GP Silverstone F1 2015, Mercedes. Rosberg confida nella gara

La zampata di Hamilton nelle qualifiche del Gran premio di Silverstone 2015 non demoralizza Rosberg, proiettato già sulla gara. Le parole dei piloti Mercedes.

da , il

    Sembrava potesse farcela, Nico Rosberg. Il tempo in Q2 nelle qualifiche del Gran premio di Silverstone 2015 aveva dato l’impressione che sì, Nico la pole poteva giocarsela. In Q3, invece, Hamilton ha fatto il super-giro, appena uscito dai box, come già altre volte ci aveva abituato. Il limite trovato immediatamente, un decimo più veloce di Rosberg, prima posizione costruita interamente nel settore centrale, dove l’inglese ha dato il meglio tra l’ingresso della Brooklands e l’uscita della Chapel. E’ mancato qualcosa a Rosberg, poi incapace nel secondo run di risponde efficacemente, con un sottosterzo marcato. «E’ una giornata speciale, quando fai la pole nel gran premio di casa, davanti ai tuoi fans», dice a caldo Hamilton. Per seguire il LIVE della gara in diretta del GP Silverstone F1 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    Le parole dei protagonisti

    Dopo le libere del venerdì aveva spiegato come servisse un gran passo avanti al sabato, perché la macchina non c’era proprio. E se ne ricorda al termine delle qualifiche: «Non è stato un week end semplice, abbiamo fatto parecchi cambiamenti nel bilanciamento per trovare il giro buono e anche durante le qualifiche. Ho fatto un buon giro in Q3 ed è stato sufficiente, vedremo per la gara». Per la gara dovrà sperare che il setup ottimo per la pole si riveli ideale anche sul passo, dove Rosberg ha dimostrato di non avere rivali nelle simulazioni di long run al venerdì.

    | LEGGI ANCHE: POLE DI HAMILTON, SUPER MASSA | FERRARI, “QUALIFICHE FATTE MALE” |

    «Il primo giro era molto buono, Lewis è stato veloce di un decimo ed è fastidioso, ma è andata così. L’ultimo run è stato piuttosto strano, nessuno si è migliorato, solo Felipe credo. C’era qualcosa che non andava sull’anteriore sinistra, molto sottosterzo», analizza Nico. «Ho fatto un buon giro, lui l’ha fatto meglio, comunque ho lavorato bene anche per la gara e sono convinto sarò molto forte. Vediamo, sarebbe bello se riuscissi a fare una bella partenza ancora, altrimenti c’è un’occasione per attaccare in curva 3». Nelle sessioni di libere entrambi i piloti hanno lavorato molto sul punto d’attacco della frizione, specialmente Hamilton. Domani vedremo chi avrà lo spunto migliore.