GP Silverstone F1 2015, tattiche Pirelli: 1 o 2 pit stop

Per Paul Hembery la strategia migliore è a due soste ma qualcuno potrebbe azzardarne solo una come nel 2014

da , il

    Sono le mescole P Zero Orange hard e P Zero White medium quelle scelte dalla Pirelli per il Gran Premio d’Inghilterra 2015 di Formula 1 che si terrà domenica prossima sullo storico tracciato di Silverstone. Nella memoria degli appassionati ci sono ancora le gomme esplose nel 2013 per cui non ci si poteva attendere da Paul Hembery ed i suoi uomini altro che le opzioni più dure all’interno della gamma di pneumatici a disposizione. Per seguire il LIVE della gara in diretta del GP Silverstone F1 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    Pirelli: Silverstone circuito bello ma estremo

    “Silverstone è sempre un’occasione fantastica, per il sostegno del folto popolo di spettatori britannici, entusiasti e competenti – ha dichiarato Paul Hembery sul sito ufficiale della Pirelli - Com’è avvenuto l’anno scorso, portiamo le due mescole più dure della gamma, perché a Silverstone sono ai massimi livelli sia lo stress sia i carichi laterali a cui sono sottoposti gli pneumatici; condizioni che mettono a dura prova sia la mescola sia la struttura delle gomme”. Il direttore Motorsport Pirelli prevede una tattica di gara variabile tra due o tre stint:Prevediamo di vedere tra uno e due pit-stop a Silverstone, soprattutto se il tempo, come per ora sembra previsto, sarà caldo. Detto questo, negli anni passati, anche quando le previsioni indicavano caldo, alla fine abbiamo a volte ricevuto una dose del più tradizionale clima inglese! Le scuderie dovranno essere pronte a tutte le condizioni e pensare a come ottenere il massimo dagli pneumatici durante il fine settimana nel suo complesso, e non solo nelle singole sessioni”.

    GP Silverstone F1 2015: 2 pit stop è strategia per vincere

    Curve veloci e lunghe che caricano sulle gomme forze che arrivano ai 5G, portano ad un alto degrado soprattutto in caso di temperature sopra media come sembra possa accadere per il GP d’Inghilterra 2015 di Formula 1. E’ questo, in estrema sintesi, lo scenario del circuito di Silverstone. L’elevato livello di aderenza dell’asfalto, fa il resto: si stima che gli pneumatici raggiungano picchi di oltre 110°C. Nel 2014 Lewis Hamilton ha vinto con una strategia a 2 soste che pare, ad ora, ancora la più vantaggiosa sebbene stte piloti tra quelli arrivati nei primi dieci siano riusciti a raggiungere la bandiera a scacchi con un solo cambio gomme. La differenza di velocità tra la gomma P Zero Orange hard e la P Zero White medium sul tracciato inglese è stimata tra 1 e 1,2 secondi al giro.