GP Silverstone F1 2013, gara: vince Rosberg in Inghilterra, Vettel si ritira! Ferrari sul podio, esplodono gomme Pirelli [FOTO]

Rosberg vince il Gran Premio di Inghilterra 2013 di Formula 1

da , il

    Nico Rosberg vince il Gran Premio di Inghilterra 2013 di Formula 1. Sul circuito di Silverstone si susseguono i colpi di scena. Lewis Hamilton è il primo di una lunga lista di piloti che subiscono l’esplosione degli pneumatici Pirelli. Sebastian Vettel si ritira per un problema al cambio. Alla fine vince l’altra Mercedes in volata davanti a Mark Webber. Fernando Alonso completa il podio con una Ferrari brava sulla tattica. A punti vanno anche Hamilton, Raikkonen, Massa, Sutil, Ricciardo, Di Resta e Hulkenberg. A seguire è possibile leggere il racconto integrale della corsa. L’ordine di arrivo e le classifiche piloti e costruttori

    GP Inghilterra F1 2013: ordine di arrivo

    1. Rosberg Mercedes 1h32:59.456

    2. Webber Red Bull-Renault + 0.765

    3. Alonso Ferrari + 7.124

    4. Raikkonen Lotus-Renault + 7.756

    5. Hamilton Mercedes + 11.257

    6. Massa Ferrari + 14.573

    7. Sutil Force India-Mercedes + 16.335

    8. Ricciardo Toro Rosso-Ferrari + 16.500

    9. Di Resta Force India-Mercedes + 17.993

    10. Hulkenberg Sauber-Ferrari + 19.700

    11. Maldonado Williams-Renault + 21.100

    12. Bottas Williams-Renault + 25.000

    13. Button McLaren-Mercedes + 25.900

    14. Gutierrez Sauber-Ferrari + 26.200

    15. Pic Caterham-Renault + 31.600

    16. Bianchi Marussia-Cosworth + 36.000

    17. Chilton Marussia-Cosworth + 1:07.600

    18. van der Garde Caterham-Renault + 1:07.700

    19. Grosjean Lotus-Renault + 1 lap

    Giro più veloce: Webber, 1:33.401

    Ritirati:

    Perez McLaren-Mercedes 47

    Vettel Red Bull-Renault 42

    Vergne Toro Rosso-Ferrari 36

    Classifica piloti F1 2013 dopo 8 eventi

    1. Vettel 132

    2. Alonso 111

    3. Raikkonen 100

    4. Hamilton 87

    5. Webber 87

    6. Rosberg 82

    7. Massa 57

    8. Di Resta 36

    9. Grosjean 26

    10. Button 25

    11. Sutil 23

    12. Vergne 13

    13. Perez 12

    14. Ricciardo 11

    15. Hulkenberg 6

    Classifica costruttori F1 2013 dopo 8 eventi

    1. Red Bull-Renault 219

    2. Mercedes 169

    3. Ferrari 168

    4. Lotus-Renault 126

    5. Force India-Mercedes 59

    6. McLaren-Mercedes 37

    7. Toro Rosso-Ferrari 24

    8. Sauber-Ferrari 6

    GIRO 52/52 E’ Nico Rosberg il primo a passare sotto alla bandiera a scacchi. La Mercedes vince in volata davanti alla Red Bull di Webber. Fernando Alonso completa il podio. A punti vanno anche Hamilton, Raikkonen, Massa, Sutil, Ricciardo, Di Resta e Hulkenberg. Webber segna il giro più veloce con 1:33.401 nell’ultimo passaggio. All’appello manca clamorosamente Vettel per problemi al cambio. Ma nel dopo-gara si parlerà molto anche delle gomme Pirelli…

    Ecco l’ordine di arrivo finale.

    GIRO 51/52 Alonso supera Raikkonen e sale sul podio. Webber è a 1,3” da Rosberg che sta per andare a vincere. Anche Hamilton svernicia la Lotus del finlandese. Massa sorpassa Sutil ed è 6°. CHE GARA!!!

    GIRO 50/52 Rosberg tiene a bada Webber con il giro più veloce della gara. Alonso tallona Raikkonen.

    GIRO 48/52 5 giri alla fine. Questa la classifica! Webber supera Raikkonen. Alonso supera Sutil. Raikkonen gira oltre 1” più lento al giro. Aveva ragione a lamentarsi del mancato pit stop.

