GP Monza F1 2013, prove libere 3: Vettel domina ma Alonso e la Ferrari sono lì [FOTO]

E’ di Sebastian Vettel il miglior tempo anche nella terza sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia 2013 di F1

da , il

    E’ di Sebastian Vettel il miglior tempo anche nella terza sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia 2013 di F1. Sul circuito di Monza la Red Bull appare senza rivali, almeno sul giro secco, già dalla giornata di venerdì sebbene Vettel abbia minimizzato il possibile vantaggio in ottica qualifiche. La Ferrari è ancora alla ricerca di quei 2-3 decimi che mancano mentre appare più solida sulla distanza. Ricordiamo che la lotta per la pole position che scatterà alle ore 14. Per conoscere il programma completo e gli orari in Tv di Monza, clicca qui! A seguire in questo articolo è possibile leggere la cronaca dei 60 minuti di prove del sabato…

    GP Monza F1 2013, prove libere 3: classifica dei tempi

    1. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m24.360s 18

    2. Fernando Alonso Ferrari 1m24.643s +0.283 13

    3. Mark Webber Red Bull-Renault 1m24.677s +0.317 22

    4. Lewis Hamilton Mercedes 1m24.712s +0.352 17

    5. Sergio Perez McLaren-Mercedes 1m24.864s +0.504 19

    6. Daniel Ricciardo Toro Rosso-Ferrari 1m24.865s +0.505 19

    7. Felipe Massa Ferrari 1m24.995s +0.635 14

    8. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m25.103s +0.743 15

    9. Pastor Maldonado Williams-Renault 1m25.116s +0.756 20

    10. Kimi Raikkonen Lotus-Renault 1m25.120s +0.760 18

    11. Jean-Eric Vergne Toro Rosso-Ferrari 1m25.136s +0.776 16

    12. Nico Hulkenberg Sauber-Ferrari 1m25.273s +0.913 21

    13. Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari 1m25.324s +0.964 22

    14. Romain Grosjean Lotus-Renault 1m25.499s +1.139 17

    15. Valtteri Bottas Williams-Renault 1m25.660s +1.300 21

    16. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m25.702s +1.342 19

    17. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m26.120s +1.760 11

    18. Charles Pic Caterham-Renault 1m26.607s +2.247 21

    19. Giedo van der Garde Caterham-Renault 1m27.172s +2.812 20

    20. Jules Bianchi Marussia-Cosworth 1m27.605s +3.245 18

    21. Max Chilton Marussia-Cosworth 1m27.665s +3.305 18

    22. Nico Rosberg Mercedes 1m27.822s +3.462 5

    GP Monza F1 2013: cronaca prove libere 3

    ORE 12.00 Bandiera a scacchi! Finita la sessione. Questa la classifica dei tempi

    ORE 11.57 Miglioramenti per tutti nel secondo tentativo. Vettel fa 1’24”360, Alonso è a poco meno di 3 decimi così come Webber. Massa segna 1’24”995 mentre Hamilton si porta in 4a posizione con 1’24”712. Distacchi ravvicinati. Ma Vettel è su un altro pianeta. La Ferrari stavolta, comunque, può aspirare ad una seconda fila che sarebbe già un passo avanti rispetto a quanto visto negli ultimi mesi.

    ORE 11.54 Invece, no! Lo spagnolo va dritto per la sua strada e riesce a scendere sotto al 1’25” con 1’24”714. Vettel, però, fa anche meglio migliorando soprattutto nel T3: 1’24”478 per lui. Webber: 1’24”867. Le Red Bull non migliorano molto pur montando la gomme più morbida. Button è quinto menter Raikkonen non va oltre il settimo tempo. Hamilton solo 9°. Massa è addirittura 10°.

    ORE 11.52 Eccoli in pista! A breve avremo degli importanti responsi cronometrici. Smedley chiede a Massa di scaldare di più le gomme anteriori. Anche stavolta Alonso e Massa pare si “tireranno” la scia vicendevolmente. Stavolta è lo spagnolo davanti al brasiliano.

    ORE 11.50 Ancora nessun pilota in azione. Evidentemente si attendono gli ultimi minuti…

    ORE 11.46 Tutti fermi al box. Si fanno le ultime regolazioni prima di montare le gomme Medium e darci un bell’antipasto di qualifica.

