GP Russia F1 2017, qualifiche Mercedes. Bottas: “Non siamo i più veloci”. Hamilton: “Perso tutto nel finale”

I risultati delle qualifiche del GP di Russia F1 2017 dicono di una Mercedes in difficoltà, soprattutto nel far funzionare le gomme

da , il

    GP Russia F1 2017, qualifiche Mercedes. Bottas: “Non siamo i più veloci”. Hamilton: “Perso tutto nel finale”

    Chi dà una bella risposta ai dubbi sollevati alla vigilia è Valtteri Bottas. Nelle qualifiche del Gran Premio di Russia F1 2017 è lui a portare la Mercedes davanti. Seconda fila, terzo, pochi millesimi da Raikkonen e meno di 1 decimo da Vettel. Avrebbe potuto fare molto meglio Lewis Hamilton, visti i parziali nei primi due intertempi, ma i problemi a Sochi si sono manifestati tutti nel secondo e terzo settore soprattutto. Ha faticato a mettere insieme un giro pulito il pilota inglese. In Q3 e non solo.

    E se finora era in qualifica che poteva intravedersi un piccolo margine di vantaggio per la Mercedes sulla Ferrari, partendo dalle premesse fornite dai risultati di Sochi, la gara si annuncia ancor più in salita. «Credo che si veda dal risultato, la Ferrari oggi è stata più veloce. Ci siamo avvicinati alla fine ma non a sufficienza. Sono riusciti a estrarre molto di più dalle gomme ultrasoft, oggi abbiamo migliorato ma non abbastanza. Come sempre è domani che conta davvero, la seconda fila non è affatto male, anche perché la strada verso curva 1 è molto lunga», analizza Bottas. Per seguire LIVE in diretta web la gara LIVE in diretta del GP Russia F1 2017, BASTA CLICCARE QUI!

    Il passo gara di Vettel e Raikkonen è stato superiore al venerdì, e Valtteri aggiunge: «Non crediamo d’avere la macchina più veloce qui, le Ferrari sono molto forti. Come abbiamo visto nelle prime tre gare hanno un passo gara molto buono e ci aspettiamo siano ancora forti domani». E la logica attesa anche di Toto Wolff che, però, non dispera sulle chance Mercedes. C’è una corsa da disputare, tante cose potranno accadere e, sebbene la strategia si prospetti a una singola sosta ai box, il team principal austriaco immagina possibili scenari alternativi.

    Qualifiche GP Russia: Ferrari davanti a tutti, Vettel in pole

    «Sembra che abbiano anche loro un tasto magico… Il rettilineo lungo per noi è una possibilità domani, ma il long run Ferrari al venerdì era molto veloce e domani sono i favoriti. Credo che il tema principale è mantenere le gomme nella finestra di funzionamento corretto e per la Ferrari è più facile che non sulla nostra macchina. Su una pista scivolosa come Sochi il margine operativo è molto piccolo, ha funzionato con Valtteri, non con Lewis. Dobbiamo vedere domani, Lewis è un racer e quando si spengono i semafori dà il meglio. Sì, non sarà semplice se non passeremo davanti, ma tra una tattica a uno o due pit è molto ravvicinata la scelta, poi la safety car può influenzare le strategie», commenta.

    Deludente trovare Hamilton a mezzo secondo. Rimediato nel finale di pista. Un anno fa scattava decimo per i problemi all’ERS, da lì la rimonta fino al secondo posto. Oggi i problemi sono di velocità della W08 e di gestione della gomma. «Il passo gara per me ieri è stato negativo. Le Ferrari sono molto molto veloci, sul passo gara e sul giro secco come abbiamo visto oggi. Non abbiamo ancora capito perché abbiamo faticato tanto, altrimenti l’avremmo risolto. Nel T3 perdo mezzo secondo, è assolutamente lì il problema. Domani la gara sarà molto difficile, spero solo non siano troppo veloci per poter competere». Parole che suonano assolutamente nuove dopo tre anni di dominio incontrastato.