    GIRO 46/52ESPLODE LA GOMMA DI PEREZ!!! Altro problema per la Pirelli! Intanto Alonso è 6°, Webber è 3°. Massa sale in nona posizione.

    GIRO 45/52 La safety car sta per rientrare in pit lane. Si riparte per ultimi 7 giri di fuoco!

    GIRO 43/52 Questa la nuova classifica. Con gomma nuova abbiamo Rosberg, Webber e Alonso tra quelli della top ten.

    GIRO 42/52 Pit stop anche per Rosberg, Webber, Grosjean, Di Resta, Massa. Raikkonen prosegue con le vecchie gomme. A breve la nuova classifica. Via radio il finlandese si mostra perplesso di non aver fatto il pit stop anche lui.

    GIRO 41/52 CLAMOROSO!!! VETTEL SI RITIRA PER PROBLEMA AL CAMBIO!!! Parcheggia la sua macchina sul rettilineo. ENTRA LA SAFETY CAR. Intanto Fernando Alonso fa un pit stop.

    GIRO 39/52 Vettel risponde a Rosberg e lo rimette a 2”. La sfida per il terzo posto tra Raikkonen, Webber e Alonso è aperta.

    GIRO 38/52 Rosberg mangia decimo dopo decimo il vantaggio di Vettel. E’ a 1,6” dal connazionale.

    GIRO 37/52 Dopo un bel duello, Hamilton supera di Resta. Ora è 11°.

    GIRO 36/52 Rosberg vuole provare ad impensierire Vettel e segna un giro veloce. Un team radio avvisa il pilota della Red Bull che ha una pressione molto alta degli pneumatici per evitare forature ma questa potrebbe dargli qualche problema in più di aderenza. Hamilton e Massa fanno il loro pit stop. Il brasiliano era appena entrato nella top ten. L’inglese è ora 12°.

    GIRO 34/52 Pit stop di Vettel. Webber, intanto, supera Alonso che nel frattempo era in lotta con Raikkonen. Ecco la nuova classifica.

    GIRO 33/52 Cambio gomme per Sutil e Rosberg.

    GIRO 32/52 Alonso attacca Raikkonen. I due, intanto, hanno superato Hamilton. Gli erano finiti dietro dopo il pit stop. A breve aggiorneremo la classifica. Siamo in attesa che facciano il pit stop anche gli altri.

    GIRO 31/52 Pit stop di Webber. Hamilton, nel frattempo, rientra in zona punti e si mette a battagliare con Di Resta per l’ottava posizione. La situazione è alquanto incerta perché alcuni piloti faranno una sosta in meno degli altri. Intanto Gutierrez accusa un nuovo problema alla gomma: a lui tocca l’anteriore sinistra.

    GIRO 29/52 Anche Alonso e Grosjean fanno il secondo pit stop. La Ferrari rientra in pista dietro a Raikkonen che ha sfruttato il giro precedente fatto con gomme nuove.

    GIRO 28/52 Webber rimonta e supera Grosjean. Ora è settimo. Raikkonen va ai box per il secondo pit stop.

    GIRO 27/52 Dopo aver fatto riposare un po’ le gomme, Alonso torna ad impensierire Sutil.

    GIRO 26/52 E’ già salito ad 8” il vantaggio di Vettel su Sutil che occupa la terza posizione. Rosberg, secondo, è a 3”.

    GIRO 25/52 Cambio di scenario: Alonso non riesce più a pressare Sutil e deve guardarsi le spalle da Raikkonen e soci…

    GIRO 24/52 Vettel spinge e stacca Rosberg di 2”. Il tedesco vuole di nuovo mettere un bel margine tra lui e gli altri che, da Sutil in poi, hanno un passo molto più lento.

    GIRO 23/52 Vettel e Rosberg già allungano. Alonso tallona Sutil ma non sembra avere lo spunto necessario per passarlo. Nelle retrovie Hamilton e Massa provano a rimontare. Questa la classifica.

    GIRO 22/52 Siamo pronti per la ripartenza. Questa la classifica al momento. Alonso deve attaccare subito Sutil per entrare in lotta con i suoi “veri” avversari.

    GIRO 21/52 La safety car prosegue…

    GIRO 20/52 Anche altre gomme cambiate nel corso del primo pit stop, pur senza esplodere, hanno mostrato importanti tagli. Per il momento la Pirelli non parla ma l’ipotesi del cordolo che danneggia lo pneumatico non convince a pieno.

    GIRO 19/52 Ancora lavoro in pista. L’ingegnere di pista di Vettel dice al pilota di evitare i cordoli perché non è ancora chiaro se ce ne sia uno che porta al taglio del battistrada ed al conseguente cedimento.