    ORE 11.44 A 15 minuti dal termine della sessione e in attesa che i piloti passino alle più prestazionali gomme a mescola Soft, ecco la classifica dei tempi. Da notare che Webber supera adesso Alonso di 31 millesimi. Escluso Vettel, i distacchi sono molto contenuti.

    ORE 11.39 Fino a questo momento in pochi stanno facendo veri e propri long run. Il lavoro è molto incentrato sul trovare qualche decimo da limare al miglior tempo in ottica qualifica. In questo senso, la Red Bull si conferma inarrivabile. Ora Vettel abbatte ulteriormente il primato: 1’24”551! Alonso, 2°, è a 6 decimi. La strategia dei bibitari è quella di alternare un giro veloce ad uno lento ma la tattica sembra funzionare solo sulla macchina del tedesco.

    ORE 11.37 Alonso va al box, Vettel si migliora con 1’24”736.

    ORE 11.35 Finiscono qui le prove libere di Rosberg. Troppo lavoro da fare sulla macchina per sperare di rivederlo in pista. E’ stato smontato tutto il fondo per risolvere alcuni problemi di surriscaldamento emersi dalla telemetria.

    ORE 11.33 Incidente per Di Resta alla Parabolica. Non riesce ad inserire la vettura in curva e sbatte dritto sulle barriere. Via radio lamenta un problema tecnico come causa dell’uscita di pista. Pilota incolume. L’episodio impedisce ad Alonso di migliorarsi dopo un ottimo primo intertempo.

    ORE 11.31 Alonso si migliora e con 1’25”151 sale in seconda posizione.

    ORE 11.30 Giunti a metà sessione, ecco la classifica dei tempi.

    ORE 11.28 Alonso segna 1’25”458 ed è quarto dietro anche a Hamilton (1’25”415). Massa è solo decimo con 1’25”702.

    ORE 11.26 Webber si migliora con 1’25”168 ma resta secondo. Per lui in questi giri si è visto un passo molto interessante.

    ORE 11.25 Massa e Alonso finalmente sono in pista e si mettono a tirarsi a vicenda la scia per aumentare la velocità di punta in vista delle qualifiche. In Mercedes si lavora duramente sulla macchina di Rosberg per effettuare qualche importante modifica. Il pilota si era lamentato del sottosterzo.

    ORE 11.24 Vettel rientra al box. Webber prosegue.

    ORE 11.22 1’24”947 per Vettel al secondo giro. Webber è 2° con 1’25”348. Lungo di Hamilton alla Roggia senza conseguenze.

    ORE 11.20 Appena messo il naso fuori in pista, sale subito in cattedra Vettel: 1’25”265 per lui. Anche Webber è in azione mentre le Ferrari restano ferme. Ora Massa sale in vettura.

    ORE 11.18 Ancora senza riferimenti cronometrici i piloti di Ferrari e Red Bull oltre a Hamilton. 1’25’514 per Raikkonen che si migliora. Nel giro seguente alza il piede per far riposare gli pneumatici e poi rientra al box. Poi si lamenta via radio del comportamento della macchina.

    ORE 11.16 1’25’871 per Raikkonen che sale in vetta. Anche a Monza la Lotus ha deciso di scartare la versione della macchina con passo più lungo vista l’assenza di miglioramenti significativi.

    ORE 11.14 Hamilton e Rosberg parlano con i tecnici del comportamento della macchina in frenata. C’è qualcosa da migliorare.

    ORE 11.11 Gomme Hard per tutti. Perez prosegue e gira sul piede del 1’26” (migliore in 1’26’004)

    ORE 11.07 Tutti hanno effettuato almeno un installation lap. Nessun riferimento cronometrico di rilievo per i big ad eccezione del migliore che è Perez con 1’26’489. Alonso già parlotta e si confronta con l’ultimo arrivato James Allison…

    ORE 11.06 Così Stefano Domenicali a Rai Sport:“Stiamo cercando conferme in pista alle scelte fatte ieri negli assetti. Cerchiamo anche di migliorare il bilanciamento della macchina. Abbiamo visto ieri una Red Bull molto competitiva per cui dovremo fare il massimo per cercare di stargli davanti. Il nostro obiettivo di oggi è partire più avanti possibile in griglia e poi essere vicini a loro per approfittare di quello che accadrà in gara in quanto gli scenari potrebbero mutare”.

