GP Russia F1 2015, Mercedes. Hamilton cerca la sfida con Vettel

GP Russia F1 2015, Mercedes. Hamilton cerca la sfida con Vettel
da in Circuito Sochi F1, Formula 1 2017, GP Russia-f1, Lewis Hamilton, Mercedes F1
Ultimo aggiornamento: Domenica 11/10/2015 16:29

    F1 Gp Russia 2015, le qualifiche del sabato

    Per una volta, non si può criticare Nico Rosberg. Il Gran Premio di Russia 2015 l’ha visto perfetto protagonista in qualifica, in gara non ha sbagliato nulla in partenza e si è difeso bene dagli attacchi di Hamilton. Purtroppo per lui, però, un guasto lo mette fuorigioco e perde anche la seconda posizione nel mondiale. Sfortunato, avrebbe meritato altre sorti a Sochi. «I primi giri erano buoni, dopo la SC l’acceleratore era rotto e spingeva sempre nelle curve, un peccato incredibile. Ci sono 5000 pezzi sulla macchina, oggi se n’è rotto uno che non si era mai verificato prima. Spingerò ancora e tornerò in Texas», promette il tedesco. Senza il compagno di scuderia da sfidare e attaccare, Hamilton si è ritrovato con strada libera, una gara da gestire e la ripartenza dopo la safety car entrata per l’incidente di Grosjean da non sbagliare.

    Non l’ha fatto e mentre Vettel macinava giri veloci con le morbide, lui controllava, ogni tanto rispondeva, prima che dai box gli dicessero di andare di conserva, causa non meglio chiariti problemi con l’ala posteriore. «Ero molto vicino all’inizio, è un gran peccato per il team aver perso una delle due macchine. Quando ho visto Sebastian, mi sarebbe piaciuto m’avesse raggiunto per fare una gran gara per i fan», dice sul podio Hamilton. Quarantadue vittorie, tante quante Vettel, una più di Senna: «E’ un momento speciale per me aver superato Ayrton: sono molto fiero». | LEGGI ANCHE: HAMILTON DOMINA IN RUSSIA, SPETTACOLO PER IL PODIO | FERRARI A PODIO, VETTEL: OBIETTIVO TITOLO 2016 | L’analisi della corsa, continua: «In avvio credevo potesse esserci un’altra gara come in Bahrain, è stato un peccato il ritiro di Nico. Poi ero costantemente impegnato dalle sfide delle gomme, della macchina, del carburante. Abbiamo bisogno che la Ferrari faccia un lavoro migliore, continui a spingere e che ci possano essere gare più combattute in futuro. Sapevo che erano a 10″, mi piacerebbe che ci fossero più gare ruote a ruota in Formula 1, come nei kart, quando ci sarà con la Ferrari io sarò pronto». Con la penalizzazione inflitta a Raikkonen, 30″ per aver provocato l’incidente con Bottas, e il conseguente arretramento in ottava posizione, la Mercedes diventa per la seconda volta consecutiva campione del mondo Costruttori, con quattro gare di anticipo.

    494

    PIÙ POPOLARI