    GIRO 18/52 Interessante team radio di Rosberg: il suo ingegnere gli dice che le esplosioni delle gomme si sono verificate passando sui cordoli ad alta velocità con gomme surriscaldate.

    GIRO 17/52 Ancora grande lavoro per pulire la pista da parte dei commissari.

    GIRO 16/52 Sulle gomme che Vettel ha cambiato pochi giri fa sono stati trovati dei tagli. Per sua fortuna lo pneumatico ha retto! Secondo la Pirelli ci sarebbe qualcosa in pista che danneggia le coperture.

    GIRO 15/52 SAFETY CAR IN PISTA! Troppi residui di gomma. Vanno tolti. Ecco la classifica. I distacchi saranno annullati. Grande tensione in casa Pirelli. Non si capisce quali siano le vere cause di queste esplosioni di pneumatici. Anche i piloti in pista si dicono increduli nei vari team radio che si susseguono.

    GIRO 14/52 Il box Lotus chiede a Grosjean di dare strada a Raikkonen. Entrambi attaccano Vergne mentre… INCREDIBILE!!! Terza gomma esplosa: stavolta tocca al francese della Toro Rosso!

    GIRO 13/52 Anche Vettel alla fine decide di fare il cambio gomme. Resta in prima posizione con un vantaggio di 3” su Rosberg.

    GIRO 12/52 Pit stop di Rosberg. Alonso scatenato con gomme fresche si beve Ricciardo, Raikkonen e Grosjean. Poi tocca anche a Ricciardo!

    GIRO 11/52 Pit stop di Raikkonen, Ricciardo e Button. Solo Vettel e Rosberg proseguono senza dare segnali di degrado! A breve aggiorneremo la classifica.

    GIRO 10/52 Pit stop di Alonso e Webber. Anche Massa cambia le gomme ma è ultimo.

    GIRO 09/52 Pit stop di Grosjean. MASSA FUORI PISTA! FORATURA ANCHE PER LUI ALLA POSTERIORE SINISTRA. Il brasiliano ritorna al box!

    GIRO 08/52 Hamilton esce dai box in ultima posizione a 57 secondi da Vettel!

    GIRO 07/52 ATTENZIONE!!! Esplode la gomma posteriore sinistra di Hamilton! Il pilota arriva con fatica ai box ma esce dalla lotta per la vittoria che viene servita su un vassoio d’argento a Vettel! La dinamica è identica a quella di Perez ieri.

    GIRO 06/52 Il distacco tra Hamilton e Vettel si è ora stabilizzato sui 2”. Rosberg è a 3,7” dal leader. Sutil ne ha oltre 7” e guida ancora il gruppetto composto da Massa, Raikkonen, Ricciardo, Alonso e Grosjean.

    GIRO 05/52 Alonso velocissimo in rettilineo prova ad attaccare Ricciardo ma l’australiano si difende alla grande.

    GIRO 03/52 Hamilton allunga su Vettel di qualche decimo. Rosberg è vicinissimo al tedesco. Sutil dalla quarta posizione tiene a bada Massa, Ricciardo e Alonso che perdono mezzo secondo al giro. Problema rientrato in casa Mercedes.

    GIRO 02/52 Alonso supera un paio di avversari. Questa la classifica.

    GIRO 01/52 Pessima partenza di Rosberg, Hamilton conserva il primato con Vettel che lo segue. Webber ha l’ala danneggiata. Massa è un missile e dalla 11a schizza in 5a posizione. Alonso è ancora decimo! Nel box Mercedes salta la corrente! I piloti girano senza alcuna telemetria dal box!

    ORE 14.03 PARTITI!!

    ORE 14.00 Inizia il giro di riscaldamento! 32°C temperatura dell’asfalto, 21°C quella dell’aria. Hamilton ha spinto troppo forte ed ora sta attendendo gli altri in griglia di partenza. Il motore rischia di surriscaldarsi e le gomme di andare già quanto a temperatura…

    ORE 13.55 5 minuti al via, si cominciano ad allontanare i giornalisti. Restano in pista solo i tecnici accanto alle vetture. Button, Vergne, Hulkenberg, Gutierrez, Pic, di Resta e van der Garde sono gli unici a partire con le Hard. Tutti gli altri montano gomme Medium.

    ORE 13.50 Ecco la griglia di partenza definitiva dopo la retrocessione di Paul di Resta in ultima posizione.

