GP Russia F1 2016, Arrivabene: “Ferrari, ecco cosa cambia”. C’è l’ala nuova a Sochi

Formula 1 2016: in vista del GP di Russia, Arrivabene spiega in cosa consisterà lo sviluppo della Ferrari e quale sarà la filosofia adottata da qui a fine stagione. Intanto la McLaren...

da , il

    Ci pensa Maurizio Arrivabene a rivelare quali saranno le novità che interesseranno la Ferrari quando ci troviamo alla vigilia del weekend del Gran Premio di Russia 2016 di Formula 1. Il team principal della scuderia italiana spiega che non sono in programma rivoluzioni sul fronte power unit ma che ci saranno piccoli aggiornamenti già in calendario da tempo. La tipologia di sviluppo della SF16-H rifletterà questa filosofia lungo tutto l’arco della stagione. Situazione del tutto diversa, invece, in casa Honda. Boullier ha fatto capire che i giapponesi stanno lavorando nell’ombra per presentare da metà stagione in poi qualcosa in rottura con il passato al fine di accorciare nettamente il gap dai rivali. Per seguire il GP Russia F1 2016 LIVE in diretta web su Derapate, BASTA CLICCARE QUI!

    F1 2016, Arrivabene:”FIlosofia Ferrari è step-by-step”

    Molti autorevoli esperti hanno anticipato che la Ferrari si presenterà sul circuito di Sochi per il Gran Premio di Russia con un nuovo motore. Maurizio Arrivabene non ha smentito l’eventualità ma ha tenuto a precisare che l’evoluzione sarà di piccola entità ed interesserà appena qualche dettaglio:“Certo che porteremo qualcosa di nuovo a Sochi – ha spiegato ai brasiliani di UOL – è la nostra filosofia quella di avere una crescita graduale senza rivoluzioni. Il 2016 è iniziato con un progetto tutto nuovo e non avrebbe senso provare a fare salti in avanti troppo grandi. Anche per il motore vale questo ragionamento. Useremo i gettoni a nostra disposizione in modo graduale”, ha ribadito il capo della Gestione Sportiva Ferrari.

    Il primo intervento chiaramente visibile a Sochi sarà la nuova ala anteriore. Modifiche di dettaglio, nello specifico cambia forma il flap superiore, da un andamento curvilineo è stato trasformato in un profilo dritto, che si raccorda con la paratia laterale. Sempre nella conformazione dei flap sopra al piano principale dell’ala, si passa da una a due aperture, pur restando due gli elementi, variazione che porterà una gestione dei flussi d’aria differente verso il centro della monoposto.

    McLaren, Boullier:”Honda al lavoro su soluzione bastarda”

    La stagione 2016 di Formula 1 è iniziata con qualche nota positiva per la McLaren-Honda, leggasi il netto miglioramento fatto registrare sul fronte dell’affidabilità. Le prestazioni, invece, sono ancora lontanissime dai migliori. I giapponesi hanno puntato tutto sull’idea di fare le cose in modo diverso dagli altri per potersi trovare, ad un certo punto, con un vantaggio competitivo ineguagliabile. Quel “certo” punto, però, continua ad allontanarsi sempre più dato che gli avversari sono capaci di alzare continuamente l’asticella. “Per noi diventa sempre più difficile recuperare – ha ammesso Eric Boullier ad Auto Hebdo – Ad esempio, a Sakhir abbiamo portato più cavalli rispetto all’Australia ma anche gli altri hanno fatto lo stesso lasciando il nostro divario inalterato”. Le speranze di Alonso e Button si spostano ora ad inizio estate quando la Honda tirerà fuori dal cilindro una nuova soluzione per la power unit meno anticonvenzionale ma probabilmente più redditizia nel breve periodo:“Sarà molto differente dall’attuale, sarà un po’ bastarda e dovrebbe permetterci di ambire a dei migliori risultati nella seconda parte del campionato”, ha anticipato il team principal della scuderia di Woking.