico Rosberg: “Sono un po’ dispiaciuto ma oggi è stata difficile perché non ho potuto girare al mattino. Avevo troppo sottosterzo, cioè io giro lo sterzo e la macchina non gira. E’ difficile fare qualcosa durante le qualifiche per migliorare la situazione visto che per regolamento non si può toccare quasi nulla. Spero nella pioggia che può darci un aiuto visto che andiamo forte sul bagnato”.

    GP Monza F1 2013: previsioni meteo e tattiche

    Paul Hembery della Pirelli riavvolge il nastro e torna sull’ipotesi fatta alla vigilia del fine settimana: in caso di gara con pista asciutta, sarà sufficiente fare un solo pit stop! Le tattiche, quindi, sono blindate. E’ il meteo che può scombinare i piani in modo importante. Gli esperti si dividono: c’è chi dà temporali certi da dopo le 17 e mette come sicura una leggera pioggerella già nel primo pomeriggio così come anticipa tuoni e fulmini per le 16 ma assicura pista asciutta fino alla fine della corsa (orario previsto attorno alle ore 15.20).

    La nostra intervista a Massimo Rivola, direttore tecnico della Ferrari