    1 – Hamilton (Mercedes), 2 – Rosberg (Mercedes),

    3 – Vettel (Red Bull), 4 – Webber (Red Bull),

    5 – Ricciardo (Toro Rosso), 6 – Sutil (Force India),

    7 – Grosjean (Lotus), 8 – Raikkonen (Lotus),

    9 – Alonso (Ferrari), 10 – Button (McLaren),

    11 – Massa (Ferrari), 12 – Vergne (Toro Rosso),

    13 – Perez (McLaren), 14 – Hulkenberg (Sauber),

    15 – Maldonado (Williams), 16 – Bottas (Williams),

    17 – Gutierrez (Sauber), 18 – Pic (Caterham),

    19 – Bianchi (Marussia), 20 – Van der Garde (Caterham),

    21 – Chilton (Marussia). 22 – Di Resta (Force India)

    ORE 13.38 Così parla Fernando Alonso prima della gara. La Ferrari a Silverstone non c’è! Neppure da lui ci possiamo aspettare miracoli.

    ORE 13.35 Domenicali a Sky:“Siamo ad un punto cruciale della stagione. Dobbiamo reagire in fretta perché in questa fase della stagione non ci aspettavamo un ritardo nello sviluppo della macchina. Per oggi dobbiamo essere reattivi in base a come si evolve la corsa. Crediamo che si faranno 2 o 3 pit stop”.

    ORE 13.31 Pit lane aperta. Iniziano i primi giri di formazione. Secondo Paul Hembery la Mercedes faticherà ancora sul passo gara mentre qualche sorpresa potrebbe arrivare dalla Toro Rosso. Nessun problema per la Red Bull.

    ORE 13.28 In questi giorni sono state prese importanti decisioni in merito ai regolamenti della stagione 2014 di Formula 1. Qui il riepilogo su ritorno dei test e debutto della patente a punti.

    ORE 13.20 Tra dieci minuti sarà aperta la pit lane e i piloti potranno iniziare a schierarsi in griglia di partenza. Nell’attesa, se non ci avete già provato, vi consigliamo di giocare al nostro QUIZ sul GP di Inghilterra. Quante ne sapete? Altri 5 minuti di intrattenimento, ve li serviamo con la nostra carrellata di paddock girls: votate la vostra preferita!

    ORE 13.14 Nelle prove libere del sabato mattina abbiamo avuto solo conferme: la Mercedes è forte sul giro secco ma non sul passo gara. La Red Bull è ottima in tutte le condizioni e la Ferrari stenta molto. Queste indicazioni si sono poi riscontrate a pieno nella griglia di partenza scaturita dalle qualifiche.

    ORE 13.08 Ricordiamo che la Pirelli ha portato in Inghilterra le gomme più dure della sua gamma 2013 vale a dire le Hard e le Medium.

    FOTOGALLERY: PROVE LIBERE F1 A SILVERSTONE 2013

    ORE 13.04 Come facciamo a dire che le Red Bull sono favorite sul passo gara? Ci basiamo su quanto rilevato nelle prove libere. Qui c’è il racconto di quanto accaduto nella prima sessione di venerdì mentre qui quello della seconda sessione. E’ stata questa la più interessante visto che i piloti hanno potuto montare per la prima volta le gomme slick. La Ferrari non è apparsa da subito in grande forma e Felipe Massa, con il suo incidente, non ha aiutato neppure nel raccogliere dati utili sul comportamento delle mescole portate a Silverstone dalla Pirelli.

    FOTOGALLERY: INCIDENTE DI MASSA A SILVERSTONE 2013

    ORE 13.00 Riavvolgiamo il nastro del weekend di Silverstone fino ad ora. Quello che tutti si chiedono è se la Mercedes riuscirà a tenere il passo della Red Bull o se dovrà farsi da parte dopo qualche giro come è già avvenuto in molte delle gare precedenti di questa stagione. Se Hamilton e Rosberg non soffriranno troppo il degrado gomme, allora avranno la strada spianata per la vittoria. Se, invece, come appare più probabile, le Red Bull avranno un passo migliore, allora saremo di fronte all’ennesima cavalcata solitaria di Sebastian Vettel. L’unico che può impensierire il leader del mondiale è il compagno Webber. Sul conto dell’australiano vanno detto due cose: è fresco di annuncio di ritiro dalla F1 a fine stagione e in Inghilterra è sempre andato forte. Può farcela a mettere i bastoni tra le ruote al collega di box.