    ORE 11.05 Particolare lavoro in casa Red Bull: Vettel e Webber hanno effettuato dei giri a velocità costante avendo le loro monoposto cosparse della vernice colorata che dà indicazioni sul comportamento dei flussi d’aria. Solo la metà sinistra della macchina per il tedesco. Solo la metà destra della vettura per l’australiano.

    ORE 11.03 Tranne Sutil e Di Resta tutti hanno effettuato il primo installation lap.

    ORE 11.00 Semaforo verde in fondo alla pit lane. Si comincia: 60 minuti a disposizione per team e piloti.

    ORE 10.57 Tanti nomi nel box Ferrari. Oltre alle famiglie quasi al completo di Alonso e Massa, si sono visti – tra gli altri – Flavio Briatore, Luca di Montezemolo e Piero Ferrari. Si vede per la prima volta anche James Allison passato a Maranello dalla Lotus.

    ORE 10.55 La Ferrari ha scelto un nuovo alettone anteriore senza flap rialzati attaccati alle paratie mentre, al retrotreno, è montata su entrambe le macchine l’ala provata da Alonso e che dà maggiore carico.

    ORE 10.50 10 minuti al via: 28°C temperatura dell’aria, 35°C temperatura dell’asfalto.

    ORE 10.46 Ricordiamo che le mescole portate dalla Pirelli sono le Hard e le Medium, vale a dire le più dure della gamma 2103.

    ORE 10.42 Ci avviciniamo all’inizio dell’ultima sessione di prove libere del GP di Monza 2013. Anche oggi il meteo non darà preoccupazioni. Discorso diverso per la gara di domani. Secondo la Pirelli, ci sarà un 20-30% di possibilità di pioggia. In tal caso, sarà anche di notevole intensità. Diversamente, Paul Hembery prevede che la tattica migliore sarà quella a due pit stop. Nel 2012, invece, fu più premiante farne uno solo.

    Foto: derapate.it

    ORE 10.39 Così parla Pat Fry, direttore tecnico della Ferrari, prima dell’inizio dell’ultima sessione di prove libere:“Anche qui c’è da trovare un compromesso tra la massima velocità e una buona trazione per affrontare le chicane. [Ieri] abbiamo effettuato un confronto tra differenti ali a basso carico allo scopo di trovare la configurazione ideale: con Fernando abbiamo completato il programma senza problemi, registrando un passo gara incoraggiante, mentre il tempo in pista di Felipe si è ridotto a causa di un problema di affidabilità riscontrato al cambio. Abbiamo visto una Red Bull molto competitiva e distacchi minimi nel gruppo di macchine alle sue spalle, così come vuole la tradizione qui a Monza”, si legge su ferrari.com

    #monzaderapate – Fotogallery live dal GP d’Italia

    Partecipa anche tu! Per info leggi qui!

    #monzaderapate

    ORE 10.37 Nonostante le bocce cucite in casa Ferrari, fuori dal motorhome rosso tiene banco il tema piloti per la stagione 2014 di Formula 1. E’ convinzione comune nel paddock che lo scenario, come abbiamo già avuto modo di anticipare in altre occasioni, sia il seguente: Alonso è stufo di non vincere e si sta comportando un po’ da bambino capriccioso (questo ha indispettito in particolare Stefano Domenicali); Massa deve essere sostituito per prestazioni non all’altezza anche se non c’è voglia di cambiare tanto per farlo; Raikkonen è l’unica alternativa credibile a Massa ma non piace a Montezemolo per come si è comportato a livello umano nel suo ultimo periodo in Ferrari (4 anni fa). Quindi: lo spagnolo resterà dov’è. Massa pure. Forse. Al 50%. Postilla: l’eventuale arrivo o non-arrivo di Raikkonen ci farà capire quanto potere ha ancora in mano Domenicali che è il principale supporter del finlandese in quel di Maranello. Stay tuned.

    Questo weekend c’è il Fanta F1 di Derapate!

    Altro weekend, altro FANTA F1!. Il tradizionale gioco a pronostici di Derapate.it continua con la stagione di Formula 1. Lo scopo del gioco è indovinare la pole position e i primi 8 classificati di ogni Gran Premio. Leggi qui il regolamento, mentre se vuoi metterti alla prova con il nostro gioco, basta cliccare qui. Potresti essere il prossimo vincitore del FANTA F1!

    A quale pilota di F1 2017 assomigli di più? Fai il TEST!

    Domanda 1 di 14

    Semaforo ROSSO: in attesa del verde, cosa fai?