GP Monza F1 2014, Bottas: “Williams solida per la gara”

La Williams confida sul passo gara per dare a Bottas la chance di sfidare Hamilton e Rosberg

da , il

    GP Italia F1 2014, giovedi pre gara

    “Solo” terzo, Valtteri Bottas nelle qualifiche a Monza. Lui quasi se lo aspettava, tanto da dichiarare venerdì che l’obiettivo sarebbe stato essere tra i primi tre al sabato. Poi? Poi basta guardare il passo gara della Williams per scoprirlo reale minaccia in vista di domenica. Può resistere bene alle Mercedes, insidiare la vittoria se qualcosa tra Hamilton e Rosberg dovesse ancora andare storto. «Sono stato piuttosto vicino alla perfezione. Molte staccate sono sconnesse e con il poco carico aerodinamico e l’alta velocità non è semplice», spiega il finnico.

    «Giro dopo giro i tempi erano consistenti, non c’era molto altro da tirar fuori dalla macchina».

    «Spero di poter insidiare le Mercedes, da venerdì sembravano essere più veloci e in qualifica pensavamo potessimo essere più vicini, ma abbiamo un passo gara solido. Non dobbiamo mai dimenticare la Red Bull, nell’ultima gara sono stati veloci anche se qui siamo più fiduciosi e per fortuna non sembrano esserci altre minacce da dietro di noi, così potremo concentrarci su quanto accadrà davanti».

    | IL PASSO GARA AL VENERDI’ |

    La Red Bull semplicemente manca delle armi per sfidare Ferrari, McLaren e Williams. Vettel e Ricciardo si accontentano delle posizioni meno nobili della top ten e guardano avanti. «Non è mai bello trovarti nella parte finale del gruppo con distacchi così ridotti. Domani possiamo guadagnare qualcosa in gara. Mi trovo meglio con il nuovo telaio, sono più soddisfatto e abbiamo imparato qualcosa. Abbiamo fatto dei progressi, non siamo troppo lontani, domani sarà difficile superare ma abbiamo un’ala posteriore più scarica», commenta il campione del mondo in carica.

    | HAMILTON IN POLE POSITION, LA CRONACA DELLE QUALIFICHE |

    Amarezza celata con difficoltà anche da Ricciardo. «La nona posizione non è qualcosa che mi lascia contento; per noi è un circuito abbastanza difficile, vediamo domani, la gara è un’altra cosa e arrivare nei primi cinque sarà difficile ma possibile, con una buona partenza».

    Fabiano Polimeni