GP Russia F1 2017, strategia: 1 pit stop e duelli in pista

GP Russia F1 2017, strategia: 1 pit stop e duelli in pista

Secondo la Pirelli la strategia vincente del GP di Russia 2017 d F1 sarà un solo pit stop

da in Circuito Sochi F1, Formula 1 2017, GP Russia-f1, Pirelli F1
Ultimo aggiornamento:
    GP Russia F1 2017, strategia: 1 pit stop e duelli in pista

    La Pirelli si è pronunciata: la strategia vincente per il GP di Russia 2017 di F1 è quella ad una sosta. Il gommista italiano ha portato sul circuito di Sochi le tre mescole di pneumatici più morbide di questa stagione di Formula 1 vale a dire Soft, Supersoft e Ultrasoft. Quest’ultima è al debutto nel campionato 2017. Nonostante il primo stint di gara sarà disputato proprio con la gomma in assoluto più morbida, le stime dei tecnici della Pirelli dicono che per vincere sarà sufficiente un solo pit stop. Così è successo anche nelle passate edizioni del GP di Russia. Il circuito di Sochi non è affatto aggressivo sulle gomme e presenta livelli di degrado tra i più bassi di tutto il calendario 2017 di F1. Le temperature non troppo elevate, inoltre, aiutano. I piloti dovranno solo fare attenzione al venerdì dato che la pista sarà piuttosto sporca essendo un impianto che non viene utilizzato molto negli altri periodi dell’anno. Per aiutare i sorpassi, infine, segnaliamo che la FIA ha ufficializzato l’utilizzo del DRS in due zone: nel rettilineo principale e nell’allungo tra la curva 10 e la curva 13. Per seguire LIVE in diretta web la gara LIVE in diretta del GP Russia F1 2017, BASTA CLICCARE QUI!

    “Questa gara arriva dopo i due giorni di test in Bahrain; sarà interessante verificare i dati raccolti durante i test e come si traducono nella performance in pista e nella gestione dei pneumatici”, ha dichiarato Mario Isola. Il responsabile del settore sportivo auto della Pirelli ha ammesso che il circuito di Sochi è uno di quelli che meno impensierisce:“E’ una pista a bassa severità: si andrà quindi verso una gara ad un solo pit stop, fatto favorito anche dalla maggiore durata dei nuovi pneumatici”. L’unico spunto di interesse legati agli pneumatici, quindi, è il debutto stagionale della mescola Ultrasoft:“Sarà interessante valutare il suo comportamento alla luce delle nuove monoposto. Il gap tra le mescole nominate è relativamente basso, quindi tutte e tre potrebbero risultare ideali in gara”, ha concluso Isola.

    E’ Roberto Boccafogli da qualche tempo il responsabile della comunicazione di Pirelli in Formula 1. Inervistato da F1grandprix, ha fatto un quadro sull’inizio di stagione 2017:“Abbiamo fatto il primo test con queste gomme tra Agosto e Novembre dello scorso anno per poi tornare in pista a Febbraio.

    Siamo molto contenti perché in un periodo relativamente breve abbiamo portato in pista uno pneumatico che si dimostra molto valido sia in termini di prestazione che di resistenza”. Boccafogli ha sottolineato che i tempi si sono abbassati ed i piloti sono contenti ora che possono spingere senza preoccuparsi troppo del degrado. “Il miglioramento delle prestazioni è frutto di un aumento della larghezza delle gomme e di un maggior carico aerodinamico delle monoposto. L’ulteriore sviluppo da parte dei team porterà ad un ulteriore incremento di prestazione stimato in 2 secondi. Anche noi della Pirelli non staremo fermi dato che questo è un mondo in continua evoluzione”, ha concluso il capo della comunicazione Pirelli in F1.

    648

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Circuito Sochi F1Formula 1 2017GP Russia-f1Pirelli F1