GP Russia F1 2017, prove libere Mercedes. Hamilton: “Ferrari sembra molto, molto veloce”

I risultati delle prove libere 2 del GP di Russia F1 2017 restituiscono due Mercedes distanti dalle Ferrari. Le parole dei piloti

da , il

    GP Russia F1 2017, prove libere Mercedes. Hamilton: “Ferrari sembra molto, molto veloce”

    E’ un Vettel che non si fida di quanto visto nelle prove libere 2 del Gran premio di Russia F1 2017. Non si fida della Mercedes vista finora a Sochi, indietro (e tanto) sul giro secco e sul long run. Più che di bluff si può parlare di un programma volto a capire appieno le gomme, come sfruttarle, vero dilemma di queste gare iniziali del mondiale di Formula 1. Fa specie scoprire Mercedes in difficoltà a Sochi e dal box dei campioni del mondo riconoscono come la Ferrari sia in palla mentre resti del lavoro da fare per mettere a punto le W08. Hamilton cerca l’equilibrio che ancora non c’è, Bottas individua nell’utilizzo delle gomme ultrasoft sul giro secco il punto sul quale cambiare passo.

    La sintesi è di Toto Wolff: «Le Ferrari sono state estremamente veloci per tutta la sessione, sul giro singolo e il long run. C’è un po’ di lavoro che dobbiamo fare. Siamo stati molto forti negli ultimi anni, ma è cambiato tutto. Le macchine ora hanno più carico aerodinamico, le gomme sono completamente diverse, non si può anticipare che il dominio è destinato a proseguire». Per seguire LIVE in diretta web la gara LIVE in diretta del GP Russia F1 2017, BASTA CLICCARE QUI!

    La sfida è aperta e sul lavoro portato avanti nei due turni di libere, aggiunge: «Al venerdì si parla. Ricordo come a Melbourne o a Shanghai, dove eravamo 1″ più veloci sui long run, cambiò tutto al sabato e alla domenica. Tutti conducono programmi strani a volte per capire dove si trovano». E dove si trova Mercedes? I test in Bahrain sono stati incentrati sull’ottimizzazione del passo gara con il pieno di carburante e la gestione delle gomme in condizioni difficili. A Sochi ha fatto più caldo del previsto, asfalto a 40° C, ma non c’è l’abrasività che preoccupa, i livelli di degrado sono bassi, eppure la sfida passa sempre dalle coperture. Andrà compreso come sfruttarle al meglio per marcare la prestazione in qualifica.

    Hamilton spiega: «E’ stata una giornata un po’ difficile, abbiamo completato tutto il programma e fatto quel che serviva nei nostri run, ma in termini di bilanciamento della macchina la Ferrari è apparsa molto, molto veloce sui long run, per cui dovremo lavorare su come migliorare. E’ tutta da giocare, le gomme è molto facile uscire dalla finestra di funzionamento, ma quando lavorano come devono sembrano andar bene».

    Prove libere 2 GP Russia, a Sochi brillano le Ferrari

    Valtteri Bottas si dice soddisfatto dell’equilibrio della monoposto, lui che a Sochi è sempre stato ottimo protagonista e potrà far valere la velocità nel confronto interno con il compagno di squadra: «Ci siamo concentrati sull’apprendimento delle gomme e del comportamento sui long run e gli stint corti; sembrerebbe che sul giro singolo abbiamo ancora del lavoro da fare per estrarre il massimo dalle Ultrasoft, sarà il nostro obiettivo stanotte. Ma non possiamo dimenticare l’importanza della gara, abbiamo iniziato il week end nel modo giusto, la macchina sembra buona e il bilanciamento è lì. Un buon inizio ma dovremo senza dubbio lavorare duramente per trovare della prestazione in qualifica».